13.9 C
Belluno
lunedì, Giugno 21, 2021
Home Arte, Cultura, Spettacoli Appuntamenti Progetto di sfruttamento delle rinnovabili sul Maè e in Valle del Mis....

Progetto di sfruttamento delle rinnovabili sul Maè e in Valle del Mis. L’appello degli ambientalisti: “Non mancate”

Mercoledì 4 giugno, alle 14 30 nella sala dei popoli di Europa  a Longarone,  verrà presentato uno studio- progetto per lo sfruttamento delle energie riunnovabili in montagna, di cui la Regione Veneto è partner.  Verrranno illustrate da diversi relatori le possibilità di sviluppo di energie  rinnovabili, in particolare idroelettrico e biomasse, nella valle del Màè e del Mis. L’evento  infatti sarà  ripetuto il 6 giugno ad Agordo, proprio per  la valle del Mis.  Le due località prese a modello per questo tipo di progetto vedono già la presenza di numerose centraline idroelettriche su fiumi e torrenti, il che  suscita allarme negli ambientalisti. Le associazioni che aderiscono ad Acqua Bene Comune raccomandano infatti una presenza numerosa seppure l’orario scelto per il convegno non sia consono a favorire la partecipazione di chi lavora.
Share
- Advertisment -

Popolari

Sportful Dolomiti Race. Il toscano Fabio Cini e la modenese Sonia Passuti vincono la corsa della Rinascita

Sei ore e mezza per scalare Cima Campo, Passo Manghen, Passo Rolle e Passo Croce d'Aune: 204km e quasi 5.000mt di dislivello per portare...

Intervento nella notte per due alpiniste in difficoltà sulla Cima Ovest di Lavaredo

Auronzo di Cadore (BL), 20 - 06 - 21   Ieri sera, attorno alle 22, la Centrale operativa del Suem ha allertato il Soccorso alpino...

Temporali, vento e grandine da domenica pomeriggio

Venezia, 19 giugno 2021 - Il bollettino emesso dal Centro funzionale decentrato della Protezione Civile del Veneto annuncia, per le prossime ore, tempo instabile in...

Tolti 4,6 miliardi per infrastrutture alle zone deboli. De Menech: «Tentativo di sottrarre risorse alla montagna. Non passerà in Parlamento»

«C'è un tentativo di sottrarre risorse alla montagna, alle aree interne e al sud. Grave il colpo di mano che ha tolto dal decreto...
Share