13.9 C
Belluno
sabato, Marzo 6, 2021
Home Prima Pagina Mobilità sostenibile. Le precisazioni dei Gruppi di maggioranza in Comune di Belluno

Mobilità sostenibile. Le precisazioni dei Gruppi di maggioranza in Comune di Belluno

Palazzo Rosso, sede dell’amministrazione comunale di Belluno

In seguito alle ultime considerazioni uscite sulla stampa in merito allo sviluppo della mobilità sostenibile a Belluno, i gruppi consiliari di maggioranza In Movimento, Insieme per Belluno e Belluno D+ ritengono di dover fare alcune precisazioni sull’impegno del Comune in questo campo.
Nell’attuale e perdurante situazione pandemica, che sta costringendo le nostre comunità a ripensare le modalità con cui avvengono gli spostamenti urbani, questa amministrazione ha ritenuto importante porre maggiore e più urgente attenzione sul miglioramento della mobilità sostenibile e, in generale, della sicurezza stradale.
Per quanto riguarda in particolare la ciclabilità della nostra città, nel 2021 sono programmati importanti investimenti che riguardano varie zone di Belluno e che rispondono al piano complessivo di collegamento degli spezzoni ciclabili già esistenti. Si pensi ad esempio all’intervento per 600.000 euro lungo via Vecellio, dalla Veneggia all’ex-Invensis, a quello da 250.000 euro per collegare il centro commerciale di Salce all’area della Renault oppure ai 50.000 euro a bilancio per il raccordo tra il ponte degli Alpini e la rotonda di via Pellegrini.
A questi investimenti vanno ad aggiungersi quasi 100.000 euro per la realizzazione delle ciclovie urbane attraverso gli strumenti delle “corsie ciclabili” e delle “corsie ciclabili per doppio senso ciclabile”, istituite all’interno del Codice della Strada con il recente DL 76 del 16 luglio 2020. È inoltre al vaglio dell’amministrazione l’istituzione delle “Zone 30” nelle aree più densamente popolate, così da permettere l’uso promiscuo in sicurezza delle strade a tutti gli utenti (auto, biciclette, pedoni).
Per quanto riguarda la pista ciclabile che collega via Feltre ai magazzini comunali di Marisiga, è bene ricordare che si tratta di un intervento non ancora concluso e rientrante nel piano provinciale “Verso una mobilità sostenibile in Dolomiti Unesco”. Il piano provinciale è risultato vincitore di un bando del Ministero dell’Ambiente per 2,6 milioni di euro: di questa cifra, 610.000 euro riguardano interventi nel Comune di Belluno, finanziati per 360.000 euro dal Ministero e per 250.000 con un co-finanziamento del Comune.
Gli interventi nel Comune di Belluno riguardano la realizzazione della citata pista ciclabile tra via Feltre e Marisiga, la realizzazione di un parcheggio scambiatore a Col da Ren (questi due interventi costano complessivamente 470.000 euro) e un parcheggio protetto per le biciclette presso la stazione (per 140.000 euro). Una volta concluso l’intervento tra via Feltre e Marisiga, Salce e il centro città saranno collegate con una pista ciclopedonale lunga 3,5 chilometri.

 

Share
- Advertisment -

Popolari

Treno delle Dolomiti. Scopel: «Attendiamo gli elaborati dalla Regione Veneto»

«Prendiamo atto della scelta del tracciato del Treno delle Dolomiti operata dalla Regione Veneto. Se è vero, come leggiamo dalla stampa, che gli studi...

Il sole illumina la prima tappa della WinteRace 2021

Cortina d’Ampezzo, 5 marzo 2021 - Al via questa mattina alle ore 9.00 da Corso Italia l’ottava edizione della WinteRace. Sotto un cielo terso, le...

Da lunedì il Veneto torna arancione. Ecco le regole

"Il Veneto in zona arancione da lunedì 8 marzo. Ma le scuole non chiuderanno". Lo ha anticipato nella conferenza stampa in diretta su Facebook...

Acc, Ex-Embraco. Nobis (Fim-Cisl): concretizzare subito progetto Italcomp, a rischio 750 famiglie

Questa mattina i lavoratori della ACC di Mel (Belluno) sono in presidio davanti ai cancelli dell'azienda, una prima azione di mobilitazione – dice il segretario...
Share