13.9 C
Belluno
giovedì, Aprile 22, 2021
Home Cronaca/Politica Bando Periferie “salvo”. Massaro: "Soddisfatto, con cautela, per l'esito. Con oggi approvati...

Bando Periferie “salvo”. Massaro: “Soddisfatto, con cautela, per l’esito. Con oggi approvati tutti i progetti”

Jacopo Massaro

È arrivata nella tarda serata di martedì la mediazione che di fatto salva i fondi per il Bando Periferie: niente soluzione nel Milleproroghe, ma si attende un decreto apposta per il recupero di 800 milioni di euro per il finanziamento del progetto.

«Sono soddisfatto per l’esito dell’incontro, ottenuto grazie al grande impegno di noi sindaci e di ANCI, un risultato ottenuto grazie all’impegno trasversale dei primi cittadini di tutto il territorio nazionale. – commenta il sindaco di Belluno, Jacopo Massaro – Certo è che è sconfortante e scoraggiante quanto abbiamo vissuto come comuni nell’ultimo mese, tra parlamentari impreparati, spiragli di dialogo seguiti da chiusure decise e un compromesso all’ultimo minuto».
Da parte del primo cittadino c’è comunque ancora grande cautela: «Non conosciamo né il contenuto né i tempi di questo decreto. – sottolinea Massaro – Si è parlato di 7-10 giorni, e speriamo possa essere così; bisogna però fare chiarezza sullo “spalmamento” dei fondi in tre anni per i comuni che ne avranno necessità. Che significa? Si finanzieranno tutti i progetti esecutivi, ci sarà una scala di priorità o che altro? Non possiamo cantare vittoria fino a quando non avremo il decreto in mano, nero su bianco».

Se venisse confermata l’intenzione di finanziare fin da subito i progetti già esecutivi, per il Comune di Belluno sarebbe un successo: «Nella seduta di questo pomeriggio approveremo gli ultimi due progetti esecutivi mancanti, quello relativo all’ex chiesa dei Gesuiti e quello della Mediateca delle Dolomiti a Palazzo Crepadona. – annuncia Massaro – I progetti saranno subito inviati alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, anche questa volta con alcuni giorni di anticipo rispetto alla scadenza dei termini».

«Ora non ci resta che attendere con ansia questo decreto che certifica lo “scongelamento” dei fondi. – conclude Massaro – Visto quanto accaduto nelle ultime settimane, chiediamo ai nostri parlamentari di vigilare affinché il documento rispetti le reali necessità dei comuni, da quelle economico-finanziarie alle tempistiche. L’Italia e gli italiani non possono più correre rischi o perdere tempo».

Share
- Advertisment -

Popolari

25 aprile, anniversario della Liberazione. La cerimonia si svolgerà on line senza pubblico

Domenica 25 aprile ricorre il 76° anniversario della Liberazione. Anche quest'anno, alla luce delle disposizioni normative collegate all'emergenza epidemiologica da Covid-19, la cerimonia si...

Bando Habitat di Fondazione Cariverona. Il Comune di Belluno cerca associazioni partner

In occasione della Giornata mondiale della terra, il Comune di Belluno pubblica l'avviso pubblico per ricercare nuove associazioni che affianchino le realtà già impegnate...

Concorso Destinazione Europea di Eccellenza 2022. L’UE rinnova il concorso EDEN per premiare le città pioniere del turismo sostenibile

Bruxelles, 22 aprile 2021 - Oggi la Commissione Europea ha lanciato il concorso Destinazione Europea di Eccellenza (EDEN) 2022. Questa iniziativa premia i migliori...

Vespa festeggia i suoi 75 anni e supera il traguardo dei 19 milioni di esemplari prodotti

Pontedera, 22 aprile 2021 - Vespa festeggia 75 anni e raggiunge lo straordinario traguardo dei 19 milioni di esemplari prodotti a partire dalla primavera...
Share