13.9 C
Belluno
giovedì, Aprile 15, 2021
Home Prima Pagina Scuole superiori chiuse tutto gennaio in Veneto e Friuli

Scuole superiori chiuse tutto gennaio in Veneto e Friuli

Le scuole superiori rimarranno chiuse in Veneto e anche in Friuli fino al 31 gennaio. Lo hanno deciso i due presidenti di regione Luca Zaia e Massimiliano Fedriga attraverso due nuove ordinanze.

“Il problema non sono i mezzi di trasporto – ha precisato oggi Zaia al consueto punto stampa di Marghera – Eravamo pronti per ripartire al 75% di capienza. Ma gli esperti ci dicono che non è prudente un ritorno in classe nelle prossime settimane”.

“In Veneto – ha proseguito il governatore – abbiamo una situazione atipica. Stiamo facendo restrizioni da 15 giorni e le curve non stanno scendendo, sono stabili. Facciamo in modo di ridurre al minimo le occasioni di incontro. Non dobbiamo mandare al collasso la sanità veneta”.

L’ordinanza della Regione Veneto riguarda 117mila studenti e 18mila addetti del personale scolastico. “Ogni volta che abbiamo trovato un positivo alle superiori – ha detto Luciano Flor, attuale direttore generale della Sanità della Regione Veneto nella diretta Facebook dal punto stampa di Marghera – sapevamo che c’era il 25% di probabilità che avesse già contagiato almeno un altro compagno di classe. Asili nido, elementari e medie avevano percentuali molto più basse, per questo resteranno in presenza”.

“Da quasi un mese in mezzo  – ha proseguito Flor – i ricoveri nei reparti di terapia non intensiva sono stabili. Vuol dire che c’è un equilibrio tra chi guarisce e i nuovi malati Covid. Nonostante la zona rossa degli ultimi giorni, questo dato non è migliorato e ci dice che avremo nuovi pazienti in rianimazione nelle prossime settimane. Oggi i ricoverati in rianimazione a livello regionale sono 378 (56 i posti letto in terapia intensiva ancora liberi in Veneto, su un totale di 700 posti disponibili), 330 i pazienti in terapia subintensiva. Non vogliamo ridurre altre attività ospedaliere extra-Covid. I pazienti sintomatici in isolamento domiciliare sono in media 2200 al giorno. A marzo chi era in isolamento veniva chiamato due volte al giorno. Oggi il numero delle persone in isolamento è molto più alto”.

 

 

Share
- Advertisment -

Popolari

Gara del gas. Indagine della Procura nei confronti del sindaco di Feltre Paolo Perenzin. Precisazioni delle opposizioni in consiglio comunale

Feltre, 15 aprile 2021 - In relazione alla incresciosa vicenda che vede coinvolto il sindaco di Feltre Paolo Perenzin per turbativa d’asta all’interno dell’inchiesta...

Premio Giorgio Lago, nuovi talenti del giornalismo 2021. Chiuso il bando. Studenti finalisti da tutto il Veneto

Sono 26 gli articoli selezionati e sottoposti ora al vaglio della giuria composta dalle firme più rappresentative del giornalismo veneto. I giovani delle ultime...

Calalzo, Tari ridotta alle imprese in difficoltà. De Carlo: “Piccolo, ma concreto segnale. Presentato un emendamento al DL Sostegni per estenderlo alle attività turistiche”

“Se ti chiude, non ti chiedo”: il senatore e sindaco di Calalzo di Cadore, Luca De Carlo, rimodula lo slogan delle manifestazioni organizzate da...

Incontro di saluto del sindaco Massaro con il prefetto Bracco

Belluno, 15 aprile 2021 - Breve incontro di saluto questa mattina a Palazzo Rosso tra il sindaco di Belluno Jacopo Massaro e il prefetto...
Share