13.9 C
Belluno
martedì, Settembre 27, 2022
Home Prima Pagina Emergenza covid, ecco i numeri del contagio sui rientri dall’estero

Emergenza covid, ecco i numeri del contagio sui rientri dall’estero

Situazione epidemiologica (Dati aggiornati alle ore 8.00 di martedì 21 luglio 2020)
• numero persone COVID positivie alle ore 8.00 del 21/07: 16
• persone attualmente ricoverate: 3
• persone in sorveglianza attiva: 219
o soggetti in quarantena rientrati da paesi extra Shengen (vedi specifica sotto riportata): 100

Suddivisione per Paese di provenienza delle persone attualmente in quarantena

Albania: 23
Argentina : 1
Australia : 2
Belgio: 1
Bosnia ed erzegovina:2
Brasile: 4
Cameroon : 2
Canada: 1
Cile: 1
Cina: 5
Costa d’avorio: 1
Egitto: 2
Etiopia: 2
Filippine: 1
Liberia:1
Macedonia: 6
Marocco: 6
Moldavia: 5
Mozambico: 4
Peru: 1
Repubblica domenicana: 2
Russia: 1
Senegal 1
Serbia: 6
Singapore: 1
Stati uniti: 4
Thailandia: 1
Tunisia: 1
Turchia: 2
Ucraina: 10

Totale : 100

Si ricorda il numero Ulss dedicato alla presa in carico dei rientri dall’estero e più in generale alle info sul COVID:
0437 514343
attivo tutti i giorni dalle 8 alle 20

• Per i Paesi Extra Shengen: è prevista la quarantena di 14 giorni. Il Dipartimento provvede ad organizzare 2 tamponi: uno al momento della presa in carico (denuncia obbligatoria da parte delle persone fisiche al SISP) e uno al termine della quarantena.

• Per i Paesi Europei e quelli inclusi nell’accordo di Shengen: non è prevista la quarantena, ma in caso di contatto volontario da parte del cittadino che rientra in Italia viene proposta l’effettuazione del tampone al momento del rientro e il successivo automonitoraggio. In caso di comparsa di sintomi è l’interessato che viene istruito sull’attivazione al MMG e/o al SISP.

• Attualmente per 13 Paesi + 3 (Armenia, Bahrein, Bangladesh, Brasile, Bosnia-Erzegovina, Cile, Kuwait, Macedonia del Nord, Moldova, Oman, Panama, Perù, Repubblica Dominicana; Montenegro, Kosovo, Serbia) è fatto divieto di ingresso nel territorio italiano, esclusi i cittadini italiani e i viaggiatori per motivi di lavoro. A queste categorie di persone vengono attivati i tamponi e la quarantena, se dovuta.

Per le badanti che rientrano in Italia viene organizzato il tampone e la quarantena se provengono dai Paesi extra Shengen.

Per i viaggiatori verso i Paesi extra Shengen il cui motivo del viaggio sia, in via esclusiva e per tutta la durata del viaggio, lavorativo viene organizzato un tampone al cui esito, se negativo, rientrano al lavoro con DPI. Dopo 5/7 giorni il tampone viene ripetuto.

 

Share
- Advertisment -

Popolari

Elezioni politiche 2022. Maria Teresa Cassol (PD): “Partito Democratico da rifondare: si torni tra le gente, si parta dai giovani”

“I partiti, iniziando dal Partito Democratico, devono tornare a stare tra la gente: il PD è un grande partito, che va però rifondato identificando...

Politiche 2022. Osnato (FdI): “Una vittoria senza se e senza ma”. De Carlo: “5 anni fa eravamo al 4%, oggi in regione siamo al...

"Questa mattina, con dati ormai definiti, possiamo sicuramente trarre le prime considerazioni. Si tratta di una vittoria senza “se” e senza “ma”, che dimostra una...

Federica Lotti (flauto) e Massimo Somenzi (pianoforte) venerdì alle 20:30 al Liceo Lollino di Belluno

Al via la seconda parte della 69ma Stagione 2022 del Circolo Culturale Bellunese, sulle note del flauto di Federica Lotti, accompagnata al pianoforte da...

Nuova pista di atletica al Polisportivo di Belluno

Sono a buon punto i lavori al Polisportivo di Belluno: entro la settimana sarà terminata la posa della nuova pista di atletica. Il progetto,...
Share