13.9 C
Belluno
venerdì, Ottobre 23, 2020
Home Arte, Cultura, Spettacoli Appuntamenti Paesaggi animali e popoli dei ghiacci, mostra fotografica a Cencenighe Agordino

Paesaggi animali e popoli dei ghiacci, mostra fotografica a Cencenighe Agordino

Anche una tenda originale dalla Lapponia norvegese alla mostra fotografica “Paesaggi animali e popoli dei ghiacci” inaugurata domenica 1° luglio alla Sala Nof Filò di Cencenighe Agordino.

La prima mostra fotografica su Artico e Antartide mai realizzata nelle nostre zone è patrocinata dalla Provincia e dalla Camera di Commercio di Belluno e consta di 60 fotografie per la maggior parte a firma di Ada Grilli e del giovanissimo Niccolò Bonini Baraldi. In più, rare e inedite immagini storiche dagli archivi inglesi e neozelandesi riferite alle esplorazioni antartiche.

La mostra – con book shop di stampe e pubblicazioni su Artico e Antartide – resterà aperta fino a sabato 21 luglio compreso, con orario 16.00-20.00 tutti i giorni. Visite guidate sono possibili solo su prenotazione e per minimo 15 persone(leadingedizioni@gmail.com).

All’inaugurazione saranno presenti, oltre alla curatrice Ada Grilli, due ospiti speciali: Marcello Manzoni, bolognese e Anselmo Cagnati di Falcade. Ambedue buoni conoscitori dei “Paesi dei ghiacci” per averci svolto importanti missioni ufficiali.

Infatti Marcello Manzoni si è occupato di Antartide e di temi polari a partire dalla prima Spedizione Nazionale del CAI-CNR del 1968. Vi ha svolto ricerche scientifiche, esplorazioni, ricognizioni per individuare il sito per una stazione antartica italiana (nella Baia Terra Nova, là dove poi la base è stata effettivamente costruita). Ha partecipato alla definizione e alle decisioni della politica scientifica polare nazionale e ha scritto numerosi testi scientifici di Scienze della Terra e di geografia polare. Per le sue attività di esplorazione antartica, fra vari altri riconoscimenti, ha ricevuto la Medaglia d’Oro del Club Alpino Italiano e l’Ambrogino d’Oro del Comune di Milano.

Anselmo Cagnati dal 1981 lavora presso il Centro Valanghe di Arabba (attualmente servizio dell’ARPAV) dove si è occupato principalmente delle problematiche relative alla prevenzione e alla previsione del rischio valanghe ed è responsabile dell’Unità Operativa Neve e Valanghe e dell’Unità Operativa Meteorologia Alpina e Climatologia. Dal 1994 ha partecipato a numerose spedizioni scientifiche in zone polari e sub-polari (4 in Antartide, 2 in Terra del Fuoco, 1 alle Isole Svalbard) nell’ambito del Programma Nazionale di Ricerche in Antartide e del Progetto Strategico Artico come ricercatore e responsabile di Unità Operativa di nivologia. E’ autore di oltre 120 pubblicazioni scientifiche e divulgative sulle tematiche inerenti la neve, le valanghe e la climatologia alpina.

Per avere qualche dettaglio in più visitare il sito: http://ilmanifestoperipoli.wordpress.com

 

Share
- Advertisment -


Popolari

Aperto alla Fiera di Padova il Salone auto e moto d’epoca. Inaugurazione ufficiale venerdì mattina alle 11

Oggi è il giorno di Auto e Moto d’Epoca a Padova. Uno dei più importanti appuntamenti internazionali dedicati ai veicoli storici apre i...

Ordinanza sugli orari di sale slot. Il Tar dà ragione al Comune di Belluno e respinge la richiesta di sospensiva

Nuova vittoria del Comune di Belluno al tribunale amministrativo in materia di gioco d'azzardo: la Terza Sezione del TAR Veneto ha infatti respinto la...

Stefano Bellotto è il nuovo presidente di Adiconsum

Stefano Bellotto è il nuovo presidente di Adiconsum Belluno Treviso, l'Associazione dei consumatori promossa dalla Cisl. 50 anni, trevigiano, residente ad Auronzo di Cadore,...

A Cancia è arrivata la briglia “Sabo dam”. Bortoluzzi: «Entro fine anno l’installazione»

Lavori in dirittura d'arrivo a Borca di Cadore. Nei giorni scorsi è arrivata la struttura componibile della briglia "Sabo dam", l'opera principale dell'imponente lavoro...
Share