13.9 C
Belluno
domenica, Febbraio 28, 2021
Home Cronaca/Politica Autonomia. Il Capo dello Stato risponde a Zaia e a Padrin: "Non...

Autonomia. Il Capo dello Stato risponde a Zaia e a Padrin: “Non posso esprimermi, di questo si stanno occupando Governo e Parlamento. Sulle Olimpiadi assicuro tutto il sostegno e l’appoggio possibile”

Il Capo dello Stato Sergio Mattarella a Belluno il 12 marzo 2019

“Non posso esprimermi sui problemi evidenziati dal presidente della Regione e dal presidente della Provincia, dei quali si stanno occupando Governo e Parlamento”. Risponde così il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella alla richiesta di autonomia del Veneto e anche della provincia di Belluno rivoltagli dal governatore del Veneto Luca Zaia e sulla questione dei mutamenti climatici accennato dal presidente della Provincia Roberto Padrin. “Abbiamo bisogno del suo aiuto – ha detto Zaia al Capo dello Stato – autonomia e olimpiadi sono le due grandi partite”, chiedendo un’autonomia per la Regione di fare le leggi e dei territori di amministrarsi. Pieno accoglimento del Capo dello Stato, invece, del secondo punto, le Olimpiadi invernali del 2026 con candidatura Milano-Cortina. “Sono un’occasione di grande importanza non solo per le regioni della Lombardia e del Veneto, ma per l’intera Italia – ha detto Mattarella – e per questo assicuro tutto il sostegno e l’appoggio possibile”.

Come da programma, il Capo dello Stato Sergio Mattarella ha fatto il suo ingresso puntuale a mezzogiorno al Teatro Comunale di Belluno il cui accesso era stato riservato ai politici, parlamentari, consiglieri e assessori regionali, sindaci dei Comuni alluvionati, autorità civili e militari, volontari, soccorritori e stampa.

Dopo l’esibizione di apertura del coro Arcobaleno di Limana e il video sull’alluvione di 4 mesi fa, a dare il benvenuto al Presidente della Repubblica è stato il sindaco di Belluno Jacopo Massaro, che ha idealmente accostato nel suo discorso, il modo di fare della gente di montagna, laborioso e silenzioso, allo stile del Presidente Mattarella. Di seguito sono intervenuti il presidente della Provincia Roberto Padrin che aveva ricevuto in mattinata la visita del Capo dello Stato al Cimitero monumentale delle Vittime del Vajont a Fortogna. Ivo Gasperin, della Protezione civile dell’Ana (Associazione Nazionale Alpini) che ha ricordato il lavoro dei “suoi” 3mila volontari ricevendo l’elogio personale del Capo dello Stato. E il dottor Thierry Robert Luciani, il previsore dell’Arpav che durante l’emergenza maltempo al Centro di coordinamento soccorsi dell’aeroporto di Belluno aveva studiato mappe, diagrammi ed evoluzioni delle perturbazioni che poi avrebbero colpito la provincia di Belluno. “Non avevo mai visto una cosa del genere, 750 mm d’acqua più dell’alluvione del 1966, più della quantità di pioggia di un anno a Roma, con venti di oltre 200 Km/h”. Luciani ha sottolineato che sono state salvate molte vite grazie alle previsioni e alla reattività di chi aveva il compito di decidere, in particolare il Prefetto di Belluno. Due ragazzini provenienti dalle zone maggiormente colpite dall’alluvione hanno portato la loro testimonianza. E in chiusura c’è stata l’esibizione degli artisti bellunesi con il brano “Alziamo la Voce”, un progetto di raccolta fondi per il territorio della provincia di Belluno, da un’idea di Alessandro Casol, Davide De Faveri e Andrea Albano.

(rdn)

I video:

Pubblicato da Roberto De Nart su Martedì 12 marzo 2019

Pubblicato da Roberto De Nart su Martedì 12 marzo 2019

Pubblicato da Roberto De Nart su Martedì 12 marzo 2019

Pubblicato da Roberto De Nart su Martedì 12 marzo 2019

Share
- Advertisment -

Popolari

L’assessore Lanzarin risponde sui 52 milioni destinati alle Ulss venete, esclusa Belluno

Dopo le varie proteste per i mancati stanziamenti della Regione Veneto all'Ulss 1 Dolomiti (nulla dei 52 milioni), nell'ordine, quella del sindaco di Belluno...

Italia Polo Challenge. Questa mattina la sfilata in centro Cortina preceduti dai carabinieri a cavallo

Italia Polo Challenge, evento che conferma il polo ‘on snow’ tra gli appuntamenti sportivi più attesi di Cortina d’Ampezzo, prosegue, seppure a porte chiuse,...

Attraversamenti faunistici. De Bon: «Obiettivo sicurezza, per gli automobilisti e per gli animali»

Provincia di Belluno e Veneto Strade sono al lavoro per prevenire gli incidenti stradali che coinvolgono la fauna selvatica. Negli ultimi vent'anni infatti sono...

Il saluto al nuovo direttore generale dell’Ulss 1 Maria Grazia Carraro

L’Ordine dei Medici e degli Odontoiatri della Provincia di Belluno dà il benvenuto alla dottoressa Maria Grazia Carraro, che per i prossimi 5 anni sarà...
Share