13.9 C
Belluno
sabato, Giugno 25, 2022
Home Arte, Cultura, Spettacoli Appuntamenti Una pasquetta da "scienziati" in Val Canzoi

Una pasquetta da “scienziati” in Val Canzoi

Val Canzoi – Cesiomaggiore

Cosa proporre in famiglia invece della solita scampagnata con picnic a Pasquetta? Una originale giornata da “scienziati” nella splendida cornice della Val di Canzoi. Definita “porta di ingresso a tre paradisi naturali” (Vette Feltrine, Cimònega e altipiano di Erera – Brendòl) è indubbiamente uno dei luoghi più conosciuti e visitati del Parco Nazionale delle Dolomiti Bellunesi. Il sentiero natura della Val Canzoi è un percorso ad anello che offre una notevole gamma di opportunità per effettuare osservazioni naturalistiche, grazie anche ai diffusi pannelli didattici che spiegano le caratteristiche più interessanti della valle sotto il profilo geologico, botanico e faunistico. Questa facile escursione priva di dislivello rappresenta uno dei cavalli di battaglia fra le proposte di “Al Parco con mamma e papà”, il programma di escursioni guidate e attività ludico-didattiche per bambini e famiglie, anziani, persone diversamente abili o che hanno difficoltà a camminare e anche per chi, semplicemente, ama visitare luoghi speciali e belli senza fare troppa fatica proposte gratuitamente a partire dal periodo pasquale in diverse località del Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi (dalla Val del Mis alla Valle Imperina e alle new entry della Foresta di Cajada e della Val del Grisol).

Andrea Serena – esperta guida della Cooperativa Mazarol, l’associazione che da anni si occupa della gestione e animazione culturale e che proprio per i servizi di Educazione Ambientale ed Escursionismo possiede il marchio di qualità del Circuito Carta Qualità del Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi – ha accolto un gruppo di ospiti, tutti provenienti dalla provincia di Belluno, presso il Centro di Educazione Ambientale “La Santina”. Da qui è cominciata la visita di ambienti di indubbio interesse botanico e faunistico: le spiegazioni dettagliate di Andrea Serena hanno permesso alla variegata platea composta da mamme, papà, bimbi e cane di osservare la Val Canzoi da un punto di vista diverso. Non è sempre possibile avere a disposizione una guida che immerge le mani negli acquitrini per scovare i tricotteri o per smuovere le foglie ed individuare le larve di salamandre! Grazie al suo contagioso entusiasmo, questi “scienziati” sono sicuramente tornati a casa arricchiti di nuove conoscenze.

Il prossimo appuntamento con “Scienziati per un giorno in Val Canzoi” è previsto per martedì 25 aprile con ritrovo alle ore 10 presso il Centro di Educazione Ambientale del Parco Nazionale delle Dolomiti Bellunesi “La Santina”. Per prenotazioni ed informazioni ci si può rivolgere al numero 329.0040808 oppure dare un’occhiata al sito www.mazarol.net e alla pagina Facebook “Mazarol – Guide Naturalistiche”.
Larixa

Nella foto: Attento pubblico in modalità ascolto (ph Larissa Roncaglia)

Share
- Advertisment -

Popolari

Tutto quello che c’è da sapere sul Nevegal * di Jacopo Massaro

"Circa 20 giorni fa abbiamo ufficialmente portato a casa 300.000 euro da parte della Regione per lo sviluppo del Nevegal". Ne dà notizia Jacopo Massaro...

La Leggenda di Bassano, prima tappa

Dopo il ritrovo per le verifiche in Villa Ca’ Cornaro di questa mattina e un veloce brunch ad anticipare il saluto del presidente del...

Il sindaco di Belluno De Pellegrin ha consegnato copia della Costituzione ai neo diciottenni alla Sagra del Campanot

Ieri sera, giovedì 23 giugno, il sindaco Oscar De Pellegrin ha accolto l'invito della Pro Loco Pieve Castionese, impegnata nella sagra del Campanot. Come da...

Detenzione e spaccio di stupefacenti. Un ventenne agli arresti domiciliari

La sera di mercoledì 22 giugno, la Squadra Mobile e le Volanti della Questura di Belluno hanno arrestato un giovane per detenzione di stupefacenti...
Share