13.9 C
Belluno
lunedì, Ottobre 26, 2020
Home Prima Pagina 38ma Alpe del Nevegal: Kabibo su De Tomaso Mangusta in testa nelle...

38ma Alpe del Nevegal: Kabibo su De Tomaso Mangusta in testa nelle auto storiche. Domenica il via alle ore 9.30

Conferma di “Kabibo”, su De Tomaso Mangusta, nel secondo turno di prove del Gruppo 1 delle autostoriche. Il pilota trevigiano  del Little Team ha limato il proprio tempo di oltre 5 secondi fermando il cronometro in 3.31.05. Secondo tempo per Maurizio Tomasoni, su TVR Grifith, in 3.44.27; terzo Francesco Laffranchi, Morris Cooper S, in 3.54.53. Nel Gruppo 2 il più veloce è risultato ancora Rino Muradore, Ford Escort Rs, in 3.22.54. Il friulano ha preceduto Roberto Peruch, Porsche 911, di 7.02, mentre Stefano Bosco, su Ford Escort RS, ha scalzato Giorgio Tessore, segnando il terzo tempo in 3.30.22. Nel Gruppo 3 Franco Cremonesi , pur non realizzando il miglior tempo assoluto, ha scavalcato Piero Lottini, con il crono di 3.00.85. Nel Classic l’austriaco Roman Loinger, Audi S1, ha abbassato il proprio limite a 3.25.73. staccando di oltre 22 secondi il compaesano Willy Freudenschuss, Bmw 323 i, che pur ha abbassato il proprio crono di 2.02.

Gruppo E3. Il “re” vola verso l’ottavo sigillo. Andrea Biasiotto, vincitore assoluto delle utlime sette edizioni dell’Alpe del Nevegal fra le “scadute omologazioni”, ha realizzato il miglior tempo assoluto anche nella seconda salita di prova. Alle sue spalle Fedrigotti e De Gasperi con marco Naibo quarto e primo di Gruppo N. Proprio nel Gruppo N delle scadute da sottolineare il bel secondo tempo del bellunese Diego “Mendez” Bristot, su Renault Clio Williams in 3.28.13.

Automoderne. Nel Gruppo Racing start il campione italiano Paolo Mancini, Renault Clio RS, ha messo in fila il giornalista free lance Stefano Cossetti e il veterano Mario Tacchini. Lo “zio Lino” Vardanega ha dominato il Gruppo N abbassando di quasi due secondi il proprio crono e portandolo a 3.05.47. Conferma al secondo posto per Michele Buiatti, Mitsubishi Evo IX, 3.07.26, mentre si è un po’ smarrito l’austriaco Chris Andrè Mayer, Honda Civic Type R, precipitato all’ottavo posto dopo essere stato terzo nella prima salita. In Gruppo A pronto riscatto del campione italiano “Romy”, miglior tempo di salita in 3.13.86. Mentre “Brik” si è confermato terzo abbassando il proprio limite a 3.17.31, da segnalare la risalita di Michele Ghirardo, secondo, in 3.14.76. “Solo” quarto Fabrizio Bommartini, autore del miglior tempo nella prima salita. Nel gruppo E1 l’austriaco Herbert Pregartner, Porsche 911 GT2 Rsr, si è confermato il più veloce abbattendo il muro dei 3 minuti con il crono di 2.58.96. Secondo tempo per Michael Jelinek, Subaru Impreza, 3.03.77, oltre un secondo sopra il tempo della prima salita; terzo Diethard Sternad, Alfa Romeo 156 Stw, 3.08.41 ed ottimo quarto tempo per Stefano De Gan, su Honda Civic Proto, in 3.15.34.  Un incidente, fortunatamente senza conseguenze per il pilota, ha tolto di scena l’austriaco Felix Pailer: la sua splendida e performante Lancia Delta Integrale ha accusato un principio di incendio all’altezza della postazione 10, circa a metà percorso. Le fiamme sono state prontamente sedate dagli uomini di servizio intervenuti celermente sul posto (commissari di percorso, Proztezione Civile Peron e Gruppo di decarcerazione).  Le salite sono regolarmente riprese dopo un sopralluogo del direttore di gara Sergio Zini. Nel Gruppo Cn Manzoni si è confermato primo, ma senza migliorare il proprio tempo. L’austriaco Madrian ha scavalcato Falcetta con la più potente delle due Norma in lizza. Con 2.51.96 Renzo Meneghetti ha dominato il Gruppo E2B su Farris e Perini, mentre Drago e Venturi si sono scambiati la posizione rispetto alla prima prova.  Il Gruppo E2M ha registrato l’abbandono del favorito Zardo  per problemi meccanici. Il toscano Franco Cinelli, su Lola b55/99 Zytek ha segnato il miglior tempo in 2.42.19 precedendo l’abruzzese Stefano Di Fulvio, Lola B99/50, 2.43.52 e il ticinese Tiziano Riva, Reynard 92 D Cosworth, 2.47.48.

 

I risultati della prima sessione

 La prima sessione di prove ufficiali della trentottesima Alpe del Nevegal si è conclusa in poco meno di tre ore caratterizzate dal grande caldo e dal cielo a tratti coperto. Qusti i risultati più significativi nelle diverse categorie.

 Autostoriche. Gruppo 1: 1. “Kabibo”, De Tomaso Mangusta, 3.36.12; 2. Francesco Laffranchi, Morris Cooper S, 3.56,61; 3. Amedeo Francescon, Abarth 1000 bialbero, 3.59.45; 4. Paolo Ravelli Damioli, Lancia Fulvia coupé, 4.02.89; 5. Maurizio Tomasoni, TVR Griffith, 4.03.15.

Gruppo 2: 1. Rino Muradore, Ford Escort Rs, 3.25.44; 2. Roberto Peruch, Porsche 911, 3.31.13; 3. Giorgio Tessore, Alfa Romeo GtAm, 3.35.70; 4. Stefano Bosco, Ford Escort RS, 3.36.02; 5. Brando Motti, Porsche Carrera RS, 3.3t,76.

Gruppo 3: Piero Lottini, Osella Pa9/90, 2.58.32; 2. Franco Cremonesi, Osella Pa9/90, 3.01.29; 3. Luigi Bormolini, Osella Pa9, 3.12.36; 4. Romano De Gan, Gi.Pi., 3.21.29; 5. Giovanni Ambroso, Osella Pa9/90, 3.28.96.

Classic: 1. Roman Loinger, Audi S1, 3.27.69; 2. Willy Freudenschuss, Bmw 323 i, 3.49.97.

 Gruppo E3. Gruppo N: 1. Marco Naibo, Bmw M3, 3.26.61; 2. Stefan Kraner, Renault Clio Williams, 3.29.87; 3. Diego Bristot, Renault Clio Williams, 3.32.34; 4. Alex Ferè, Renault Clio, 3.34.13; 5. Massimo Cerri, Renault Clio Williams, 3.36.25. Gruppo A. 1. Andrea Biasiotto, Bmw M3, 3.13.98; 2. Siegfried Fedrigotti, Ford Escort Cosworth, 3.16.41; 3. Christian De Gaspari, Renault Clio Williams, 3.19.27; 4. Lukas Morandell, Honda Civic Vti, 3.23.38; 5. Daniel Mambretti, Renault Clio Williams, 3.26.40. Gruppo B: 1. Gianfranco Muzio, Renault 5 Maxi turbo, 3.25.28; 2. Mauro Argenti, Porsche 964 RS, 3.26.60.

 Automoderne. Racing start: 1. Paolo Mancini, Renault Clio RS, 3.48,86. Gruppo N: 1. Lino Vardanega, Mitsubishi Evo X, 3.07.27; 2. Michele Buiatti, Mitsubishi Evo IX, 3.13.90; 3. Chris Andrè Mayer, Honda Civic Type R, 3.27.19; 4. Matteo Bommartini, Honda Civic, 3.28.10;  5. Heimo HinterHofer, Honda Civic Type R, 3.29.13. Gruppo A: 1. Fabrizio Bommartini, Honda Civic, 3.17.79; 2. “Romy”, Honda Civic Type R, 3.18.79; 3. “Brik”, Fiat Punto S1600, 3.19.06; 4. Michele Ghirardo, Honda Civic Ek4, 3.19.88; 5. Rino De Luca, Peugeot 306, 3.20.26. Gruppo GT: 1. Roberto Ragazzi, Ferrari 458 Challenge, 3.11.17. Gruppo E2S: 1. Mario Mariot, Clio Kawasaki Proto, 3.29.97. Gruppo E1: 1. Herbert Pregartner, Porsche 911 GT2 Rsr, 3.00.57; 2. Felix Pailer, Lancia Delta Integrale, 3.00.60; 3. Michael Jelinek, Subaru Impreza, 3.02.19; 4. Diethard Sternad, Alfa Romeo 156 Stw, 3.10.75; 5. Manel Dall’O’, Peugeot 405 Mi16, 3.17.35.Gruppo CN: 1. Franco Manzoni, Osella Pa21S, 2.58.28; 2. Stefano Falcetta, Norma M20, 3.02.30; 3. Ferdinad Madrian, Norma M20, 3.18.80; 4. Franco Sivori, Erberth, 3.25.14; 5. Tiziano Turrin, ReBo Bmw, 5.30.09. Gruppo E2B: 1. Renzo Meneghetti, Lucchini Bmw, 2.55.54; 2. Sergio Farris, Radical, 2.57.87; 3. Franco Perini, Radical, 3.07.34; 4. Paolo Venturi, Elia Avrio St09 Evo, 3.15.63; 5. Andreas Drago, Erberth R3, 3.16.00. Gruppo E2M: 1. Stefano Di Fulvio, Lola B99/50, 2.46.60; 2. Franco Cinelli, Lola B99/50 Zytek, 2.51.17; 3. Diego De Gasperi, Tatuus Formula Master, 2.52.83; 4. Hermann Waldy, Lola Bo6, 2.53.62; 5. Tiziano Riva, Reynard 92 D Cosworth, 2.54.48.

Share
- Advertisment -


Popolari

Quattro furti in abitazione ad Alano di Piave

Alano di Piave, 25 ottobre 2020  - Quattro furti in appartamento ad Alano di Piave nella serata di ieri. Ignoti, previa effrazione degli infissi,...

Tre interventi di soccorso in montagna

Belluno, 25 - 10 - 20    Alle 11 circa la Centrale del 118 è stata allertata dagli amici di un ragazzo colto da...

Auto e Moto d’Epoca. Bilancio positivo a Padova per la 37ma edizione della rassegna

Il patron Mario Carlo Baccaglini: “Siamo molto soddisfatti. La decisione di fare la fiera nonostante il grande momento di difficoltà ed incertezza del settore...

50 nuovi volontari della Protezione Civile. Padrin e Bortoluzzi: «Le tute fluo sono sempre più indispensabili per il nostro territorio»

Si è concluso oggi, domenica 25 ottobre, l'ultimo corso di Protezione Civile organizzato e curato dalla Provincia di Belluno. Hanno partecipato 50 persone, soprattutto...
Share