13.9 C
Belluno
giovedì, Marzo 4, 2021
Home Cronaca/Politica Comune “Babbo Natale” a Calalzo: stanziati oltre 15.000 euro in interventi sociali

Comune “Babbo Natale” a Calalzo: stanziati oltre 15.000 euro in interventi sociali

Luca De Carlo sindaco di Calalzo di Cadore
Luca De Carlo sindaco di Calalzo di Cadore

Il Comune di Calalzo veste i panni del “Babbo Natale” e nell’ultima Giunta prima delle Festività stanzia oltre 15.000 euro tutti per interventi a famiglie ed associazioni. “E’ il Sociale del fare – commenta soddisfatto il sindaco Luca De Carlo -, cui provvediamo interamente con fondi nostri, frutto di una oculata gestione del Bilancio che oggi ci permette di attuare interventi a sostegno delle associazioni, degli studenti universitari, delle famiglie con neonati, dei cittadini in difficoltà. Posso dire, e a certificarlo ci sono i numeri, che in quest’anno abbiamo addirittura aumentato le azioni a tutela delle fasce sensibili di popolazione, cercando di coprire tutte le esigenze che ci sono state segnalate”.

Il Comune ha scelto infatti di confermare anche per il 2012 un contributo di 2.000 euro per il Bonus bebè, che ormai da 3 anni viene destinato ai neo-genitori. La novità più consistente è però l’istituzione di un nuovo Bonus, che a breve verrà messo a bando, che stanzia 3.000 euro a sostegno dei ragazzi che frequentano l’Università fuori sede e debbono sostenere esborsi considerevoli per libri, affitto, bollette. “E’ un contributo che non abbiamo mai attivato prima – precisa De Carlo – ma crediamo sia comunque un aiuto per le famiglie e per i ragazzi, visti i costi che comportano le locazioni, l’acquisto dei testi e i generale la frequenza dell’Università. A breve sarà emesso il bando per l’assegnazione delle risorse”.

Finanziata inoltre la pubblicazione del “Diario di lavoro” di uno dei ragazzi che ha preso parte nei mesi scorsi al progetto “Orto didattico” In collaborazione con l’Ulss”. “Ha riportato tutte le fasi del lavoro nell’orto, le curiosità, le caratteristiche delle piantine, le ‘istruzioni’ e i segreti per farle crescere. Un segnale incoraggiante per chi come noi ha creduto in questo percorso ma soprattutto per loro che ne sono stati i protagonisti”.

La Giunta di ieri inoltre ha stanziato ben 5.500 euro per le associazioni sportive, ricreative e a valenza sociale che gravitano sul territorio calaltino, “perché aiutano chi vi prende parte a tener vivo il territorio, a far crescere sani i nostri ragazzi o intervengono in particolari situazioni di difficoltà. Il contributo da parte nostra è doveroso, pertanto, e anche quest’anno viene confermato come ennesima dimostrazione che queste associazioni, pur in un momento di tagli di risorse, sono per noi una delle priorità”. “Infine – conclude il primo cittadino -, considerando la particolare situazione economica, abbiamo creato un Fondo Sociale da 3.900 euro per contrastare il verificarsi di particolari situazioni di disagio e lenirne il peso sulle famiglie”.

 

Share
- Advertisment -

Popolari

8 marzo, Giornata internazionale della Donna. La Cisl ricorda due grandi donne: Tina Anselmi e Tina Merlin

Venerdì 12 marzo alle 18 va in scena sul sito e sui canali social della Cisl Belluno Treviso lo spettacolo online “Alla radice del...

Premio Giorgio Lago, nuovi talenti del giornalismo 2021

Gli studenti delle ultime classi dei licei del Veneto sono invitati a realizzare un articolo indagando il ruolo della cultura nella società di oggi,...

Sabato il gazebo in Piazza dei Martiri per la legge antifascista “Stazzema”

Sarà presente in Piazza dei Martiri dalle 9.00 alle 13.00 di sabato 6 e di sabato 13 marzo nello spazio tra i due bar...

4500 euro dalle Pro Loco bellunesi all’Ulss Dolomiti

La pandemia da Covid -19 ha costretto nell’anno appena trascorso tutte le Pro loco Bellunesi a modificare, o in diversi casi annullare, gli eventi...
Share