13.9 C
Belluno
domenica, Gennaio 17, 2021
Home Lavoro, Economia, Turismo Ecco le attività produttive industriali tenute a dare comunicazione al prefetto

Ecco le attività produttive industriali tenute a dare comunicazione al prefetto

La Prefettura di Belluno comunica i nuovi adempimenti previsti nell’ultimo decreto in vigore da oggi. Il DPCM 22.03.20 dispone nuove misure sulle attività produttive industriali e commerciali.
Si rammenta al riguardo quanto segue:

per quanto concerne le comunicazioni al Prefetto della provincia dove è ubicata l’attività produttiva, previste dalla lettera d), relative alla prosecuzione delle attività funzionali ad assicurare la continuità delle filiere dei settori di cui all’allegato 1 del medesimo DPCM, dei servizi di pubblica utilità e dei servizi essenziali di cui alla legge n. 146/1990, si fa presente che le stesse dovranno essere inviate alla casella di posta elettronica certificata di questa Prefettura protocollo.prefbl@pec.interno.it, dal legale rappresentante della azienda interessata, indicando nell’oggetto “DPCM 22 marzo 2020 – Comunicazione attività”, utilizzando il modello pubblicato sul sito www.prefettura.it/belluno. Si precisa che nella comunicazione dovranno essere specificatamente indicate le imprese e le amministrazioni beneficiarie dei prodotti e servizi attinenti alle attività consentite.
In assenza di provvedimento di sospensione dell’attività da parte del Prefetto competente per territorio, essa è legittimamente esercitata sulla base della comunicazione resa.

Secondo quanto previsto dalla lettera g) del DPCM 22 marzo u.s., analoga comunicazione al Prefetto territorialmente competente dovrà essere presentata anche dai legali rappresentanti degli impianti a ciclo produttivo continuo presenti in provincia. Nella comunicazione dovrà essere indicato il grave pregiudizio o il pericolo di incidenti derivanti dall’interruzione dell’attività, sempre utilizzando il modello disponibile sul sito istituzionale della Prefettura. Fino all’adozione di eventuali provvedimenti di sospensione dell’attività, essa è legittimamente esercitata sulla base della dichiarazione resa.
In ogni caso NON è soggetta a comunicazione l’attività dei predetti impianti finalizzata a garantire l’erogazione di un servizio pubblico essenziale.

La lettera h) del DPCM prevede che le attività dell’industria dell’aerospazio e delle difesa, nonché le altre attività aventi rilevanza strategica per l’economia nazionale sono consentite previa autorizzazione del Prefetto ove sono ubicate le attività produttive. La relativa istanza dovrà essere presentata dai legali rappresentanti

Si sottolinea che la Prefettura di Belluno è competente solo per le attività produttive ubicate sul territorio della Provincia di Belluno.

Per le attività già espressamente autorizzate dall’art. 1, lett. a) del DPCM non è necessario compiere alcun adempimento formale.

Share
- Advertisment -

Popolari

Sopralluogo nelle ski aree. Bortoluzzi e De Toni: «Il sistema è in sofferenza. Per questo abbiamo varato la manovra da 500mila euro per gli...

Il turismo invernale è in netta difficoltà. E la Provincia ha voluto verificare la situazione. Nei giorni scorsi, i consiglieri provinciali Danilo De Toni...

Nevicate eccezionali. Vitturi (Lav): “Si sospenda immediatamente la caccia”

“Chiediamo al presidente Zaia un rapido intervento per mettere in sicurezza gli animali sospendendo immediatamente la caccia nelle province interessate dall’emergenza ambientale – dichiara...

Feltre, cestini e cassonetti rifiuti. Forlin: “Insufficienti nel numero e per celerità di svuotamento”

"E’ datata 02/04/2018 l'interpellanza presentata dalla sottoscritta alla attuale amministrazione con la richiesta di implementazione dei cestini presenti in città di Feltre, sia per...

Accordo Enel-Provincia. Vivaio: “Dieci anni di incontri e manifestazioni stanno iniziando a dare qualche risultato”

Dopo anni di battaglie sembra si stia prendendo la direzione giusta. L'accordo Enel-Provincia si sta indirizzando nel verso giusto, con un piano di manutenzione...
Share