13.9 C
Belluno
domenica, Novembre 29, 2020
Home Prima Pagina Coronavirus. 486 adesioni alla chiamata delle aziende sanitarie. Un totale di 1.011...

Coronavirus. 486 adesioni alla chiamata delle aziende sanitarie. Un totale di 1.011 rinforzi

Venezia, 17 marzo 2020  –  Produce evidenti effetti l’avviso pubblico di manifestazione d’interesse per formare elenchi di medici disponibili a lavorare nelle aziende sanitarie della Regione Veneto, emesso l’11 marzo scorso, con incarichi libero professionali o di collaborazione coordinata e continuativa per dare man forte ai colleghi in servizio impegnati a fronteggiare l’emergenza coronavirus.

Alle 525 assunzioni di varie figure professionali della sanità, già decise con procedura d’urgenza dal presidente della Regione Luca Zaia, nella sua veste di soggetto attuatore per il Veneto dell’emergenza coronavirus nazionale, con questa nuova operazione se ne aggiungono altre 486, per un totale di 1011.

“Più di mille rinforzi al personale che si sta sacrificando a ogni livello – ha fatto notare Zaia facendo il punto della situazione di oggi – sono una massa critica importante, linfa vitale per i nostri ospedali, che abbiamo ricercato con ogni mezzo possibile, attraverso varie azioni di reclutamento che stanno dando esiti confortanti. Ognuna di queste figure, o è già entrata in attività, o lo farà in tempi brevissimi: a ore, al massimo in pochi giorni”.

“Non sono assunzioni a caso – ha tenuto a specificare l’Assessore alla Sanità Manuela Lanzarin – ma basate sulle richieste che ci arrivano dalle varie Ullss. Segnalo l’importanza del fatto che, tra queste nuove figure, ci sono 21 anestesisti rianimatori, preziosi per dare aiuto sul fronte più caldo: le terapie intensive”.

L’Azienda Zero, che sta gestendo giorno per giorno questa partita, ha comunicato l’andamento delle adesioni dell’avviso pubblico di manifestazione d’interesse per formare elenchi di medici disponibili a lavorare nelle aziende sanitarie della Regione Veneto. Si tratta di 196 medici, 290 figure del personale del comparto tra cui 194 infermieri, 60 tecnici di radiologia e 17 tecnici di laboratorio.

RISPOSTE AL BANDO AZIENDA ZERO PER LE ASSUNZIONI STRAORDINARIE PERSONALE

196 medici

n. 23 pensionati
n. 62 abilitati
n. 53 medici specialisti
n. 58 specializzandi

(fra questi, presenti 21 anestesisti-rianimatori)

290 personale del comparto

n. 14 assistenti sanitari
n. 194 infermieri
n. 17 tecnici laboratorio
n. 60 tecnici radiologia
n. 5 tecnici prevenzione

Il totale OPERATORI (medici + personale comparto) che finora hanno risposto al bando è di:

TOTALE = 486

Nota: manifestazioni d’interesse aggiornate alle 20 del 15/03/2020

 

Share
- Advertisment -

Popolari

Centralizzazione delle concessioni idroelettriche. De Carlo: “Strategia contro il territorio che annulla ogni forma di rappresentanza”

“La proposta di centralizzazione delle concessioni idroelettriche avanzata dal Partito Democratico fa parte di una strategia contro il territorio che punta ad annullare ogni...

Idroelettrico. Bond (FI): «Il tentativo di romanizzare le grandi concessioni è scandaloso. Mi opporrò senza se e senza ma»

«Chi vuole riproporre la centralizzazione della gestione idroelettrica fa il male della montagna. Il tentativo di espropriare i territori delle loro ricchezze, in questo...

Centralizzazione delle concessioni idroelettriche. Bona: “Il governo punisce la montagna”

«Si è capito che questo governo ce l'ha con le regioni e con i territori periferici. Dopo il silenzio sull'autonomia, dopo i tentativi di...

Arrestato uno straniero di Sedico. Doveva scontare la pena di 2 anni e 10 mesi per rapina e lesioni

Nella serata di ieri, venerdì 27 novembre, i carabinieri di Pieve di Cadore con il Nucleo investigativo di Belluno, hanno arrestato Burlac Michail 19enne...
Share