13.9 C
Belluno
lunedì, Aprile 19, 2021
Home Prima Pagina Le nuove regole dal 4 maggio. Il messaggio del sindaco di Belluno...

Le nuove regole dal 4 maggio. Il messaggio del sindaco di Belluno Jacopo Massaro

Come sapete, il nuovo Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri detta regole nuove dal 4 maggio. Ho atteso finora per registrare un video di chiarimento perché immaginavo che ci sarebbero state ordinanze regionali. Il Veneto ne ha fatte addirittura tre in 48 ore, per cui è diventato molto difficile districarsi tra le norme. Cerco di fare un minimo di chiarezza sulle novità nazionali e su quelle regionali; la nuova ordinanza regionale ricalca in tutto il decreto nazionale, tranne che per alcuni aspetti (3 o 4 in tutto) che ho inserito tra parentesi quadre […].

1) Adesso è consentito spostarsi non più solo all’interno del proprio comune, ma della propria regione.
Le motivazioni sono sempre le stesse e cioè lavoro, salute e necessità.
2) Oltre ai motivi di necessità che conoscevamo già prima, come per esempio fare la spesa, si è aggiunta la possibilità di andare a trovare i congiunti. Chi sono i congiunti?
– parenti fino al sesto grado (ad esempio, i figli di cugini sono tra loro di parenti sesto grado);
– affini di quarto grado, come per esempio i cugini del proprio coniuge;
– affetti stabili, cioè la propria “morosa” o il proprio “moroso”.
3) Quando si sta al chiuso, come ad esempio in un negozio oppure in un autobus, occorre indossare sempre la mascherina che copre naso e bocca e avere addosso i guanti.
[In Veneto è necessario sempre avere la mascherina, i guanti o in alternativa il gel idroalcolico ANCHE all’aperto, ovviamente all’esterno della propria proprietà privata].
4) E’ possibile fare sport o attività motoria (passeggiate) esclusivamente:
– da soli;
– insieme alle persone con cui già conviviamo (non parenti o amici che non vivano con noi!);
– accompagnando minori;
– accompagnando persone non autosufficienti (per esempio persone con disabilità);
– nel caso dello sport, mantenendo la distanza sociale di 2 m;
– nel caso delle attività motorie, mantenendo la distanza sociale di un metro;
– [In Veneto, portando sempre la mascherina e i guanti o in alternativa il gel idroalcolico. Quando si fa sport che richiede impegno, è possibile togliere la mascherina, purché non ci sia nessuno intorno a noi. Appena terminata la parte più faticosa, va indossata di nuovo].
5) Progressivamente verranno riaperti i parchi e i Giardini, ma:
– solo per fare attività motoria o sportiva, con le accortezze del punto precedente
– non è possibile fare attività ludica o ricreativa, come per esempio picnic, prendere il sole o parlare sulle panchine;
– i giochi per bambini saranno chiusi.
6) Alcune attività commerciali e alcune attività produttive che sono indicate in alcuni allegati del decreto ricominceranno l’attività normale.
Quindi:
– le attività autorizzate potranno restare aperte normalmente [ma in Regione Veneto dovranno rimanere chiuse di domenica];
– le attività non autorizzate potranno lavorare sempre in smart working oppure effettuando consegna a domicilio
– [in Veneto nei negozi si potrà entrare soltanto uno per famiglia, oppure per accompagnando un minore di 14 anni o un disabile].
7) le attività di ristorazione, bar etc. potranno effettuare attività di consegna a domicilio oppure da asporto (take away).
Attenzione:
– Non è possibile consumare nel locale e neppure intorno. Occorre portare a casa ciò che si acquistato (vale anche per i gelati)
– [ in Veneto, le attività di asporto possono essere effettuate solo previa prenotazione telefonica o via internet, non andando sul posto ad ordinare].
Rispondo a qualche domanda frequente (FAQ):
1) NO, non si possono fare feste private o picnic; né al chiuso, nè all’aperto.
2) NO, non possiamo incontrarci con gli amici. Si può stare solo con i conviventi e si può andare a trovare i congiunti secondo le regole scritte sopra.
3) SI’, per fare sport e attività motoria posso spostarmi all’interno della regione con auto o bici o altro mezzo, perché non sono più tenuto a farlo sotto casa.
4) NO, i bambini fino ai 6 anni non sono obbligati a portare la mascherina.
5) SI’, è possibile recarsi al cimitero, ma sempre con le solite cautele: mascherina, guanti o gel idroalcolico, e senza entrare in contatto con altre persone.

Jacopo Massaro

Share
- Advertisment -

Popolari

Campagna vaccinale Ulss Dolomiti: vaccinati il 92% degli ultraottantenni in Provincia

Belluno, 19 aprile 2021 - Si è conclusa nel pomeriggio l'ultima giornata di accesso libero per gli over 80 a Tai di Cadore, con...

Sopralluogo alla frana di Valle di Cadore. Bortoluzzi: «Studiamo la situazione geologica per ipotizzare gli interventi più funzionali»

I tecnici incaricati dalla Provincia di Belluno hanno effettuato una serie di sopralluoghi a Valle di Cadore, lungo il versante sotto l'abitato di Costa...

Karrycar, il primo servizio on line per il trasporto auto in tutta Italia realizzato dalla startup bellunese Droop srl.

Belluno, 19 aprile 2021 - Spedire o ritirare un’auto da un punto all’altro dell’Italia non è mai stato così facile, veloce e conveniente. E’...

Superbonus 110%. Veneto in testa per numero di pratiche

Secondo i dati ENEA, nel Nordest, i crediti ceduti sono pari a 128 milioni di euro e il Veneto con 853 interventi asseverati è...
Share