13.9 C
Belluno
domenica, Febbraio 28, 2021
Home Cronaca/Politica Zanoni (PD): "La nuova legge sulla falconeria va fermata: mette a rischio...

Zanoni (PD): “La nuova legge sulla falconeria va fermata: mette a rischio la fauna selvatica”

Andrea Zanoni, consigliere regionale

Venezia, 24 gennaio 2019  –  “La nuova legge sulla falconeria mette a rischio la fauna selvatica, è un provvedimento che va assolutamente stoppato”. È netto il giudizio del consigliere del Partito Democratico Andrea Zanoni sul Pdl 99, in discussione martedì prossimo in aula, che va a modificare la legge regionale sulla falconeria.

“Le criticità principali riguardano la possibilità di allenare e addestrare i falchi, utilizzati a scopo venatorio, addirittura con la predazione anche nei periodi di chiusura della caccia: è un pericoloso allargamento delle maglie, dove a rimetterci saranno come al solito gli animali selvatici, che dovrebbero essere difesi in quanto patrimonio dell’intera collettività”.

“Un falco, per natura animale predatore d’eccellenza, non conosce certo l’elenco delle specie cacciabili e protette, si fionda addosso alle prede indipendentemente dal loro ‘status’, a differenza del cacciatore che può decidere a chi sparare. Equiparare, di fatto, le due attività è quindi assurdo. Trovo inoltre pericolose le norme che prevedono l’utilizzo dei falchi tutto l’anno, inclusa la primavera, quando molti giovani esemplari di uccelli difficilmente potrebbero scampare agli artigli di questi formidabili rapaci – evidenzia Zanoni – Si tratta dell’ennesimo regalo della maggioranza a chi vede la natura solo come un qualcosa da predare. Purtroppo siamo abituati al loro comportamento, sorprende invece il voltafaccia dei colleghi Cinque Stelle che in campagna elettorale si ergono ipocritamente paladini degli animali e dell’ambiente e in commissione Agricoltura si astengono su un provvedimento del genere, mentre noi abbiamo votato contro”.

“Adesso – conclude Zanoni – la battaglia si sposta in aula, dove presenterò emendamenti per cancellare queste norme che a mio avviso potrebbero anche essere considerate incostituzionali soprattutto per quanto riguarda la predazione nei periodi di caccia chiusa. Inoltre chiederò di inserire un divieto esplicito per la falconeria nelle aree protette della Rete Natura 2000, riserve e parchi naturali regionali”.

Share
- Advertisment -

Popolari

Conclusa l’Italia Polo Challenge Cortina 2021

Cortina d'Ampezzo, 28 febbraio 2021  -  Giocatori e cavalli protagonisti di Italia Polo Challenge Cortina 2021 lasciano la vallata ampezzana con la soddisfazione di aver...

Due interventi del Soccorso alpino

Belluno, 28 - 02 - 21   Attorno alle 12.40 l'elicottero del Suem di Pieve di Cadore è intervenuto nel comune di Tambre, per uno...

Grubissa (Federfarma) chiede un confronto al nuovo direttore generale della Ulss Dolomiti Maria Grazia Carraro

La distribuzione dei farmaci sul territorio, la collaborazione in occasione di campagne di prevenzione, le difficoltà di gestione della ricetta dematerializzata e l'erogazione dei...

L’assessore Lanzarin risponde sui 52 milioni destinati alle Ulss venete, esclusa Belluno

Dopo le varie proteste per i mancati stanziamenti della Regione Veneto all'Ulss 1 Dolomiti (nulla dei 52 milioni), nell'ordine, quella del sindaco di Belluno...
Share