13.9 C
Belluno
lunedì, Settembre 26, 2022
Home Prima Pagina Comune di Feltre. Contributi regionali per danni da tempesta Vaja 2018. Domande...

Comune di Feltre. Contributi regionali per danni da tempesta Vaja 2018. Domande entro il 16 agosto 2021

I privati cittadini residenti nel Comune di Feltre che hanno subito danni a beni mobili registrati (auto, moto, mezzi di lavoro, altri mezzi di trasporto privati… ) durante l’evento meteorologico avvenuto tra il 27 ottobre e il 5 novembre 2018, possono effettuare richiesta di contributo regionale finalizzato al ristoro dei danni stessi, fatto salvo il pieno rispetto dei requisiti e delle modalità di seguito indicati:

Criteri di ammissibilità
✔ essere residenti nel Comune di Feltre;
✔ essere proprietari o comproprietari del bene mobile registrato distrutto o danneggiato in modo da non poter essere utilizzato;
✔ per tutti coloro che beneficiano dei contributi non devono sussistere cause di divieto, sospensione o decadenza previste dall’art. 67 del D.Lgs. n. 159/2011 (Codice antimafia) e gli stessi non devono essere esposti al pericolo di infiltrazioni da parte della criminalità organizzata, come individuate dalle norme vigenti;
✔ il bene mobile registrato deve risultare distrutto (in demolizione) o danneggiato in modo da non poter essere utilizzato in sicurezza (deve trattarsi di danneggiamento che ne ha pregiudicato la regolare circolazione in sicurezza come nel caso ad esempio di danni a parti meccaniche, ai fari, agli specchietti retrovisori, ai cristalli, alla carrozzeria, ecc…);
✔ Il contributo è concesso nella percentuale massima del 50% della spesa ammessa e comunque non oltre l’importo di Euro 7.747,00, come fissato dal p. 4, lett. c) della Circolare del Presidente della Giunta Regionale n. 14/2002);
✔ I contributi sono concessi esclusivamente a copertura dei costi effettivamente sostenuti, necessari al ripristino dei danni come sopra individuati, che sono una conseguenza diretta degli eventi calamitosi accaduti nei giorni tra il 27 ottobre e il 5 novembre 2018;
✔ È ammessa la cumulabilità con eventuali ulteriori contributi pubblici o privati o indennizzi
assicurativi erogati per la copertura degli stessi danni. L’importo complessivo erogato non può superare il 100% della spesa sostenuta. Nel caso di superamento di detto importo, verrà conseguentemente ridotto il contributo regionale;

Documentazione e modalità di presentazione dell’istanza
✔ richiesta di ammissione a contributo per i beni mobili registrati (Modulo A);
✔ copia di documento di riconoscimento in corso di validità;
✔ eventuale documentazione fotografica o altro tipo di documentazione utile ad attestare l’avvenuto danno;
✔ eventuale certificato di avvenuta demolizione, rilasciato dal PRA, come previsto dall’art. 3 comma 2 della L.R. 4/1997, per il bene mobile registrato;
✔ documentazione fiscale attestante la spesa sostenuta, sia per il ripristino del bene mobile registrato che nell’ipotesi di nuovo acquisto;
✔ la dichiarazione di adempiere agli obblighi di tracciabilità dei flussi finanziari di cui all’art. 3 della legge 13 agosto 2010, n. 136 e s.m.i., se necessaria;
I moduli, regolarmente compilati e sottoscritti, dovranno essere consegnati entro le ore 12.00 di lunedì 16 agosto 2021 con le seguenti modalità: consegna dei documenti cartacei presso l’Ufficio protocollo del Comune di Feltre – Piazzetta delle Biade, 1 Feltre; oppure mediante posta elettronica certificata a:
comune.feltre.bl@pecveneto.it specificando nell’oggetto: “Richiesta contributo ristoro danni a beni mobili evento meteorologico 27 ottobre – 5 novembre 2018 (tempesta VAIA)”.

La modulistica può essere scaricata dal sito internet del Comune http://www.comune.feltre.bl.it, oppure ritirata durante gli orari d’ufficio presso i Magazzini comunali in Via Vignigole, 21 – Feltre. Per maggiori informazioni è possibile telefonare ai numeri 0439885340 – 0439885285. Valutazione dell’ammissibilità
L’istruttoria della documentazione prodotta dal soggetto privato è svolta dal Comune di Feltre entro 60 giorni dalla trasmissione della stessa. L’istruttoria è finalizzata alla verifica documentale del possesso dei requisiti necessari per la concessione del contributo, e alla verifica dell’entità del contributo da erogare. Nel corso dell’istruttoria, il Comune può richiedere i chiarimenti necessari e l’integrazione della documentazione presentata. Tale richiesta sospende il termine di 60 giorni che riprende a decorrere dalla data del
ricevimento degli atti richiesti. Le integrazioni devono essere prodotte entro 15 giorni successivi al ricevimento della richiesta, pena la decadenza dall’ammissione a contributo. All’esito delle attività e delle valutazioni di cui sopra, il Comune adotta, entro 15 giorni, specifico atto di determinazione del contributo ammesso e notifica tale atto al soggetto interessato.

Controlli
La Direzione regionale “Gestione post emergenze connesse ad eventi calamitosi ed altre attività commissariali” e il Comune possono disporre verifiche e controlli, anche a campione, in merito alla corretta applicazione delle presenti disposizioni.

Share
- Advertisment -

Popolari

Nuova pista di atletica al Polisportivo di Belluno

Sono a buon punto i lavori al Polisportivo di Belluno: entro la settimana sarà terminata la posa della nuova pista di atletica. Il progetto,...

Presentata la nuova guida rossa. Belluno Città Splendente – Storia, Architettura, Arte

E' stata presentata questa mattina alla stampa la nuova edizione della guida di Belluno che ha rivisto, modificato e ampliato la famosa “Guida rossa”...

Progetto teatrale “Scuola, amore mio”. La Compagnia Bretelle Lasche cerca giovani dai 15 ai 17 anni

La compagnia teatrale Bretelle Lasche (APS senza scopo di lucro) cerca ragazzi dai 15 ai 17 anni, motivati, per il nuovo spettacolo che sta allestendo,...

Elezioni politiche: Meloni vince, Fratelli d’Italia primo partito

Trionfo di Giorgia Meloni, Fratelli d'Italia è il primo partito, seguito dal Movimento 5 Stelle e Lega. La coalizione del centrodestra raggiunge il 44%...
Share