13.9 C
Belluno
giovedì, Agosto 11, 2022
Home Arte, Cultura, Spettacoli Appuntamenti Il cross veneto in passerella a Mel domenica

Il cross veneto in passerella a Mel domenica

Domenica 23 febbraio, in Valbelluna, arriva la Festa del Cross, il più atteso appuntamento della stagione regionale sui prati: in palio i titoli individuali e di società per tutte le categorie. Circa 1.300 partecipanti, è anche l’ultimo collaudo prima dei Tricolori di Nove

Festa_del_cross_Possamai,_Schievenin,_la_mascotte_Trotola,_De_Nard_e_Valente_bLa corsa campestre si prepara per la passerella più attesa della stagione regionale. Domenica 23 febbraio, a Mel, è in programma l’edizione 2014 della Festa del Cross veneto. Circa 1.300 atleti, provenienti da tutta la regione, si sfideranno nel gran finale dei campionati veneti della specialità.

In palio, i titoli regionali assoluti, giovanili e master. Per i campionati di società sarà il momento conclusivo di tre rassegne che, tra gennaio e l’inizio di febbraio, hanno già archiviato le prime due prove. Ma la Festa del Cross – presentata ieri sera a Mel, ospiti Gabriele De Nard e Agnese Possamai – sarà anche valida per l’assegnazione, in prova unica, dei titoli regionali individuali. Un motivo di richiamo in più: la caccia alle maglie di campione veneto.

Festa del Cross non è un nome dato a caso: le gare, il 23 febbraio, dureranno per l’intera mattinata, e anche oltre. Sarà una vera festa per gli appassionati della corsa sui prati, accompagnata anche dallo spettacolo degli sbandieratori di Feltre. Prevista, per la prima volta in un gara regionale, una diretta streaming dell’evento: si correrà dunque anche sul web. E non mancherà un momento conviviale, con il classico Pasta Party a base di piatti tipici. La manifestazione si aprirà alle 9.30, con alcune competizioni scolastiche. Alle 10 toccherà ai master. Poi sarà la volta del settore giovanile. Infine delle gare assolute, che si protrarranno sino al primo pomeriggio.

Scenario di gara, l’area del campo sportivo di Mel, in località “La Lora”. Una scelta non casuale, perché proprio qui, con la bella stagione, inizieranno i lavori per la costruzione della nuova pista di atletica leggera. Un impianto di fondamentale importanza per la Valbelluna. E la nuova “casa” del Gs La Piave 2000, società tra le più attive e vivaci nel panorama dell’atletica veneta. Sua la regia della Festa del Cross, che è anche patrocinata dall’amministrazione comunale di Mel. Al fianco del Gs La Piave 2000 saranno impegnate, in ruoli organizzativi, anche le altre società sportive del territorio: l’Ana Atletica Feltre, l’Astra Quero, l’Usr Lasen e l’Us Cesio.

Quella di Mel sarà una campestre all’inglese, impegnativa al punto giusto: non mancheranno curve e cambi di pendenza, oltre naturalmente al fango. L’ideale collaudo in vista dei campionati italiani che quest’anno faranno tappa in Veneto, a Nove (Vicenza), l’8 e il 9 marzo. Nove è stata anche la sede della Festa del Cross 2013. Mel raccoglierà il testimone, per poi cederlo nuovamente a Nove. La staffetta continua.

-Nella foto, da sinistra, Agnese Possamai, il presidente del Gs La Piave 2000 Johnny Schievenin, la mascotte Trotola, Gabriele De Nard e il presidente del Comitato regionale della Fidal Paolo Valente.

 

 

Share
- Advertisment -

Popolari

Quale futuro per Bim Belluno Infrastrutture, che cessa la gestione del gas. Interrogazione dell’opposizione

Belluno, 10 agosto 2022 - All'ultimo consiglio comunale di Belluno di due giorni fa, i consiglieri di minoranza Lucia Olivotto, Ilenia Bavasso, Marco Perale...

La fila al primo incontro del mercoledì con i cittadini del sindaco De Pellegrin

Belluno, 10 agosto 2022 - Otto cittadini e istanze varie, dalla richiesta di interventi sul territorio a dubbi di edilizia privata, alla domanda di...

Feltre. Dopo 23 edizioni cala il sipario su Voilà. Le opposizioni: ecco la prima scelta di politica culturale dell’Amministrazione Fusaro

Feltre, 10 agosto 2022 - In attesa di capire quali siano i tempi degli antichi fasti della città cui la sindaca Fusaro fa spesso riferimento,...

Abbattimenti illegali, anche un’aquila reale. Tre arresti e due denunce tra il Primiero e il Bellunese.

È stata posta a termine dal Corpo forestale del Trentino l’attività di bracconaggio di un gruppo organizzato che operava - anche con l’impiego di...
Share