13.9 C
Belluno
martedì, Aprile 20, 2021
Home Cronaca/Politica Riqualificazione della stazione di Belluno, la Provincia contribuisce con 300mila euro. Padrin:...

Riqualificazione della stazione di Belluno, la Provincia contribuisce con 300mila euro. Padrin: «Un’area più funzionale e sicura per gli utenti del servizio bus»

Provincia e Dolomitibus hanno chiuso nei giorni scorsi un accordo di programma con il Comune di Belluno per la riqualificazione del piazzale stazione. Un intervento complessivo che è in cantiere da anni e che riguarderà l’intera zona, dal piazzale Metropolis alle vie De Min e Volontari della Libertà. La Provincia infatti, oltre al cofinanziamento dell’opera, ha proposto una serie di aggiornamenti al progetto originario, inserito nel bando periferie, con l’obiettivo di migliorare l’accessibilità, la funzionalità e la sicurezza dell’area attualmente utilizzata per il trasporto pubblico locale, garantendo al contempo la capacità minima di stalli di fermata.
Il progetto prevede 18 stalli di fermata per autobus extraurbani al centro del piazzale, con adeguamento della banchina lato nord, fronte stazione ferroviaria; 5 per autobus urbani presso il piazzale Metropolis, con tanto di banchine dedicate agli utenti in attesa, e ulteriori 6 stalli di fermata per pullman extraurbani realizzati ex novo, di cui 3 in via Volontari della Libertà, lato Gabelli Tribunale (contrariamente al progetto originario che li collocava sul lato Caserma Fantuzzi), e 3 lungo via De Min (con inversione del senso di marcia del senso unico).
Nel programma è stato inserito anche un importante intervento su via Dante che prevede complessivamente 4 corsie, di cui 2 dedicate al trasporto pubblico; il rifacimento della segnaletica orizzontale; lo smantellamento delle attuali pensiline lato liceo Tiziano, il taglio degli alberi e l’eliminazione della cabina telefonica, per favorire la migliore transitabilità degli utenti; e il posizionamento di delineatori provvisori di corsia. Al termine dell’intervento, verranno realizzate nuove pensiline in entrambi i lati della strada.
«In questo modo via Dante, che risulta indispensabile per l’accesso alla stazione, potrà avere una funzionalità maggiore – spiega il consigliere provinciale delegato alla mobilità, Dario Scopel -. La riqualificazione dell’area della stazione servirà a garantire maggiore sicurezza. Per esempio, sul piazzale Metropolis saranno installate apposite banchine per l’attesa dei mezzi, mentre oggi non ci sono. L’area stazione che uscirà dai lavori sarà molto più ordinata».
«Abbiamo voluto contribuire non solo con l’aggiornamento del progetto, ma anche con 300mila euro – aggiunge il presidente della Provincia, Roberto Padrin -. L’intervento non è utile solo al Comune capoluogo, per un’area che da tempo richiedeva una sistemazione diversa, ma all’intero territorio provinciale, dato che il piazzale stazione è frequentato quotidianamente da migliaia di studenti che arrivano da Cadore, Agordino, Feltrino e Valbelluna».

Share
- Advertisment -

Popolari

Nuovo Commissario per la gestione post Vaia. Scarzanella: «Soragni figura di rilievo, ora un ragionamento condiviso con le imprese»

Ugo Soragni è il nuovo Commissario delegato per l'emergenza legata alla tempesta Vaia. Già direttore dei Musei del ministero dei Beni Culturali, raccoglie il...

Avvicendamento alla Lega giovani: Paolo Luciani lascia, entra Marco Donno

Belluno, 20.4.2021 - Cambio al vertice della Lega Giovani della Provincia di Belluno. Il coordinamento provinciale giovanile leghista si aggiorna dopo quattro anni per...

Ulss Dolomiti. Monoclonali: 23 dosi somministrate

Continua, in Ulss Dolomiti, la terapia contro il covid attraverso l’uso dei monoclonali. I risultati sono soddisfacenti. Ad oggi sono state somministrate dalla UOC...

Da lunedì tutti a scuola, didattica in presenza al 100%. Cna Bus Fita Veneto: i bus ci sono. Scopel: didattica al 75% con capienza...

Marghera, 20 aprile 2021. Sono 350 in Veneto le imprese che si occupano di trasporto di persone su gomma, iscritte nell'Albo Regionale, per un...
Share