13.9 C
Belluno
mercoledì, Aprile 14, 2021
Home Cronaca/Politica Terna, la reputazione si gioca anche su Perarolo, Soverzene, Ponte nelle Alpi,...

Terna, la reputazione si gioca anche su Perarolo, Soverzene, Ponte nelle Alpi, Limana. De Carlo: “Ottimi risultati, ora però no ad azienda moderna con tecnologie obsolete. Si interri ovunque.”

“Bilancio 2020 tutto in positivo, un piano investimenti da oltre 9 miliardi in cinque anni e il progetto NexTerna per modernizzare ancora di più l’azienda: numeri e prospettive di un’azienda come Terna che si auto-definisce “pioniere e regista della transizione” che non possono quindi andare a braccetto con tecnologie ormai obsolete. Si interrino quindi le linee elettriche ovunque, senza eccezioni; mi auguro che l’incontro di domani vada in questa direzione, e non celi piuttosto la solita strategia del carciofo, dove Terna mette il suo tassello una foglia, in questo caso un comune, alla volta”.

Così il senatore e coordinatore veneto di Fratelli d’Italia Luca De Carlo analizza la situazione in vista dell’incontro di domani – martedì 6 aprile – convocato dalla Regione Veneto con l’azienda, la Provincia di Belluno e i sindaci dei comuni tra Perarolo di Cadore e Limana interessati dal progetto di razionalizzazione delle linee lungo la media valle del Piave.
“Una realtà che in un periodo come quello che stiamo vivendo riesce a chiudere bilanci e attività in crescita non può che ricevere i nostri complimenti, soprattutto quando decide di investire in innovazione e sostenibilità”, continua De Carlo.

“Certo, interventi come quello di Capri o l’interramento delle linee fatto tra Cortina ed Auronzo hanno un impatto mediatico ben diverso rispetto a quelli per la tutela dei cittadini ad esempio di Perarolo, Soverzene, Ponte nelle Alpi o Limana, e poi giù nella pedemontana trevigiana fino al veneziano, ma questo non vuol dire che i territori non debbano vedere riconosciute le loro richieste, tanto più che vanno proprio in quella direzione di modernità ed efficienza cui Terna mira; abbiamo visto che si può fare, l’eccellente lavoro di Cortina lo dimostra: diventi la prassi, non l’eccezione”.

“L’incontro di domani spero serva a presentare e a discutere un progetto di area vasta e che non miri solo a risolvere i problemi di alcuni comuni, finendo poi per scaricarli su altri territori”, conclude De Carlo. ” L’Amministratore Delegato e Direttore Generale di Terna, Stefano Donnarumma, commentando i risultati 2020 ha dichiarato che “è grazie al lavoro delle donne e degli uomini di Terna che potremo raggiungere gli sfidanti obiettivi della transizione ecologica che si è data l’Italia e al cui raggiungimento daremo il nostro contribuito quali registi del sistema energetico nazionale”; benissimo, allora si rispettino ambiente e cittadini passando all’interramento di tutte le linee, magari sfruttando infrastrutture e canali di collegamento già esistenti, senza quella politica del divide et impera del passato che ha pesantemente rallentato la prosecuzione del progetto di razionalizzazione”.

Share
- Advertisment -

Popolari

ACC. Ostanel: “Sono al fianco dei lavoratori, per il bene di tutto il Bellunese e nel silenzio delle istituzioni regionali”

"Oggi ho incontrato i lavoratori della ACC che da lunedì, senza interrompere la produzione, sono in presidio davanti alla Prefettura. Hanno rivolto alla politica...

Giovedì 15 aprile evento online di Dolomiti Hub. Protagonista Tib Teatro con il progetto Casa delle Arti di Belluno

Per il mese di aprile Dolomiti Hub, lo spazio di innovazione sociale di Fonzaso, ha in programma un denso palinsesto di appuntamenti online. Dopo...

Mario Savastano è il nuovo prefetto di Belluno. D’Incà: “Grazie a Sergio Bracco per il lavoro svolto”

"Il dottor Mariano Savastano sarà il nuovo Prefetto di Belluno. A lui rivolgo i migliori auguri di buon lavoro e di una proficua collaborazione...

No paura day. Sanzionati dalla polizia altri 24 partecipanti alla manifestazione dello scorso 5 aprile

Belluno, 14 aprile 2021 - L'esame dei filmati effettuati dalla Polizia scientifica alla manifestazione "No paura day" del 5 aprile a Belluno, ha consentito...
Share