13.9 C
Belluno
domenica, Ottobre 25, 2020
Home Lettere Opinioni La testimonianza di un automobilista sulla tratta autostradale dove è avvenuto l'incidente...

La testimonianza di un automobilista sulla tratta autostradale dove è avvenuto l’incidente mortale

In relazione all’incidente accaduto sabato sul raccordo autostradale della A27 in località Cadola di Ponte nelle Alpi (BL), nel quale ha perso la vita un giovane di Belluno, pubblichiamo la lettera già trasmessa a Società autostrade e Polizia stradale , di Tomaso Pettazzi.

Un simile episodio è successo anche al sottoscritto alcuni giorni fa, sullo stesso tratto (ma, grazie a Dio, ho evitato lo scontro con l’inadempiente), ho la prova personale che ciò può avvenire più spesso di quanto si possa supporre. Infatti, in caso di nebbia, pioggia, sole abbagliante, notte o altre innumerevoli circostanze il segnale di senso unico o di divieto di accesso non è assolutamente facile da distinguersi. Certamente la responsabilità in primis è di chi si inserisce nel tratto contromano, ma è altrettanto vero che anche la vostra Società può certamente essere chiamata in concausa per negligenza, in quanto non ha attuato tutti quei meccanismi che diligentemente dovrebbe mettere in essere per avitare per quanto possibile (la certezza non è di questo mondo) simili tragiche evenienze. Nella fattispecie vi diffido ad adempiere all’applicazione sulla mezzaria immediatamente precedente all’inizio del tratto a senso unico (suppongo sia necessario almeno per 150/200 metri) un tratto di guard rail tipo new jersey, allo scopo di indirizzare, con largo anticipo, chi proviene dal tratto stradale a doppiosenso di marcia verso il senso di marcia corretto, allontanandolo quanto più possibile dal punto dubbio. Questo,naturalmente, anche nella parte dell’ingresso opposto.

Quanto sopra anche perché il sottoscritto e più spesso, per lavoro, mia figlia percorriamo quel tratto di strada e desidereremmo non dover essere sottoposti ad una tale spada di Damocle.

Onde prevenire confutazioni da parte vostra, vi chiedo, nel caso il tratto in questione non sia di vostra pertinenza, di attivarvi diligentemente per contattare chi invece lo sia, perché credo che sia anche vostro interesse che la circolazione nei tratti limitrofi e di accesso/uscita alla rete autostradale avvenga nel modo più sicuro possibile.

Tomaso Pettazzi – Belluno

Questa mattina, leggendo la cronaca più dettagliata dell’incidente, che ieri sera on line era stato descritto in modo sommario e capace di ingenerare equivoci, mi sono reso conto che il mio esempio, come spero si comprenda, si riferisce ai tratti immediatamente precedenti i raccordi autostradali, sia in entrata che in uscita, mentre l’incidente stesso è stato chiaramente causato da una decisione inqualificabile dell’automobilista che viaggiava contromano, già in autostrada.

Ciò detto, la mia richiesta conserva lo stesso valore inalterato.

Tomaso Pettazzi – Belluno

Share
- Advertisment -


Popolari

Nasce a Ponte nelle Alpi il nuovo ambulatorio di Medicina generale che riunirà 5 medici

Un'unica sede per riunire tutti i medici di Ponte nelle Alpi: sta per nascere il nuovo ambulatorio di Medicina generale, finalizzato a offrire alla...

Rispettiamo le regole. L’appello del presidente della Provincia Roberto Padrin

In questo momento dobbiamo essere tutti responsabili. I numeri dei contagi e l'aumento dei ricoveri ospedalieri ci obbligano a comportamenti rispettosi delle regole. Dobbiamo...

Findomestic addebita a un omonimo la rata del finanziamento. Brumurelli (Associazione Io mi tutelo): “In 15 giorni abbiamo chiarito il caso con la banca...

Vedersi addebitare ogni mese delle rate di una cinquantina di euro senza sapere il perché non dev’essere piacevole. E’ successo in un Comune della Valbelluna...

Agricoltura di montagna. Dorfmann: aumenta il livello di protezione, maggiori aiuti alle aziende costituite da giovani

Si è chiusa con il voto di approvazione di ieri sera la quattro giorni che al Parlamento Europeo ha visto in discussione uno dei...
Share