13.9 C
Belluno
martedì, Marzo 2, 2021
Home Cronaca/Politica Manutenzione del verde e sfalci. Giannone: "Pronti due bandi per quasi 430mila...

Manutenzione del verde e sfalci. Giannone: “Pronti due bandi per quasi 430mila euro”

Biagio Giannone, assessore

Con l’arrivo della primavera, si alzano i ritmi di lavoro per la manutenzione del verde e per gli sfalci sul territorio comunale: in arrivo due bandi, per un totale di quasi 430mila euro nel bienni, per la cura dell’erba e delle siepi nelle aree pubbliche. Tra le novità di questi contratti biennali, l’aumento degli importi (circa 80mila euro in più rispetto all’accordo precedente, 40mila per anno) e la suddivisione del comune in 6 aree, anziché in due sole zone.

«In vista del nuovo contratto biennale per manutenzione verde e sfalci, abbiamo deciso di proporre una formula che potesse garantire la giusta attenzione anche alle periferie. – spiega l’assessore Biagio Giannone – La suddivisione del territorio comunale in sei aree, anziché in due mazi-zone, ci porterà una qualità migliore del lavoro, oltre ad una maggior possibilità di controllo e di intervento, Questa decisione è nata anche grazie all’ascolto dei cittadini, che chiedono particolare attenzione agli sfalci, e speriamo di essere così riusciti ad ottimizzare il settore e gli interventi».

Belluno Est e Belluno Ovest
160mila euro di lavori, 80mila all’anno, per le aree Belluno Est (Castionese) e Belluno Ovest: i luoghi coperti da questo servizio saranno asili e scuole, i parchi e le aree verdi, le pertinenze dei cimiteri e la viabilità del centro abitato, individuato con apposita cartografia. Già pubblicata la determina, nei prossimi giorni sarà online anche il bando di gara sul MEPA – Mercato elettronico della pubblica amministrazione: «Ci saranno quindici giorni di tempo per aderire e vi potranno partecipare le aziende che si erano dichiarate interessate dopo la nostra manifestazione di interesse dello scorso febbraio», spiega l’assessore alle manutenzioni, Biagio Giannone.

Le novità
A queste, per la prima volta si aggiungono altre quattro zone: Sinistra Piave 1 (Castion centro, Cirvoi, Sossai, Col Cavalier, Visome, Cet, Castionese Ovest e Sud) e 2 (Via Meassa, Pedecastello, Nevegal, Vena d’oro, Via Miari, Ronce, strade bianche), e Destra Piave 1 (Veneggia, Safforze, Cavarzano, Cusighe, Nogarè, San Pietro in Campo, Sopracroda, Safforze, Fiammoi, Zona Industriale Veneggia, Col Fiorito, Fisterre, Travazzoi, Bolzano Bellunese) e 2 (Marisiga, Mussoi, Salce, Mier, Mares, Tisoi, Orzes, Gresal, Vignole, Col da Ren, Giamosa). «In questo modo, – spiega Giannone – potremo servire meglio le frazioni e il Nevegal: particolare attenzione sarà infatti data alla nostra Alpe, con tre sfalci previsti, e alla zona di Levego e Sagrogna».
Per questo bando, ci sarà da attendere ancora qualche settimana, e l’importo di gara complessivo previsto si aggira per ogni anno sui 135mila euro (68 e 66mila euro all’anno per area).

 

Share
- Advertisment -

Popolari

Sostituzione dell’Iban in fattura, l’ultima truffa degli hacker

E' un lavoro di studio e pazienza, come il gatto immobile che attende la sua preda, quello messo in atto dagli hacker per porre...

Accordo tra Prefettura e Camera di Commercio. Il prefetto Bracco e il presidente Pozza con il digitale per il territorio e la tutela della...

Belluno, 01 Marzo 2021. Tre applicativi per visualizzare graficamente le correlazioni tra soggetti e aziende iscritte nel Registro Imprese, la possibilità di monitorare nel tempo...

Trovato senza vita il giovane di Sedico assente da sabato mattina

Sospirolo (BL), 01 - 03 - 21  Purtroppo è stato ritrovato senza vita Tiziano Soppelsa, 26enne di Sedico che era uscito dalla propria abitazione...

Incendio a Mezzocanale di Val di Zoldo

Val di Zoldo, I° marzo 2021 - Due elicotteri della Regione Veneto sono in azione per lo spegnimento dell’incendio boschivo divampato nella tarda mattinata...
Share