13.9 C
Belluno
venerdì, Ottobre 30, 2020
Home Prima Pagina Consegnato il ricavato della 25ma edizione del Giro del Lago di Santa...

Consegnato il ricavato della 25ma edizione del Giro del Lago di Santa Croce

Il 2019 del comitato Alpago 2 ruote & solidarietà si chiude con la consegna ufficiale del ricavato della 25.ma edizione del Giro del Lago di Santa Croce all’Associazione Cucchini e alla Via di Natale, le due realtà che sono un punto di riferimento nell’assistenza al malati oncologici e ai loro familiari, con le quali da tempo il comitato collabora.

Complessivamente alle due associazioni sono andati 35.343 euro, vale a dire 17.671,5 euro a testa. È questo il ricavato dell’evento andato in scena lo scorso agosto, un evento che ha fatto registrare il record di partecipazione, richiamando ben 5.049 concorrenti tra ciclisti, podisti e pattinatori. La consegna è avvenuta martedì 17 dicembre, nella sede della Cucchini, a Belluno.

«È il modo migliore per chiudere quest’annata così intensa che ci ha visto celebrare, con una partecipazione mai vista, l’edizione del quarto di secolo» ha affermato Ennio Soccal, presidente del Comitato Alpago 2 ruote & solidarietà nel consegnare l’assegno a Paolo Colleselli, presidente dell’associazione Cucchini, e ad Antonio Barattin, rappresentante della Via di Natale. «Grazie è la parola che voglio dire a ognuno dei partecipanti, arrivati da diverse regioni italiane, a ognuno dei tanti volontari che hanno collaborato al Giro del Lago e agli sponsor, grazie al sostegno dei quali riusciamo a devolvere l’intero ricavato delle iscrizioni a Cucchini e Via di Natale». «Siamo già al lavoro per l’edizione del 2020» ha detto ancora Soccal. «L’appuntamento è per domenica 16 agosto».

«Un ringraziamento davvero sentito agli organizzatori del Giro» ha detto Paolo Colleselli, presidente della Cucchini. «Assistenza, consegna degli ausili e formazione sono i pilastri della nostra attività, attività resa possibile dalle tante donazioni, come quella del Giro del Lago».

«Grazie al Comitato Alpago 2 ruote & solidarietà, per quello che avete fatto ma anche per quello che, sono sicuro, saprete fare in futuro» così Antonio Barattin. «Il legame tra l’Alpago, il Giro e la Via di Natale è fortissimo. Per la Via di Natale è indispensabile perché vive di soli contributi privati».

«Insieme si possono ottenere grandi cose» ha detto Paolo Capraro, in rappresentanza del Centro servizi volontariato. «Insieme è la parola chiave per eventi come il Giro ma più in generale per guardare al futuro del nostro territorio, un territorio bellissimo ma che rischia di essere sempre più periferico»

«Lo sport può contribuire a risolvere le difficoltà del tessuto sociale» ha affermato il presidente di Aics Belluno, Davide Capponi. «Sostenere iniziative di questo tipo è doveroso».

Nella foto:  da sx Paolo Coleselli – Ennio Soccal – Antonio Barattin

I vincitori di “Sport & Solidarietà”, il concorso fotografico legato al Giro del Lago di Santa Croce

Martedì 17 dicembre, accanto alla consegna del ricavato del Giro del Lago di Santa Croce all’Associazione Cucchini di Belluno e alla Via di Natale di Aviano, il Comitato Alpago 2 ruote & solidarietà ha premiato anche i vincitori del concorso fotografico “Sport & Solidarietà”, proposto in occasione della 25.ma edizione.

A vincere è stata l’immagine dal titolo “Goal!”, scattata da Lucia Petti di Siena. Secondo posto per il bellunese Emanuel Chiesura, con la fotografia “Mototerapia”, terzo per Mario Vazza, anch’egli bellunese, con “Qualcuno con cui correre”.
Ai tre vincitori sono andati dei prodotti tecnici offerti da Vitec Imaging Solutions (marchi Manfrotto, JOBY e Lowepro).

Prima classificata: LUCIA PETTI di Murlo, Siena
Titolo dell’opera: Goal!
La fotografia è stata scelta e premiata come prima classificata perché mette in rilievo come lo sport spesso possa essere realmente solidarietà, intesa come capacità di superare insieme limiti e ostacoli. Oltre al tema, ai componenti la giuria è piaciuta molto anche la composizione della foto, composta nella linea verticale.

Seconda classificata: EMANUEL CHIESURA di Ponte nelle Alpi, Belluno
Titolo dell’opera: Mototerapia
La fotografia è stata scelta e premiata come seconda classificata sia per il corretto uso della tecnica fotografica del “panning” che per la composizione impeccabile nella griglia dei terzi fa di questa foto un immagine molto equilibrata. Nello scatto si trasforma un sport tradizionalmente solitario come il motociclismo in un’attività di coppia che permette anche ai più piccoli e alle persone con disabilità di provare le emozioni di questo sport

Terza classificata: MARIO VAZZA, di Belluno
Titolo dell’opera: Qualcuno con cui correre
La foto è stata scelta e premiata per il messaggio metaforico e il paesaggio: lo sport, e in questo caso particolare proprio il Giro del Lago di Santa Croce, come unione tra persone, sport e generazioni diverse, con l’adulto che “guida” il bambino, sostenendolo e aiutandolo nella scoperta della strada giusta.

 

 

 

Share
- Advertisment -


Popolari

L’Alto Adige si adegua. Sabato scatta il coprifuoco anche per loro

Chi aveva programmato la cena sabato sera dai vicini in Alto Adige, dovrà rinviare. Il governatore Kompatscher ha stabilito che dal 31 ottobre anche...

Ancora i ladri d’oro in azione, tre furti nel Feltrino

Tre furti denunciati ai carabinieri nella giornata odierna nel Feltrino. Tutti e tre gli episodi sono successi ieri sera con le consuete modalità (effrazioni...

Nuovo sfregio ai fiocchi rosa dell’Ados in piazza dei Martiri

Ancora vandali in azione in Piazza dei Martiri a Belluno. E' la seconda volta da quando sono stati installati per le celebrazioni dell'Ottobre in...

Le “Puttane” di Maria Giovanna Maglie in libreria, per conoscere il sesso a pagamento senza ipocrisie. Dai bordelli sumeri, a Santa Teodora, da internet,...

In Italia mediamente 16 milioni di uomini ogni anno pagano per il sesso e il 70% ha famiglia ed è sposato. Tra questi 1.596.992...
Share