13.9 C
Belluno
mercoledì, Novembre 25, 2020
Home Cronaca/Politica Abuso d'ufficio e falso in atto pubblico, il Movimento 5 Stelle chiede...

Abuso d’ufficio e falso in atto pubblico, il Movimento 5 Stelle chiede le dimissioni di Padrin

Roberto Padrin, sindaco di Longarone
Roberto Padrin, sindaco di Longarone

90 sono stati i licenziamenti effettuati, nel corso di quest’anno, nel settore della pubblica istruzione perché i neoassunti in ruolo hanno prodotto una dichiarazione non vera, ovvero di non aver riportato condanne penali e/o di non essere destinatari di procedimenti che riguardassero l’applicazione di misure di sicurezza e di prevenzione, di decisioni civili e provvedimenti amministrativi iscritti nel Casellario Giudiziario ai sensi delle vigenti normative.

Di contro, nello stesso periodo, le dimissioni di politici rinviati a giudizio per falso in atto pubblico sono pari a zero.

Non fa eccezione Roberto Padrin, sindaco di Longarone nonché vice presidente della provincia, accusato e rinviato a giudizio per abuso di ufficio e falso in atto pubblico per aver ricoperto impropriamente il doppio incarico di sindaco e addetto stampa dell’ente Fiera di Longarone.

A fronte di tutto ciò, al di là delle voci isolate di Antonio Romanin e Celeste Levis, la politica locale tace e nessuno ritiene sollevare, quantomeno per ragioni di opportunità e correttezza istituzionale, la questione e chiedere a Padrin un giusto passo indietro e le conseguenti dimissioni dai suoi incarichi.

I Gruppi Consiliari M5S di Belluno, Feltre e Cadore chiedono che Padrin si dimetta al più presto dai delicati incarichi istituzionali che ricopre considerati gli addebiti avanzati dalla Procura della Repubblica bellunese e per i quali è in corso un processo.

 

Share
- Advertisment -

Popolari

Incendio distrugge una abitazione ad Umin di Feltre

Feltre, 24 novembre 2020 Dalle ore 17, i vigili del fuoco sono impegnati per domare  l’incendio sviluppatosi in una casa in via Umin, 5...

Zaia presenta in diretta Facebook l’ordinanza breve valida dal 25 novembre al 4 dicembre

Sarà in vigore da domani, mercoledì 25 novembre, fino a venerdì 4 dicembre. Il 3 dicembre dovrebbe uscire il nuovo Dpcm valido per l'intero...

Flavia Monego: «Il ruolo della donna nel mondo del lavoro è sempre più difficile»

«Mi sono insediata un mese fa e ancora non mi capacito di quanto lavoro ci sia da fare per contrastare e prevenire la violenza...

Violenza donne. In Veneto 3.174 vittime accolte nei centri. Lanzarin: “Prosegue l’impegno finanziario per sostenerli”

Venezia, 24 novembre 2020  Sono 3.174 le donne seguite con percorso specifico dai Centri antiviolenza del Veneto in tutto l’anno scorso. Una flessione minima, 82...
Share