13.9 C
Belluno
giovedì, Ottobre 22, 2020
Home Cronaca/Politica Referendum sulla legge elettorale, il Pd non partecipa al voto: "Proposta già bocciata...

Referendum sulla legge elettorale, il Pd non partecipa al voto: “Proposta già bocciata dal Consiglio regionale, il provvedimento di oggi era inammissibile”

Venezia, 17 dicembre 2019  –  “Quando un provvedimento viene respinto dal Consiglio, non esiste più. Solo le Regioni che hanno votato a favore della proposta referendaria possono andare avanti, non il Veneto”.

È quanto dichiara in una nota il gruppo consiliare del Partito Democratico che oggi non ha partecipato al voto sulla Pda leghista sulla promozione di un conflitto di attribuzioni tra organi costituzionali legata al referendum per l’abrogazione della quota proporzionale.

Stefano Fracasso – consigliere regionale Pd

“Dopo tre mesi i promotori di un referendum si accorgono che l’eventuale risultato della consultazione produrrebbe una legge inapplicabile, errore ampiamente ribadito da noi come dai nostri colleghi delle altre Regioni – attacca il capogruppo Stefano Fracasso – Le leggi elettorali richiedono dei requisiti specifici al fine di superare il vaglio di inammissibilità tra cui quello di essere autosufficiente e non è questo il caso. Siamo di fronte a un triplo pasticcio: nella proposta in sé, nella pretesa che il Parlamento faccia quello che vogliono i promotori del referendum e nella discussione di un provvedimento dopo una sonora bocciatura del Consiglio. Per fortuna è una proposta che difficilmente passerà il vaglio della Consulta, tante chiacchiere per un tentativo bulgaro che mi auguro finisca nel cestino”.

 

Claudio Sinigaglia, consigliere regionale Pd

Duro il giudizio del consigliere Claudio Sinigaglia: “La proposta di referendum è stata bocciata in data 4 novembre. Di fronte a un atto che viene respinto, quello che accade oggi non ha senso: è inaccettabile e inammissibile. Ci sono delle regole scritte nello Statuto e nel Regolamento che sono state violate, è un precedente che mina le regole democratiche del nostro Consiglio oltre alla sua credibilità”. Sulla stessa lunghezza d’onda il collega Andrea Zanoni: “Questa deliberazione è illegittima a norma dello Statuto ed è grave che nella relazione accompagnatoria non si faccia menzione all’esito della votazione del 4 novembre con cui la richiesta di referendum è stata bocciata”.

 

 

Francesca Zottis

Per Francesca Zottis “è assurdo che la Lega voglia coinvolgere l’intero Consiglio in quella che è una necessità partitica. Siamo di fronte a un iter di per sé poco legittimo e politicamente poco opportuno. Viene chiesto all’aula di acclamare un provvedimento che serve solo alla Lega veneta per dire ‘esistiamo anche noi'”.

“Questa proposta è un albero che nasce storto e cresciuto peggio, con il voto di oggi stiamo facendo ‘el tacon pezo del buso’. È un modo di procedere assolutamente sbagliato e perciò non saremo della partita”, ha concluso la vice capogruppo Orietta Salemi, annunciando la mancata partecipazione al voto.

Share
- Advertisment -


Popolari

Zaia presenta la giunta al consiglio regionale: 60mila posti di lavoro a rischio. Questa sarà una legislatura sociale

Venezia, 21 ottobre 2020  “Lavoro, economia, occupazione e servizi sociali saranno, oltre alla sanità, la vera sfida per questa giunta. Una sfida che si...

Ultimissime dai carabinieri

I carabinieri di Cencenighe hanno denunciato per detenzione di sostanza stupefacenti due fratelli agordini di 24 e 25 anni. La perquisizione fatta nella giornata...

Confermata l’Ex tempore di scultura in centro Belluno

All’insegna della prudenza, con qualche doverosa rinuncia, lo svolgimento dell’Ex Tempore di Scultura su Legno è confermato. Consorzio e Amministrazione Comunale hanno condiviso l’opportunità di...

Chiuse le elementari di Cortina. Trasferiti 10 ospiti dal Centro servizi di Ponte nelle Alpi. Nuove modalità di accesso ai drive-in

Quattro maestre della scuola primaria "Duca d'Aosta" di Cortina d'Ampezzo sono risultate positive al covid, pertanto il sindaco Gianpietro Ghedina ha pubblicato oggi l'ordinanza...
Share