13.9 C
Belluno
martedì, Ottobre 27, 2020
Home Cronaca/Politica Polizia stradale: 240 controlli nell'ultimo week-end, 2 conducenti in stato di ebbrezza....

Polizia stradale: 240 controlli nell’ultimo week-end, 2 conducenti in stato di ebbrezza. Polizia ferroviaria: allontanato uno straniero irregolare

Durante l’ultima settimana la Polizia stradale di Belluno ha provveduto a controllare circa 240 tra veicoli e conducenti. Nel settore della guida in stato di ebbrezza, connesso con il cosiddetto fenomeno delle “Stragi del sabato sera”, 2 conducenti, nelle zone di Longarone e del Comune di Sedico, hanno evidenziato concentrazioni di etanolo superiori ai limiti previsti dalla legge. In entrambi i casi si è trattato di ipotesi rientranti nella previsione dell’art. 186 c. 2 lett. B del C.d.S., il quale prevede l’ammenda da 800 a 3200 euro, oltre alla sanzione accessoria del ritiro della patente ai fini della sospensione della stessa da sei mesi ad un anno.

Inoltre, sempre nell’ambito dei controlli effettuati, nella giornata di venerdì gli agenti hanno proceduto a contestare al conducente di un autocarro con peso superiore a 7,5 ton. la violazione prevista dall’art. 6 del C.d.S. ; tale norma disciplina il rispetto dei provvedimenti, emanati con decreto prefettizio e riguardanti anche i conducenti di veicoli destinati al trasporto di cose, di sospensione della circolazione in determinati periodi. Al conducente è stata irrogata una sanzione di 398 euro, oltre al ritiro della patente e della carta di circolazione per la sospensione delle stesse per un periodo da 1 a 4 mesi.

Per quanto attiene la situazione viaria in Provincia, il consistente flusso di traffico presente nella giornata di domenica sulle principali arterie viarie, durante la mattinata in direzione nord e nel corso del pomeriggio in direzione sud, non ha dato luogo ad importanti fenomeni di incolonnamento, se non per brevi intervalli di tempo nella parte bassa della SS51.

La settimana in corso sarà interessata, verosimilmente, da concentrazioni di traffico sulla viabilità principale, nella giornata di mercoledì 15 ed in quella di domenica 19.

In tali date le arterie principali saranno presidiate, con la copertura più ampia possibile, da Polizia Stradale, dalle altre FF.PP. nonché da personale degli Enti Proprietari, in modo da minimizzare le criticità e ridurre i disagi all’utenza.

Ancora una volta si pone l’accento sulle cosiddette “partenze intelligenti”, non coincidenti con gli orari di traffico più intenso le quali, se adottate da un ampio numero di utenti, consentono una diminuzione dei tempi di attesa sulle strade ed un miglior deflusso del traffico stesso.

Per ciò che concerne le norme di comportamento, si invita come sempre l’utenza ad attenersi scrupolosamente alle norme sulla circolazione, soprattutto riguardo ai ben noti temi della velocità moderata, dell’uso delle cinture di sicurezza per i conducenti e per i passeggeri, dell’incompatibilità tra la guida di veicoli ed il consumo di bevande alcoliche, dell’utilizzo del casco nella conduzione di motoveicoli; ciò per rispettare e garantire la sicurezza propria e degli altri.

Straniero allontanato

Nel corso dei rafforzati servizi predisposti per il fine settimana la Polizia ferroviaria ha controllato 10 convogli e 56 passeggeri. Nella mattinata del 10 agosto gli agenti in servizio di vigilanza allo scalo ferroviario di Calalzo di Cadore, procedevano al controllo di un viaggiatore in arrivo col treno regionale 5674 proveniente da Treviso.

Si trattava di un cittadino camerunense T.D. di anni 36, che risultava avere diversi provvedimenti di Polizia a carico, tra i quali un ultimo provvedimento espulsivo emesso dal Prefetto di Venezia in data 17.07.2012 che intimava allo straniero di lasciare il territorio nazionale entro 15 giorni. Emergendo quindi la manifesta inottemperanza al provvedimento, gli agenti della polizia ferroviaria procedevano alla sottoposizione dello straniero ai rilievi fotosegnaletici ed al suo conseguente accompagnamento all’Ufficio Immigrazione della Questura di Belluno, che ha provveduto al suo allontanamento dal territorio dello Stato. Lo straniero veniva anche denunciato alla locale Autorità Giudiziaria per l’inottemperanza al provvedimento del Prefetto di Venezia.

Share
- Advertisment -


Popolari

Scuole superiori, didattica digitale per il 75% degli studenti. Ordinanza regionale in vigore dal 28 ottobre

Il presidente della Regione del Veneto Luca Zaia ha firmato la seguente ordinanza in ossequio al Dpcm del 25 ottobre che non lascia margini...

Forte pioggia e neve a quota 1700 in arrivo tra stasera e domattina

Venezia, 26 ottobre 2020 - Il Meteo regionale del Veneto riferisce che tra il tardo pomeriggio di oggi ed il primo mattino di domani, martedì...

Nuovo Dpcm e scuola. Riunione in Prefettura del Comitato per l’ordine e la sicurezza. Quarantena e contagio, i dati provinciali

Si è tenuta stamane, in videoconferenza, una riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, presieduto dal prefetto, Adriana Cogode, alla quale...

Serrande abbassate dopo le 18, l’allarme di Confartigianato. Gaggion: «Penalizzati rispetto alla grande distribuzione»

Tutto chiuso dopo le 18: vale per i bar e i pub, i ristoranti e le pasticcerie. Le disposizioni contenute nel nuovo Dpcm non...
Share