13.9 C
Belluno
domenica, Aprile 11, 2021
Home Prima Pagina Coppa d’oro delle Dolomiti. Casali (Meet): “Nessun allarme sui pagamenti all’Automobile Club Belluno....

Coppa d’oro delle Dolomiti. Casali (Meet): “Nessun allarme sui pagamenti all’Automobile Club Belluno. Abbiamo pagato e salderemo tutto il dovuto”

Alessandro Casali
Alessandro Casali

“Il pagamento da parte di Meet di quanto dovuto all’Auomobile Club Belluno per Coppa d’Oro delle Dolomiti non è mai stato in discussione. Abbiamo pagato il 2015 e lo stesso faremo per il 2016”.

È pacata ma ferma la risposta di Alessandro Casali, presidente del comitato organizzatore della Coppa d’Oro e di Meet, la società vincitrice del bando che ha in gestione la Coppa dal 2013. Indiscrezioni apparse ieri sulla stampa locale, infatti, riferivano di un consiglio direttivo dell’Automobile Club Belluno ai ferri corti nel quale la linea morbida della presidenza è stata messa in minoranza dalla corrente più intransigente che ha determinato l’avvio dell’azione legale nei confronti della società Meet presieduta da Casali.

“Contrariamente a quanto ho letto in una nota dell’Automobile Club Belluno – prosegue Casali – il pagamento del 2015 è avvenuto a prescindere dal decreto ingiuntivo, tanto è vero che è stato fatto prima che ci arrivasse . Certo, ci sono stati dei ritardi, dovuti a fattori oggettivi e di cui l’Ac Belluno era perfettamente al corrente perché i contatti sono permanenti e collaborativi. Per il 2016 nessuno mette in dubbio il pagamento di quanto previsto, abbiamo solo chiesto, come è normale in queste situazioni, una modulazione delle rate in funzione dei contributi. Tutto qua. Insomma non c’è materia di contenzioso ma solo di confronto sereno sui tempi.”
“Tutto questo – aggiunge Casali – nonostante sia incontestabile che l’offerta fatta nel 2013 (140mila euro ndr), superiore al doppio della base d’asta, era molto alta soprattutto tenendo conto che la situazione economica generale negli anni si è fatta ancora più critica. Avremmo potuto tirare i remi in barca e fare il minimo indispensabile, invece abbiamo investito molto per la promozione e l’ internazionalizzazione della manifestazione e quindi del territorio. Il risultato è che quest’anno abbiamo avuto equipaggi da dodici Paesi e una risposta stampa altissima, con oltre 300 articoli e servizi sui principali telegiornali”.

“ Credo – conclude Casali – che questa sia la cosa più importante per tutti coloro che amano la Coppa d’Oro. Per il resto, da parte nostra, resta la massima volontà di collaborazione, confronto e impegno. Fuori da ogni polemica, per il bene della Coppa d’Oro”.

 

Share
- Advertisment -

Popolari

Dal 16 al 22 aprile statale chiusa a Gravazze per realizzazione sottopasso ciclabile

Santa Giustina - Inizieranno il 16 aprile i lavori per la realizzazione di un sottopasso ciclabile in località Gravazze, all’interno dell’importante opera inserita come...

Borgo Valbelluna: 31^ edizione del concorso letterario nazionale “Trichiana Paese del Libro”

L’Amministrazione comunale di Borgo Valbelluna ha reso pubblico il bando della 31^ edizione del Premio Letterario Nazionale “Trichiana Paese del Libro”, concorso per racconti...

La figura dell’OSSS, Operatore Socio Sanitario Specializzato, a metà tra OSS e infermiere * di Andrea Fiocco

Si fa sempre più pressante la richiesta da parte delle RSA di avviare la formazione dei cosiddetti OSS Specializzati o con formazione complementare, gli...

Il sentiero Italia Cai, oltre 7mila chilometri in 20 regioni. Martedì in edicola lo speciale di Meridiani montagne

Milano, 9 aprile 2021 - Uno Speciale di Meridiani Montagne in uscita martedì prossimo celebra, in anteprima, la nascita del Sentiero Italia CAI. Una storia italiana...
Share