13.9 C
Belluno
venerdì, Ottobre 23, 2020
Home Cronaca/Politica Dal "Fondo Letta" risorse per la ripresa. De Menech: «In media 1 milione...

Dal “Fondo Letta” risorse per la ripresa. De Menech: «In media 1 milione a Comune. Con il ministero stiamo accelerando perché i bandi siano pronti il prima possibile»

«Stiamo accelerando le procedure perché alla fine dell’emergenza Coronavirus siano pronti i bandi a cui potranno accedere i comuni di confine con il Friuli Venezia Giulia. Le risorse da erogare valgono in media 1 milione di euro per ciascun Comune». I finanziamenti sono quelli previsti dal cosiddetto Fondo Letta, istituito nel 2007, poi interrotto e infine riattivato nella precedente legislatura.

Il deputato veneto Roger De Menech sta seguendo la procedura, chiedendo ai funzionari del ministero Affari Regionali di fare tutto il possibile per completare l’iter il più velocemente possibile. I finanziamenti sono stati stanziati nelle leggi di bilancio, ma per sbloccarli sono necessari alcuni passaggi: un decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri che Conte ha siglato un paio di settimane fa; il parere favorevole della Conferenza permanente Stato Regioni, ormai pronto, e infine il parere delle Commissioni parlamentari di Camera e Senato. «Dovevano essere pronti in queste settimane», dice De Menech, «ma ovviamente ci siamo tutti concentrati sull’emergenza COVID-19. Contiamo comunque di preparare gli atti e di andare in commissione a brevissimo, così poi sarà immediatamente possibile pubblicare i bandi».

Al “Fondo per le aree svantaggiate di confine” possono accedere i 20 Comuni piemontesi che confinano con la Regione Valle d’Aosta e i 27 Comuni veneti confinanti con il Friuli Venezia Giulia. La modalità di erogazione è attraverso bando, ma le maglie sono abbastanza larghe, ricorda De Menech: «I bandi riguardano investimenti per lo sviluppo economico e sociale e quindi è possibile finanziare sia lavori pubblici su infrastrutture (strade, reti energetiche, ecc.), sia opere pubbliche quali scuole, edifici, impianti sportivi. I fondi sono destinati ai comuni confinanti, ma nulla vieta a questi di fare progetti di area vasta che comprendano più enti beneficiari ma anche coinvolgendo Comuni non di confine».

Giovedì scorso a Roma il deputato veneto ha incontrato i funzionari del ministero Affari Regionali. Sarà il ministero attraverso un proprio dipartimento a predisporre i bandi e a seguire tutte le procedure successive alla pubblicazione, compresa l’erogazione dei fondi.

«Come detto, la disponibilità è di circa 50 milioni di euro, poco più di un milione di euro per ciascun Comune», afferma De Menech. «Risorse che contribuiranno a far ripartire un pezzo del nostro paese dopo lo stop causato dal coronavirus».

L’elenco dei 27 comuni veneti che potranno accedere ai bandi per accedere al Fondo per le aree svantaggiate di confine. Sono 12 in provincia di Belluno, 8 in provincia di Treviso e 7 in provincia di Venezia.

Comune

Provincia

1

Alpago

BL

2

Annone Veneto

VE

3

Chies d’Alpago

BL

4

Cinto Caomaggiore

VE

5

Cordignano

TV

6

Domegge di Cadore

BL

7

Fossalta di Portogruaro

VE

8

Fregona

TV

9

Gaiarine

TV

10

Gorgo al Monticano

TV

11

Gruaro

VE

12

Longarone

BL

13

Lorenzago di Cadore

BL

14

Mansuè

TV

15

Meduna di Livenza

TV

16

Ospitale di Cadore

BL

17

Perarolo di Cadore

BL

18

Pieve di Cadore

BL

19

Portobuffolè

TV

20

Pramaggiore

VE

21

San Michele al Tagliamento

VE

22

Santo Stefano di Cadore

BL

23

Sarmede

TV

24

Soverzene

BL

25

Tambre

BL

26

Teglio Veneto

VE

27

Vigo di Cadore

BL

 

Share
- Advertisment -


Popolari

Aperto alla Fiera di Padova il Salone auto e moto d’epoca. Inaugurazione ufficiale venerdì mattina alle 11

Oggi è il giorno di Auto e Moto d’Epoca a Padova. Uno dei più importanti appuntamenti internazionali dedicati ai veicoli storici apre i...

Ordinanza sugli orari di sale slot. Il Tar dà ragione al Comune di Belluno e respinge la richiesta di sospensiva

Nuova vittoria del Comune di Belluno al tribunale amministrativo in materia di gioco d'azzardo: la Terza Sezione del TAR Veneto ha infatti respinto la...

Stefano Bellotto è il nuovo presidente di Adiconsum

Stefano Bellotto è il nuovo presidente di Adiconsum Belluno Treviso, l'Associazione dei consumatori promossa dalla Cisl. 50 anni, trevigiano, residente ad Auronzo di Cadore,...

A Cancia è arrivata la briglia “Sabo dam”. Bortoluzzi: «Entro fine anno l’installazione»

Lavori in dirittura d'arrivo a Borca di Cadore. Nei giorni scorsi è arrivata la struttura componibile della briglia "Sabo dam", l'opera principale dell'imponente lavoro...
Share