13.9 C
Belluno
martedì, Giugno 15, 2021
Home Cronaca/Politica Servizio mensa in regime di zona arancione. Bond (FI): «A Belluno interpretazione...

Servizio mensa in regime di zona arancione. Bond (FI): «A Belluno interpretazione pesante per chi lavora»

«Se gli operai di una ditta entrano in un ristorante convenzionato, possono mangiare e usare i servizi igienici. Se lo fa un camionista, un professionista singolo o il titolare di un’impresa, invece no. E solo a Belluno, perché nelle altre province venete funziona in un’altra maniera. Tutto a causa di un’interpretazione della norma data dalla Prefettura. E il rischio è di discriminare una parte dei lavoratori». È quanto afferma il deputato di Forza Italia Dario Bond, che nelle ultime ore ha ricevuto parecchie segnalazioni relativamente all’attività di ristorazione in favore dei lavoratori.

«In una nota del 25 gennaio contenente chiarimenti in materia di servizio mensa reso dai ristoranti, la Prefettura di Belluno dice che “i pubblici esercizi possono erogare il servizio mensa in favore dei lavoratori di aziende con le quali sia in essere un rapporto contrattuale per la somministrazione di cibi e bevande”. Di fatto, si tratta di una convenzione. La stessa nota però dice anche che “non è consentita, in quanto non riconducibile alle attività di mensa o catering continuativo, la possibilità per il titolare di partita Iva o libero professionista di instaurare con un pubblico esercizio un rapporto contrattuale di somministrazione al tavolo di cibi e bevande”. È assurdo, perché in altre province venete non è stata data la stessa interpretazione. Ed è ancora più assurdo per quei territori bellunesi che insistono sui confini con l’Alto Adige, visto che dall’altra parte, anche se sono zona rossa, fanno quello che vogliono».

«Trasferirò la questione al ministero della salute e all’ufficio del ministero dell’interno, perché è giusto capire cosa sta succedendo» continua Dario Bond. «Se è corretta l’interpretazione della Prefettura di Belluno, siamo di fronte a una discriminazione. Se invece è corretta quelle di altre zone del Veneto, qualcuno ha deciso di strafare con le restrizioni, anche di fronte a possibilità concesse dal legislatore nazionale. Solo che a rimetterci sono i lavoratori».

Share
- Advertisment -

Popolari

Il Comune di Alpago cerca rilevatori per il censimento

All’Albo pretorio on line e sul sito istituzionale del Comune di Alpago, è stato pubblicato l'avviso pubblico di selezione per il conferimento di incarichi...

Contributo per avversità atmosferiche dal 28 al 30 agosto 2020. Domande entro venerdì 30 luglio 2021

La Regione del Veneto, con decreto del Presidente della Giunta Regionale n. 94 del 30 agosto 2020, ha riconosciuto lo "stato di crisi" per...

Danni da maltempo dicembre 2020. Parte la raccolta dati: i Comuni hanno tempo fino al 22 giugno

Nelle ultime settimane è stato nominato il commissario delegato all’emergenza meteo del 4-9 dicembre 2020, che in gran parte del Bellunese ha creato notevoli...

35esima edizione della Mostra dell’Artigianato di Feltre: presentato oggi il programma ufficiale nella Sala degli Stemmi del Palazzo Municipale

Si alza il sipario sull’edizione numero 35 della Mostra dell’Artigianato Artistico e Tradizionale Città di Feltre. Il programma della rassegna è stato presentato stamane...
Share