13.9 C
Belluno
mercoledì, Ottobre 28, 2020
Home Cronaca/Politica Almeno cento persone sulla forzela dell’Om per l’abbraccio fra gli abitanti del...

Almeno cento persone sulla forzela dell’Om per l’abbraccio fra gli abitanti del Feltrino (BL) e quelli di Sagron Mis (TN)

Domenica 24 giugno, almeno cento persone hanno raggiunto la forzela dell’Om per partecipare all’abbraccio fra gli abitanti del Feltrino e quelli di Sagron Mis e dell’alta valle del Mis. E’ stata una presenza davvero notevole se si considera che, da qualsiasi versante si salga, occorrono almeno tre ore e mezzo di cammino per raggiungere i 1946 metri della forzela dell’Om. La fatica è stata ampiamente ripagata, oltre dalla bellezza del paesaggio e da una giornata limpida e calda, dai contenuti di amicizia e civiltà che gli organizzatori (la Comunità di Sagron Mis e la Sezione CAI Feltre) hanno voluto dare a questo storico appuntamento.

Alle ore 11.00 la piccola folla accalcata sulla forcella si è zittita per qualche istante, per udire il suono delle campane della chiesa di Sagron (visibile a quasi mille metri più in basso): il segnale atteso per celebrare l’evento. Pochi istanti dopo il sindaco di Sagron Mis Luca Gadenz e il sindaco di Gosaldo Giocondo Dalle Feste hanno scoperto una piccola targa in pietra a memoria del desiderio delle popolazioni di oggi di ritrovarsi e camminare insieme sugli stessi sentieri che, fino a pochi decenni fa, videro altre persone percorrerli e condividere un destino di fatiche e speranze.

«Le ragioni di questo incontro» ha dichiarato il sindaco di Sagron, «sono da ricercare proprio nella storia di queste montagne che, prima di essere terre di confine, furono luoghi d’incontro. Spesso erano storie comuni di pascoli per l’alpeggio, di manovre d’aggiramento di dazi doganali, di battute di caccia a fil di confine. Ma c’erano anche storie più amare, di chi a Sagrόn vendette tutto per rifarsi una vita, oltre le cime del Cimónega, nel Feltrino, dove la terra sembrava più promettente».

«Vicende simile anche per il Comune di Gosaldo» ha confermato il sindaco Giocondo Dalle Feste, nel cui territorio è stato ripristinato il vecchio sentiero della val de le Moneghe, che da Sagron sale alla forzela dell’Om. «Anche il mio Comune è legato al Feltrino per le stesse vicende di Sagron e questi passi di alta quota erano le vie più brevi per raggiungere i famigliari che risiedevano nei rispettivi versanti dei nostri Comuni».

Nella luce abbacinante di una giornata ricca di gioia e umanità spiccava l’assenza del sindaco di Cesiomaggiore Michele Balen. Invitato personalmente dagli organizzatori, il primo cittadino non si è presentato e nemmeno ha delegato un suo sostituto. Peccato perché gran parte del territorio in cui si è svolta la manifestazione è in Comune di Cesiomaggiore e diverse famiglie residenti nel Comune di Cesiomaggiore provengono proprio da Sagron Mis.

Sulla forcella oltre ai numerosi escursionisti provenienti dai comuni del Primiero, dell’Agordino e del Feltrino era presente anche una delegazione del Gruppo Alpini Cimonega, una pattuglia del CTA-Corpo Forestale dello Stato e del Corpo forestale della Provincia Autonoma di Trento.

Dopo l’abbraccio sulla forzela dell’Om il gruppo è sceso verso le casere di Erera e Brendol, ed altri numerosi escursionisti erano lì ad attendere il loro arrivo. La giornata di festa si è conclusa sul campigol di casèra Erèra con l’ascolto delle melodie popolari dei Carmina Fagi e i racconti delle esperienze di migranti, dall’alta valle del Mis al Feltrino, di Amalia Marcon ed Enrico Stalliviere.

Share
- Advertisment -


Popolari

Tre furti in appartamento. Due a Borgo Valbelluna e uno a Pedavena

Sono tre i furti in appartamento denunciati tra ieri e oggi: due sono avvenuti nel Comune di Borgo Valbelluna nel quartiere Salvo d'Acquisto dove...

Concorso per geometra e per vigile al Comune di Pedavena

È indetto un concorso pubblico per l'assunzione a tempo indeterminato e pieno di un istruttore tecnico categoria C1 presso l’Area Tecnica del Comune di...

In corso di attivazione l’ospedale di Comunità di Agordo

Al via l’attivazione di un “Ospedale di Comunità” all’interno del presidio di Agordo. L’Ulss Dolomiti sta predisponendo in questi giorni il nuovo piano di emergenza...

Annullata l’ex tempore di scultura su legno

Annullata l'Ex Tempore di scultura su legno. Il Consorzio Belluno Centro Storico, preso atto dei cambiamenti dell'ultima settimana relativi all'emergenza sanitaria, fa sapere di...
Share