13.9 C
Belluno
domenica, Novembre 29, 2020
Home Lavoro, Economia, Turismo Sei borse di studio della Fondazione Alessio per gli studenti dell’ITIS Segato

Sei borse di studio della Fondazione Alessio per gli studenti dell’ITIS Segato

Istituto tecnico industriale statale “G.Segato” – Belluno

Un connubio felice tra scuola e mondo del lavoro: ecco quanto sperimentato dagli studenti
dell’indirizzo Tecnologia dell’occhiale dell’ITIS Segato impegnati nelle scorse settimane nella creazione di un occhiale personalizzato nell’ambito di un progetto di alternanza scuola-lavoro avviato in collaborazione con Simona Agnoli dell’Area Formazione di Certottica e con il designer Fabio Stramare.

Sotto la guida dei professori Michele Zancanaro e Andrea Trinceri, i ragazzi e le ragazze della 3a A hanno potuto esprimere la loro creatività e mettere in gioco le loro competenze occupandosi in prima persona di tutte le fasi della realizzazione del loro personalissimo occhiale, dalla sua ideazione e progettazione in laboratorio, fino alla produzione in officina.
Da questa esperienza è nata l’idea di “Fondazione Alessio” di bandire un concorso a favore degli studenti del corso: la ONLUS fondata per ricordare Alessio Tisot e nata per dare un riconoscimento al lavoro scolastico individuale, premierà sei studenti con altrettante borse
di studio del valore variabile dai 350 ai 100 euro.

“I ragazzi”, spiega il prof. Zancanaro, “saranno chiamati a realizzare a mano un modello di
occhiale secondo quanto indicato direttamente in sede di concorso e potranno così
mostrare le capacità acquisite a lezione e durante l’alternanza alla quale si sono dedicati
con grandissimo entusiasmo”.

Nel ringraziare la Fondazione, la dirigente del Segato, Ilaria Chiarusi, osserva come si tratti
del primo corso del genere a livello nazionale, seguito più di recente da quello del Galilei di
Milano, con il quale siamo è nato un contatto: “si tratta di un corso strettamente collegato
al territorio e in grado di fornire strumenti e competenze oggi richiestissimi dal distretto
dell’occhiale bellunese. I dati ci confermano che i diplomati di questo indirizzo, così come
quelli delle altre specializzazioni dell’Istituto, trovano facilmente lavoro nelle aziende locali
– e non solo – subito dopo la maturità. Un risultato straordinario che comprova la validità di
questi percorsi, capaci di formare figure professionali di alto livello”.

Share
- Advertisment -

Popolari

Belluno, controlli anticovid del sabato sera. Assembramenti in via Sottocastello. Sanzionati due locali

Continuano in modo serrato i servizi straordinari interforze di controllo del territorio disposti in sede di Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica...

Centralizzazione delle concessioni idroelettriche. De Carlo: “Strategia contro il territorio che annulla ogni forma di rappresentanza”

“La proposta di centralizzazione delle concessioni idroelettriche avanzata dal Partito Democratico fa parte di una strategia contro il territorio che punta ad annullare ogni...

Idroelettrico. Bond (FI): «Il tentativo di romanizzare le grandi concessioni è scandaloso. Mi opporrò senza se e senza ma»

«Chi vuole riproporre la centralizzazione della gestione idroelettrica fa il male della montagna. Il tentativo di espropriare i territori delle loro ricchezze, in questo...

Centralizzazione delle concessioni idroelettriche. Bona: “Il governo punisce la montagna”

«Si è capito che questo governo ce l'ha con le regioni e con i territori periferici. Dopo il silenzio sull'autonomia, dopo i tentativi di...
Share