13.9 C
Belluno
domenica, Febbraio 28, 2021
Home Cronaca/Politica Fondi di confine 2: un restyling per Cesiomaggiore

Fondi di confine 2: un restyling per Cesiomaggiore

Gianni De Bastiani
Gianni De Bastiani

Il Comune di Cesiomaggiore ha utilizzato le 2 tranche di finanziamenti 2013 e 2014 dei fondi di confine per 2 finalità: potenziare i servizi dell’area comunale di Pradenich; e realizzare una serie di interventi mirati sul territorio per la riqualificazione delle dotazioni infrastrutturali.

Lo riferisce il consigliere comunale con deleghe all’Urbanistica e al Personale Gianni De Bastiani.
“Questa volta – prosegue De Bastiani –  abbiamo puntato sul Capoluogo andando a proseguire il progetto strategico già iniziato dalla precedente Amministrazione (recupero Case Conz, rotatoria piazza commercio, marciapiedi piazza commercio-scuola elementare, marciapiedi Capoluogo-Cesiominore).

I lavori previsti riguardano il rifacimento dell’impianto di illuminazione pubblica del centro del Capoluogo (p.zza mercato, via roma, piazza ferrari, via santa libera, via sotcalt, via seravella, via mas, via canesel) con la dotazione di un sistema tecnologico generale più moderno ed efficiente per quanto riguarda i consumi.
Di particolare interesse: la parzializzazione di funzionamento in modo da evitare che eventuali guasti si estendano a intere zone; la dotazione di pali consoni al contesto urbano; i corpi illuminanti con tecnologia led.

Altri interventi sono finalizzati a riqualificare spazi urbani del Capoluogo:
realizzazione di un marciapiedi da piazza commercio in continuità con quello esistente fino a collegarsi con il percorso che conduce al Museo etnografico di Seravella. Viene previsto il taglio delle piante esistenti con messa a dimora di altre piante di minori dimensioni;
realizzazione di un’area attrezzata a parco urbano e parcheggio in via mas tra la banca e piazza commercio con opere di arredo urbano, pavimentazioni, recinzioni, piantumazioni e giochi per bambini;
allargamento dell’incrocio tra la strada provinciale pedemontana e via rai con messa in sicurezza di un punto viabilistico critico in modo da migliorare gli spazi di manovra dei veicoli.
Oltre a questi lavori viene previsto a Can un nuovo marciapiedi che consente di raggiungere in sicurezza dalla zona della chiesa la fermata dei mezzi pubblici.

Con una delle prossime tranche dei finanziamenti dei fondi di confine verrà proseguito il piano di completamento e riqualificazione delle infrastrutture comunali.

Complessivamente – conclude De Bastiani – la spesa per l’intero progetto è di 500 mila euro, l’inizio dei lavori è previsto per l’estate 2016”.

 

Share
- Advertisment -

Popolari

L’assessore Lanzarin risponde sui 52 milioni destinati alle Ulss venete, esclusa Belluno

Dopo le varie proteste per i mancati stanziamenti della Regione Veneto all'Ulss 1 Dolomiti (nulla dei 52 milioni), nell'ordine, quella del sindaco di Belluno...

Italia Polo Challenge. Questa mattina la sfilata in centro Cortina preceduti dai carabinieri a cavallo

Italia Polo Challenge, evento che conferma il polo ‘on snow’ tra gli appuntamenti sportivi più attesi di Cortina d’Ampezzo, prosegue, seppure a porte chiuse,...

Attraversamenti faunistici. De Bon: «Obiettivo sicurezza, per gli automobilisti e per gli animali»

Provincia di Belluno e Veneto Strade sono al lavoro per prevenire gli incidenti stradali che coinvolgono la fauna selvatica. Negli ultimi vent'anni infatti sono...

Il saluto al nuovo direttore generale dell’Ulss 1 Maria Grazia Carraro

L’Ordine dei Medici e degli Odontoiatri della Provincia di Belluno dà il benvenuto alla dottoressa Maria Grazia Carraro, che per i prossimi 5 anni sarà...
Share