13.9 C
Belluno
venerdì, Aprile 23, 2021
Home Cronaca/Politica Referendum sulla legge elettorale. Salemi (PD): "Incredibile autogol della maggioranza con Zaia...

Referendum sulla legge elettorale. Salemi (PD): “Incredibile autogol della maggioranza con Zaia grande assente. Non passa il diktat di Capitan Salvini”

Orietta Salemi, consigliere regionale Pd

Venezia 4 ottobre 2019  –  “Clamoroso autogol della maggioranza, forse andata in confusione dopo la prima sberla della Cassazione. È incredibile, dopo aver fatto un’operazione di pura propaganda politica in fretta e furia per compiacere Salvini, oggi la maggioranza è andata sotto sulla richiesta di referendum abrogativo della quota proporzionale dalla legge elettorale. Zaia avrebbe dovuto presentarsi in aula, ora il Veneto diventa la pecora nera delle otto regioni che avevano fatto a gara, come soldatini, a rispondere ‘signorsì’ al loro Capitano”.

Così Orietta Salemi, vice capogruppo del Partito Democratico commenta l’incredibile bocciatura della richiesta di referendum abrogativo promossa dalla Lega.

“Una marcia forzata inutile. La Cassazione aveva confermato quello che avevamo detto un mese fa: questa non è un’iniziativa di consultazione popolare, bensì di pura propaganda. La Corte ha eccepito non solo su interi commi dell’articolato, ma addirittura sull’oggetto della richiesta referendaria, chiedendo che i cittadini siano consapevoli di ciò che andranno scegliere nell’urna. Certo, più che una scheda elettorale è un lenzuolo a due piazze, basta spiegare il foglio: li sfidiamo a leggere dettagliatamente articoli e commi per poi votare secondo scienza e coscienza. Se è legittimo passare da un sistema all’altro, optando per un maggioritario puro, che però potrebbe dare il 100% dei seggi a un’unica forza come neanche in Bulgaria prima della caduta del Muro di Berlino, occorre farlo con le procedure previste e i tempi necessari per un approfondimento e confronto – insiste Salemi – Questo invece non è avvenuto, le otto Regioni promotrici hanno semplicemente risposto a un diktat, facendo una corsa a chi votava per prima in aula. Ma in Veneto sono deragliati, vista l’assenza, oltre che del governatore, anche dei suoi ‘Fratelli d’Italia’”.

Share
- Advertisment -

Popolari

No paura day 2. Sabato ore 16 a Belluno piazza dei Martiri. Il dissenso alla manifestazione di Botteghe aperte Dolomiti

Belluno 23 aprile 2021 – Domani pomeriggio alle ore 16 si terrà la manifestazione No paura day 2 in piazza dei Martiri a Belluno....

Scuole. Superiori con prime e quinte in presenza al 100% le altre classi al 70%. Trasporti con Dolomitibus al 50%. Situazione Covid

Belluno, 23 aprile 2021 - Da lunedì 26 aprile nelle scuole superiori la didattica in presenza sarà al 70% con priorità alle prime e...

Eventi culturali a Borgo Valbelluna

Il Premio Letterario Nazionale “Trichiana Paese del Libro”, fiore all’occhiello delle iniziative in Sinistra Piave, vede confermata la presenza dello scrittore veneziano Tiziano Scarpa...

Concluso il corso internazionale per maestri gelatieri: nove i diplomati, provenienti dal Marocco

Padrin: «Un esperimento riuscito che porterà in giro per il mondo una delle grandi eccellenze bellunesi» Nove nuovi maestri gelatieri del Marocco, diplomati con successo...
Share