13.9 C
Belluno
giovedì, Febbraio 29, 2024
HomeLettere Opinioni“Me nono al disea": il gruppo facebook esce dal virtuale e si...

“Me nono al disea”: il gruppo facebook esce dal virtuale e si incontra in Sala Bianchi a Belluno

Il gruppo facebook “Me nono al disea”, che conta attualmente 1.690 ‘mi piace’, si è trovato per la prima volta qualche giorno fa presso la “Sala Bianchi” del Comune di Belluno, liberamente convocato ad otto mesi dalla sua costituzione. Presenti oltre 40, curiose persone che, dopo un dialogo meramente virtuale, ancorché in alcuni casi assai vivace e spassoso, hanno finalmente avuto la possibilità di uscire da quella virtualità, trovarsi e conoscersi. Altre 32 si sono addirittura giustificate per la forzata assenza…

L’appuntamento era stato fissato un po’ a sorpresa, sempre tramite Facebook, per fare una verifica con gli appartenenti al Gruppo MNAD sulla volontà di andare oltre il Gruppo e realizzare una sintesi di ciò che il Gruppo stesso, con centinaia di post pubblicati, aveva prodotto nel medio periodo.
I coordinatori (assolutamente casuali al di là dei creatori del Gruppo), infatti, hanno ritenuto di valorizzare quel patrimonio di detti, aforismi, centoni, modi dire e proverbi bellunesi che senza una logica cornice ed oltre alcuni autorevoli tentativi già fatti anche nel recente passato, rischiano di andare perduti proprio con il venir meno di quanti ancora detengono la memoria di epoche passate, le cui peculiarità socio-culturali ed i cui piccoli-grandi vissuti, sono spesso lasciati alla tradizione orale.

E’ stata quindi proposta l’idea di realizzare un volume espressamente rivolto a recuperare, tradurre e divulgare quanto sino ad ora comparso nel gruppo MNAD, attraverso il necessario coinvolgimento dei membri del gruppo e il concreto sostegno di qualche linguista e glottologo esperto in dialetto delle valli bellunesi.

Il secondo passo, una volta trovati alcuni sponsor, possibilmente sensibili all’iniziativa, dunque anche di peso, è quella di distribuire la pubblicazione in modo capillare per garantire un buon regime di vendite nel nostro territorio e devolvere l’intera cifra raccolta, al netto delle spese vive della stampa ed impaginazione, alla Pediatria dell’Ospedale Civile di Belluno. Era, infatti, presente anche il Primario di Pediatria e la sua Capo Sala che hanno accolto l’idea con notevole entusiasmo, al pari dei convenuti all’incontro.
Il Gruppo MNAD ha ritenuto di approvare informalmente (“preferiamo la sostanza alla forma” ha ribadito qualcuno nel corso della riunione) le idee poste all’attenzione dei presenti e di iniziare questa avventura che, da una parte, saprà garantire la trasmissione a tutti i nipoti di quanti postato sul Gruppo, dall’altra cercare di offrire a quelli più sfortunati (motivo per cui è stato simbolicamente scelta la Pediatria di Belluno) un piccolo sostegno per giornate più serene.

Marinella De Min e Fabio Bristot – Rufus

 

- Advertisment -

Popolari