13.9 C
Belluno
venerdì, Agosto 12, 2022
Home Cronaca/Politica Pirata della strada scaraventa a terra due ciclisti e provoca la caduta...

Pirata della strada scaraventa a terra due ciclisti e provoca la caduta di un motociclista

E’ successo alle ore 13:30 circa di ieri sulla strada regionale n.48 nel Comune di Livinallongo del Col di Lana. Un’auto a urtato due ciclisti che procedevano nello stesso senso di marcia scaraventandoli a terra dandosi poi alla fuga. In quel momento sopraggiungeva dall’altro lato della carreggiata un motociclista, che veniva colpito da una ruota staccatasi da una delle due biciclette e cadeva a terra.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri della Stazione di Arabba per i rilievi di legge. Uno dei due ciclisti, F.S. 53enne di Ascoli Piceno è stato soccorso dal personale sanitario e trasportato all’ospedale di Agordo con prognosi in corso di accertamento. Incolumi l’altro ciclista F.C. 52enne di Perugia e il motociclista P.C. 51enne di Venezia.

Sono in corso le indagini attraverso le telecamere di sorveglianza per l’identificazione del pirata della strada.

 

 

Share
- Advertisment -

Popolari

Eventi calamitosi del 2020: il Governo riconosce 1 milione di euro al Comune di Ponte nelle Alpi

Il Governo riconosce 1 milione di euro al Comune di Ponte nelle Alpi per gli eventi calamitosi del 29 agosto 2020. Quel giorno, una...

Interventi di soccorso in montagna

Belluno, 11 - 08 - 22 Verso le 15.20 l'elicottero di Dolomiti Emergency, alla centesima missione, è volato lungo il sentiero 215 che scende...

Carceri. Capece (Sindacato autonomo polizia penitenziaria) replica al capo delle carceri Renoldi: “L’iniziativa Ferragosto in carcere è sinonimo di ipocrisia istituzionale”

"Leggo con sgomento le dichiarazioni odierne del Capo del DAP dipartimento amministrazione penitenziaria Carlo Renoldi che dispone il Ferragosto in carcere per lui e...

Alberi monumentali. Anche il liriodendro di Buzzati nell’elenco delle piante del Comune di Belluno

“Dietro la vecchia casa di campagna, era già immenso e antico, quando io comparvi piccolo bambino”: così Dino Buzzati, nell’ultimo elzeviro da lui scritto...
Share