13.9 C
Belluno
sabato, Dicembre 3, 2022
Home Prima Pagina Ora è possibile dialogare con un funzionario dell'Inps tramite videochiamata

Ora è possibile dialogare con un funzionario dell’Inps tramite videochiamata

Da oggi in tutte direzioni provinciali INPS del Veneto (quindi, per il momento non nelle agenzie territoriali) è attiva la sperimentazione di una modalità di fruizione del servizio di informazione mediante videochiamata.
Il cittadino in possesso di PIN INPS, SPID, Carta Nazionale dei Servizi o Carta d’Identità Elettronica, che desidera prenotare un accesso tramite la app, il sito internet, il contact center, avrà la possibilità di scegliere tra tre modalità di erogazione del servizio: chiamata telefonica, accesso in sede o videochiamata.
All’atto della prenotazione di questa modalità di interazione, l’utente riceverà un avviso nella sua area riservata MyINPS del portale istituzionale, contenente i dettagli della prenotazione ed il collegamento da attivare all’orario prescelto. Riceverà, inoltre, un messaggio SMS contenente un codice che dovrà essere inserito al momento dell’avvio del web meeting, per essere accolto dal funzionario nella stanza virtuale.
Si tratta di una ottima opportunità per fruire dei servizi informativi dell’Istituto senza doversi recare allo sportello e nella massima sicurezza: è sufficiente avere un pc dotato di webcam o uno smartphone per poter dialogare con un operatore.

Il servizio di prenotazione obbligatoria di accesso al front end (accesso fisico in sede, ricontatto telefonico, web meeting) è attivabile tramite telefono, oppure APP “INPS mobile” – sezione “Sportelli di sede”. Per chi vuole utilizzare il telefono, è attivo il Contact Center, raggiungibile attraverso il numero verde 803.164 (per chi chiama da telefono fisso), oppure attraverso il numero 06.164.164 (per chi chiama da cellulare). Per coloro che non vogliono utilizzare il Contact Center, il servizio di prenotazione è fruibile anche tramite APP “INPS mobile” (scaricabile su Smartphone dagli store Apple e Android), nonché tramite il portale internet dell’Istituto, cliccando sulla sezione “Sportelli di sede”.

Per comprendere la platea potenzialmente interessata da questo tipo di servizio bastano i dati che seguono. Da gennaio a luglio di quest’anno, nonostante il lockdown, il numero degli utenti che si sono riversati presso gli sportelli delle sedi INPS in Veneto è stato comunque pari a ben 93.694. Lo scorso anno, senza lockdown, essi erano stati pari a 337.714. Le consulenze erogate sono state 16.357 (35.317 nel 2019 senza lockdown). In aggiunta agli sportelli tradizionali, il numero di telefonate di durata superiore a 10 secondi gestite dai numeri del presidio telefonico ulteriore (“COVID-19”), istituito ad hoc durante il lockdown, è stato pari a 119.325 per un monte ore pari a 10.166 ore di informazione erogata telefonicamente.

Share
- Advertisment -

Popolari

La Consulta e i vaccini * di Filiberto Dal Molin

Abbiamo avuto in questi giorni la ventura di sapere come si sono articolate le discussioni e le argomentazioni in tema di obbligo vaccinale anti...

Certificata la presenza della lontra europea in Comelico. De Bon: «Scoperta di grande rilievo. È una specie rara e un indicatore di eccellente qualità ambientale»

La lontra è tornata ad abitare il Bellunese. La scoperta è avvenuta attorno a metà novembre, grazie a una serie di ritrovamenti. L'animale, che...

Violenza sulle donne e lo scivolone della maggioranza * di Ilenia Bavasso

"Io so di non sapere". Ignoranza s. f. . – L’ignorare determinate cose, per non essersene mai occupato o per non averne avuto notizia: i....

Dalle grandi dimissioni all’abbandono silenzioso: le condizioni del lavoro nelle province di Belluno e Treviso

Ricerca della Cisl su un campione di 2.550 lavoratori e lavoratrici Un giovane su 6 ha cambiato lavoro nell'ultimo anno: 4.765 dimissioni volontarie nel primo...
Share