13.9 C
Belluno
venerdì, Ottobre 30, 2020
Home Cronaca/Politica Controlli coronavirus. 32 pattuglie della Guardia di finanza su strada nell’intero...

Controlli coronavirus. 32 pattuglie della Guardia di finanza su strada nell’intero territorio provinciale e 17 pattuglie del Soccorso Alpino S.A.G.F.

Belluno, 20 marzo 2020 – Dall’ 11 marzo scorso, sono state impiegate su strada 32 pattuglie della Guardia di Finanza nell’intero territorio provinciale, da sommare a 17 ulteriori pattuglie del Soccorso Alpino – S.A.G.F. – di Cortina d’Ampezzo e di Auronzo di Cadore presso i principali sentieri turistici di montagna delle Dolomiti bellunesi. Complessivamente, sono stati effettuati oltre 370 controlli, sia nei confronti di persone fisiche che di esercizi commerciali, al fine di verificare il corretto adempimento delle disposizioni limitative contenute nel D.P.C.M. attualmente in vigore, constatandone una generalizzata corretta attuazione da parte della popolazione controllata. Due persone sono state segnalate alla locale Autorità Giudiziaria, una residente a Cortina d’Ampezzo, in quanto veniva ritrovata per strada senza alcun giustificato motivo di necessità, e l’altra residente a Santa Giustina, che giustificava il suo spostamento per motivi di lavoro, circostanza smentita dal contestuale riscontro effettuato dalla pattuglia operante.

Il personale impiegato nei dispositivi di controllo è chiamato a svolgere un’azione prioritariamente preventiva e/o di comunicazione piuttosto che repressiva, fungendo da valido collettore di adeguata informazione alla cittadinanza, senza tuttavia tralasciare la dovuta attenzione verso condotte palesemente sanzionabili.

Sono state, altresì, controllate 15 farmacie e 3 parafarmacie della provincia di Belluno, senza rilevare rincari ingiustificati sui prezzi di articoli di prima necessità, quali mascherine e gel igienizzante per mani, prodotti,peraltro, a detta degli stessi esercenti, al momento di difficile reperibilità.

Eventuali segnalazioni di episodi di interesse per la Guardia di Finanza, in ragione delle peculiari funzioni di Polizia economico – finanziaria, potranno essere fatte contattando telefonicamente il numero di pubblica utilità “117”, attivo tutti i giorni dell’anno, 24 ore su 24.

Le menzionate attività a tutela della collettività proseguiranno, a cura dei Reparti dipendenti dal Comando Provinciale di Belluno, per tutto il periodo dell’emergenza sanitaria.

La Guardia di Finanza, infatti, quale Forza di Polizia economico-finanziaria, coerentemente alle esigenze di emergenza nazionale, ha provveduto ad adeguare il proprio dispositivo di vigilanza a sostegno della cittadinanza e delle più generali esigenze di ordine e di sicurezza pubblica, assicurando il supporto all’attuazione delle misure di contenimento dell’emergenza epidemiologica contenute nei decreti del Presidente del Consiglio dei Ministri. Vengono, infatti, svolti, tra l’altro, controlli sull’osservanza delle chiusure degli esercizi commerciali, degli obblighi di permanenza presso i domicili, dei movimenti di persone, dei divieti di assembramento in luoghi pubblici o aperti al pubblico, nonché in relazione a possibili pratiche anticoncorrenziali ed a manovre speculative sui prezzi connesse all’aumento della richiesta, sul mercato privato e pubblico, di dispositivi di protezione individuale, di agenti biocidi e di elettromedicali.

Share
- Advertisment -


Popolari

L’Alto Adige si adegua. Sabato scatta il coprifuoco anche per loro

Chi aveva programmato la cena sabato sera dai vicini in Alto Adige, dovrà rinviare. Il governatore Kompatscher ha stabilito che dal 31 ottobre anche...

Ancora i ladri d’oro in azione, tre furti nel Feltrino

Tre furti denunciati ai carabinieri nella giornata odierna nel Feltrino. Tutti e tre gli episodi sono successi ieri sera con le consuete modalità (effrazioni...

Nuovo sfregio ai fiocchi rosa dell’Ados in piazza dei Martiri

Ancora vandali in azione in Piazza dei Martiri a Belluno. E' la seconda volta da quando sono stati installati per le celebrazioni dell'Ottobre in...

Le “Puttane” di Maria Giovanna Maglie in libreria, per conoscere il sesso a pagamento senza ipocrisie. Dai bordelli sumeri, a Santa Teodora, da internet,...

In Italia mediamente 16 milioni di uomini ogni anno pagano per il sesso e il 70% ha famiglia ed è sposato. Tra questi 1.596.992...
Share