13.9 C
Belluno
domenica, Aprile 11, 2021
Home Arte, Cultura, Spettacoli Tris di 100 all'Istituto 'Leonardo da Vinci' di Belluno. Eleonora Faè brilla...

Tris di 100 all’Istituto ‘Leonardo da Vinci’ di Belluno. Eleonora Faè brilla nella grafica multimediale

Eleonora Faè

Tris di 100 all’Istituto Leonardo Da Vinci. Doppietta di 100 all’esame di qualifica della Scuola di Estetica dell’Istituto Leonardo Da Vinci di Treviso e un 100, quella di Eleonora Faè, all’esame di qualifica del corso di Grafico Multimediale della sede di Belluno.

La giovane, di Cencenighe, ha brillato all’esame. “Una studentessa sempre impegnata e motivata – commenta il coordinatore dell’Istituto, David De Pra -, ha dato prova di come la scuola possa essere davvero vicina al mondo del lavoro e come il corso possa essere un valido volano verso le professioni legate alla grafica e alla multimedialità. Durante il periodo di stage a Radio Belluno, che ringraziamo, Eleonora è stata coinvolta in esperienze uniche per ragazzi della sua età dando sempre prova di grande entusiasmo”.

Faè si è presentata all’esame con una tesina sulla pubblicità declinata nelle forme del video, della fotografia e della grafica. “Mi sono anche collegata al brand Versace e ho approfondito la propaganda fascista che, in fin dei conti è stata una forma di pubblicità – spiega -, mi sono concentrata in particolare sugli eventi accaduti in quel periodo in Italia”. Il corso dura tre anni, permette di ottenere la qualifica di Grafico multimediale e di accedere, per chi vuole, ai percorsi di istruzione per il raggiungimento della maturità. “La qualifica è solo un primo traguardo – commenta De Pra -, molti ragazzi decidono poi di proseguire con gli ultimi due anni e con l’Università”. E così farà Faè. La giovane ha infatti deciso di proseguire per ottenere la maturità e di lavorare, poi, nel mondo della pubblicità e della comunicazione.

Per quanto riguarda la sede di Treviso, due studentesse su 16 hanno concluso il percorso professionale con il massimo dei voti, sono Giada Mazzarini e Giorgia Visentin. “Sono state davvero molto brave – commenta il coordinatore, David De Pra -, anche il resto della classe ha terminato bene i tre anni. Adesso per tutte si apre il mondo del lavoro o in alternativa l’anno di abilitazione professionale che permetterà loro di diventare imprenditrici nel settore del benessere e perché no di aprire in autonomia una loro attività. Nonostante il momento storico, il settore pare riprendersi e il prossimo anno scolastico avremo due classi di prima, è un bel segnale”

Share
- Advertisment -

Popolari

Dal 16 al 22 aprile statale chiusa a Gravazze per realizzazione sottopasso ciclabile

Santa Giustina - Inizieranno il 16 aprile i lavori per la realizzazione di un sottopasso ciclabile in località Gravazze, all’interno dell’importante opera inserita come...

Borgo Valbelluna: 31^ edizione del concorso letterario nazionale “Trichiana Paese del Libro”

L’Amministrazione comunale di Borgo Valbelluna ha reso pubblico il bando della 31^ edizione del Premio Letterario Nazionale “Trichiana Paese del Libro”, concorso per racconti...

La figura dell’OSSS, Operatore Socio Sanitario Specializzato, a metà tra OSS e infermiere * di Andrea Fiocco

Si fa sempre più pressante la richiesta da parte delle RSA di avviare la formazione dei cosiddetti OSS Specializzati o con formazione complementare, gli...

Il sentiero Italia Cai, oltre 7mila chilometri in 20 regioni. Martedì in edicola lo speciale di Meridiani montagne

Milano, 9 aprile 2021 - Uno Speciale di Meridiani Montagne in uscita martedì prossimo celebra, in anteprima, la nascita del Sentiero Italia CAI. Una storia italiana...
Share