13.9 C
Belluno
sabato, Ottobre 1, 2022
Home Cronaca/Politica Buono libri. Approvato il nuovo bando regionale. Donazzan: "Confermiamo la misura a...

Buono libri. Approvato il nuovo bando regionale. Donazzan: “Confermiamo la misura a sostegno del diritto allo studio”

Elena Donazzan assessore regionale all’Istruzione, alla Formazione e al Lavoro

Venezia, 23 luglio 2021  La Giunta Regionale, su proposta dell’Assessore all’istruzione Elena Donazzan, ha approvato il nuovo bando per la concessione del contributo regionale “Buono Libri e Contenuti didattici alternativi” per l’Anno scolastico-formativo 2021-2022 a favore delle famiglie degli studenti residenti nella regione del Veneto che frequentano le istituzioni scolastiche, statali e non statali, secondarie di primo e secondo grado.

“Confermiamo anche per quest’anno il buono-libri, misura di sostegno alle famiglie che insieme al buono-scuola e ai contributi per il trasporto scolastico, assicura il diritto allo studio ai ragazzi delle famiglie dal reddito più basso – sottolinea l’Assessore Elena Donazzan –. Ricordo che lo scorso anno ne hanno beneficiato 37.122 studenti veneti. Sono tutte misure attraverso le quali la Regione sostiene le famiglie di tutti gli studenti che frequentano sia gli istituti scolastici pubblici sia quelli paritari e privati, offrendo un accesso ampio all’intera offerta formativa disponibile nel nostro territorio regionale”.

Potranno beneficiare del buono libri, in via prioritaria, le famiglie residenti in Veneto, con un indicatore di reddito equivalente fino a 10.632,94 euro. I nuclei familiari con reddito Isee fino a 18.000 euro concorreranno alle eventuali risorse residue. La somma totale messa a disposizione dal Ministero e dalla Regione Veneto ammonta quest’anno a complessivi 5.260.892,81 euro.

Le famiglie che intendono avvalersi del contributo dovranno fare domanda via web (http://www.regione.veneto.it/istruzione/buonolibriweb), e quindi inviare al Comune di residenza dello studente, dal 16 settembre al 22 ottobre 2021, sempre via web, la domanda di contributo, utilizzando la propria identità Digitale: SPID (Sistema Pubblico d’Identità Digitale), CIE (Carta d’Identità Elettronica) o CNS (Carta Nazionale dei Servizi) e, seguendo le modalità previste dal bando, dovranno consegnare o inviare al Comune stesso, copia della domanda con il numero identificativo rilasciato dal sistema operativo regionale.

Successivamente, ciascun Comune, dal 16 settembre 2021 al 12 novembre 2021, svolgerà l’istruttoria delle domande di contributo ricevute, provvedendo infine all’invio delle stesse alla Regione del Veneto che approverà, tramite il Direttore della Direzione Formazione e Istruzione, il Piano regionale di riparto delle risorse tra i Comuni, determinando il contributo spettante.

 

Share
- Advertisment -

Popolari

Andre Fiocco è il nuovo segretario provinciale della Cgil Funzione Pubblica. Subentra a Gianluigi Della Giacoma

Oggi, a Sedico, presso il Centro Formazione e Sicurezza, è stato eletto il nuovo Segretario Generale della Fp-CGIL di Belluno. Le delegate e i delegati...

Tornano in vigore da domani a Belluno le inutili ordinanze anti smog

Belluno, 30 settembre 2022 - Entrano in vigore da domani, sabato 1 ottobre, le due nuove ordinanze comunali “antismog” (N.358 “Misure di limitazione della...

Si apre “Uno sguardo Comune”. Progetto contro l’isolamento degli anziani di Val di Zoldo

Contrastare l’isolamento fisico e tecnologico degli anziani della Val di Zoldo: questo lo scopo del progetto “Uno sguardo Comune - Rete di collaboratori familiari...

Caffè Bristot vince il Luxury Food&Beverage Quality Awards 2022

La torrefazione bellunese si è aggiudicata il premio con la sua miscela Tiziano 1919 Caffè Bristot si è guadagnata il premio Luxury Food&Beverage Quality Awards...
Share