13.9 C
Belluno
mercoledì, Ottobre 5, 2022
Home Sport, tempo libero Pallavolo. Si alza il sipario sulla Da Rold Logistics Belluno: «Faremo divertire...

Pallavolo. Si alza il sipario sulla Da Rold Logistics Belluno: «Faremo divertire il pubblico»

“Cosa succede in città?”, si domandava Vasco Rossi. Succede che è arrivata una squadra di rinoceronti. E che squadra: la Da Rold Logistics Belluno, impegnata da domenica, nel campionato di Serie A3 Credem Banca.

E in pieno centro, al Deon lounge & restaurant, la Drl si è presentata in via ufficiale. Accompagnati da un nuovo mezzo personalizzato, grazie all’accordo con Dolomitibus, i ragazzi di coach Diego Poletto hanno ricevuto il simbolico abbraccio della collettività, in una serata nel segno della festa. Ma anche del ricordo per chi non c’è più, come ha sottolineato lo speaker Sergio Milani: lo storico dirigente Plinio Possamai e il giovane Davide Bristot.

Si parte, quindi. Con un condottiero alla guida: il presidente Sandro Da Rold. «La rosa è arricchita da diversi atleti che provengono da fuori provincia – sono state le parole del massimo dirigente – ma vanta pure una componente importante di bellunesi. E, in questo senso, la collaborazione con la Spes per il settore giovanile potrà far crescere anche la prima squadra. Obiettivi per la stagione? Far divertire il pubblico: una volta rafforzata e stabilizzata la società, potremmo pensare a un eventuale salto di categoria».

Non è mancato il saluto dell’assessore comunale allo Sport, Marco Bogo, oltre che di Roberto Maso, numero uno della Fipav Veneto. E di Michele De Conti, presidente della Fipav Tre-Uno: «Qualsiasi società d’Italia vorrebbe avere un Sandro Da Rold. Il quale ha avuto il merito di riportare in alto un territorio che ha il volley nel Dna». Spazio, inoltre, al vivaio e alla Spes, con la presidente Fabiana Bianchini («orgogliosa di questa sinergia») e la vice Olivia Puccetti.

Tornando alla Drl, il team manager Alessio Bortoluzzi ha evidenziato la centralità del «senso di appartenenza: è la prima cosa che dobbiamo trasmettere in termini di gruppo e di singole persone», mentre Alex Paganin è pronto a giurare, e a sorridere: «Il ruolo di capitano non mi ha cambiato. Do solo qualche “urlata” in più ai miei compagni». E non è mancata la voce del direttore generale, Franco Da Re: «Per me è un onore essere a Belluno, una terra che merita il palcoscenico della A3».

La marcia dei rinoceronti è partita: prima tappa? Spes Arena: domenica, alle ore 18, arriva l’Abba Pineto.

Share
- Advertisment -

Popolari

Variazione di bilancio per bonifica sversamenti idrocarburi in Nevegal e Castion. De Kunovich: “Cerchiamo fondi esterni”

Belluno, 5 ottobre 2022 - Variazione al bilancio comunale per la bonifica di due sversamenti di idrocarburi: con 22 mila euro sarà incrementato lo...

Giornata Nazionale del Cane Guida 2022

In occasione della Giornata Nazionale del Cane Guida che si celebra il 16 ottobre di ogni anno, l’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti...

Gas. Trabucco: “Ecco perché aumenta e quali soluzioni adottare”

Il gas aumenta perché gli speculatori comprano e rivendono i "future", ossia quei contratti medianti i quali ci si impegna ad acquistare una certa...

Bimbo morto per hashish. Aldrovandi (Oss. Sostegno vittime): “Gravissime negligenze da parte degli adulti”

«Morire a due anni per droga. Sembra assurdo eppure è accaduto. Questa è la tragica fine del piccolo Nicolò, nel cui sangue è stata...
Share