13.9 C
Belluno
domenica, Aprile 18, 2021
Home Lettere Opinioni Appello in difesa della Ulss n.2 di Feltre del Movimento Cittadinanza e...

Appello in difesa della Ulss n.2 di Feltre del Movimento Cittadinanza e partecipazione

cittadinanza e partecipazioneIl Movimento Cittadinanza e partecipazione scrive all’ assessore regionale Gianpaolo Bottacin e al consigliere regionale Franco Gidoni in difesa dell’Ulss 2 di Feltre

Illustrissimi,
scriviamo questo appello in quanto fortemente preoccupati dai contenuti del PDL n. 23 sul
riordino della sanità veneta che il Consiglio Regionale si appresta a varare. Come ben sapete l’ Ulss 2 di
Feltre serve un territorio totalmente montano, ma non solo ha una valenza extra-provinciale e extraregionale,
voi per primi che vivete nella nostra provincia conoscete quali siano le difficoltà della
montagna, ci è dunque davvero incomprensibile come questa riforma possa applicare alla montagna la
stessa logica usata per la pianura. Il rischio concreto, come già accaduto in passato proprio in provincia
dopo la chiusura di alcune Ulss, è quello di un progressivo ridimensionamento e indebolimento dei
nosocomi, con la conseguente perdita di numerosi servizi, il tutto a discapito dei nostri cittadini.
La Conferenza dei Sindaci dell’Ulss Feltrina ha elaborato e fatto prevenire una proposta di emendamento
al progetto di legge, chiedendo il mantenimento dell’ Ulss di Feltre e formulando una proposta articolata di
modello di sanità per la montagna veneta, basata sulla necessità di mantenere adeguati servizi sociosanitari
in un territorio che si caratterizza per la sua estensione, la difficoltà di collegamenti, la bassa
densità abitativa e l’età avanzata della popolazione.
L’emendamento è stato sottoscritto da 120 Associazioni di volontariato fortemente rappresentative e
radicate nel territorio nonché anche da molti Sindaci dell’Agordino e del Cadore.
Ci teniamo a ricordare non da ultimo, il documento votato dalle Conferenza dei Sindaci dell’ Ulss 1 e 2 a
favore della permanenza di due Ulss in Provincia.
Pregiatissimo Gianpaolo Bottacin e Pregiatissimo Franco Gidoni, appellandoci al vostro ruolo
istituzionale, evidenziando come siate la più autorevole rappresentanza territoriale dell’intera provincia di
Belluno in senno al Consiglio Regionale del Veneto, vi chiediamo di sostenere l’emendamento sopracitato
e al momento del voto di votare a favore della difesa della sanità nel nostro territorio e nella nostra
montagna.
Cittadinanza e Partecipazione

Share
- Advertisment -

Popolari

Accordo Confartigianato-Feinar-Volksbank per il Superbonus 110%. D’Incà: «Una risposta ai nostri associati e al territorio bellunese

Confartigianato Belluno ha sottoscritto ieri (venerdì 16 aprile) un importante accordo con Feinar e Volksbank per semplificare l'accesso al Superbonus 110%. La convenzione prevede...

Sopralluogo al lago di Centro Cadore. La Provincia studia un intervento di pulizia simile a quello avviato a Santa Croce. Bortoluzzi: «Fondamentale per la...

La Provincia di Belluno sta studiando un intervento di pulizia del lago di Centro Cadore, simile a quello avviato qualche settimana fa a Santa...

Restaurate tre cornici dell’Ottocento del patrimonio artistico del San Martino, grazie al Centro Consorzi di Sedico

Belluno, 16 aprile 2021 - Sono state riportate al loro splendore tre cornici storiche, che racchiudono dipinti dell’ottocento del patrimonio artistico dell'ospedale "San Martino"...

La storia di 4 partigiane. Berton (Confindustria): “Donne e libertà, esempi per non dimenticare”

Una iniziativa di Confindustria Belluno e Isbrec a 76 anni dalla Liberazione. Lunedì 19 aprile la presentazione del libro "La casa in montagna" con...
Share