13.9 C
Belluno
sabato, Novembre 28, 2020
Home Arte, Cultura, Spettacoli Appuntamenti Giovedì 19 maggio a Pedavena "La cengia de L'Adriano". Un film per...

Giovedì 19 maggio a Pedavena “La cengia de L’Adriano”. Un film per riscoprire uno dei luoghi piu’ selvaggi delle Dolomiti Bellunesi

Croda Auta con la Cengia de l'Adriano leggeraNelle Dolomiti Bellunesi, a Croda Auta, nel Gruppo dello Schiara Talvena, c’è una linea di rara bellezza, aggrappata alla roccia e sospesa su 400 metri di vuoto, ambita da molti e percorsa da pochi: un viaggio sull’abisso, alla ricerca di se stessi. Tre amici, vecchi compagni di avventure in montagna, decidono di esplorarla: il piu’ anziano gia’ la conosce e sa come districarsi nel folto e ripido bosco che conduce alla cengia, al difficile passaggio chiave per rimontarla; il piu’ giovane non si accontenta di salirla, vuole anche ricostruirne la storia e le leggende, soprattutto le gesta di chi per primo volle affrontarla: si scoprono cosi’ le vicende dell’intrepido Cavaliere del lavoro, Adriano Pasqualin (da cui il nome della cengia) che la percorse con un compagno di caccia all’inseguimento di un camoscio e quelle di un gruppo di amici di Igne, in Val Zoldana, che in una stagione del 1952 si fecero intrepidi teleferisti e boscaioli.

Vittorino Mason
Vittorino Mason

Questa bella storia, nel settembre del 2015, e’ divenuta un film, costruito con cura e dedizione per sette anni dall’alpinista scrittore Vittorino Mason di Castelfranco Veneto con il regista trevigiano Enzo Procopio, prodotto dallo Studio Alchimia di Treviso. Non solo un viaggio esplorazione in una delle zone piu’ selvagge del Parco Nazionale delle Dolomiti Bellunesi, ma anche un percorso della memoria per assaporare, quasi con nostalgia, quello che nel quotidiano si e’ perduto: il rapporto autentico con la natura, il sapore dell’acqua, il profumo dell’aria e della terra, un orizzonte aperto in cui poter osservare la vita da tutta un’altra prospettiva.
Il film sara’ proiettato giovedì 19 maggio alle ore 20.30 alla sala Guarnieri di Pedavena.
Introduzione di Cesare Lasen, illustre botanico, primo Presidente del Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi, alla presenza dello stesso Vittorino Mason, ideatore e coautore dell’opera.
L’iniziativa, ad ingresso libero, è organizzata dal Comune di Pedavena, per tramite della Biblioteca Civica, in collaborazione con la sezione di Feltre del CAI, ed è patrocinata, oltre che dal Parco Nazionale, dalla Fondazione Dolomiti Unesco e del Comitato regionale del CAI Veneto.

Share
- Advertisment -

Popolari

Pallavolo Belluno. Diego Poletto: «Non abbiamo mai staccato, ora alziamo la qualità»

La Pallavolo Belluno non si ferma. Anche se non esiste ancora una data precisa per l'esordio nella B maschile, la Da Rold Logistics non...

Webinar per genitori e insegnanti: primo appuntamento il 30 novembre

Tre incontri per genitori e insegnanti sull’impatto emotivo da covid su bambini e ragazzi organizzati dalla Psicologia Ospedaliera dell’Ulss Dolomiti. La pandemia, soprattutto in questa...

Situazione contagi nelle scuole: 39 classi in isolamento fiduciario

Belluno, 27 novembre 2020 -  Sono attualmente in carico al “Team scuola” del Dipartimento di Prevenzione della Ulss Dolomiti 91 classi della provincia così...

Scarica di sassi nella notte a Canal, attivata la richiesta di intervento di somma urgenza alla Provincia di Belluno

Feltre, 27 novembre 2020 - Nella notte si è verificato dal versante a nord dell'abitato di Canal (Feletre) il distacco di alcuni massi rocciosi che...
Share