13.9 C
Belluno
lunedì, Aprile 19, 2021
Home Cronaca/Politica Lega Nord. Dopo le porcate dei vertici e la caduta del consenso...

Lega Nord. Dopo le porcate dei vertici e la caduta del consenso elettorale, è guerra tra i sottufficiali di periferia

“In merito alle questioni degli scorsi giorni è ora che chi non ha fatto nulla, se non screditare, si ritiri a vita privata senza creare ulteriori danni al movimento”. Lo afferma Alessandro Zorzato, della Lega Nord Feltre, vicecoordinatore provinciale Movimento Giovani Padani alludendo all’ex presidente della provincia Gianpaolo Bottacin.  “In democrazia – prosegue Zorzato – la maggioranza vince e la lega di Vello ha distrutto la concorrenza che fa solo i propri interessi. gli attacchi di Gianpaolo Bottacin e i suoi pochi fedeli sono l’emblema del marcio che ci ha fatto perdere 10 punti percentuale alle ultime amministrative. Dopo la caduta della provincia che ha deflagrato il centrodestra, l’ex presidente, cercando allenanze con i dissidenti del Pdl, ha sparato a zero contro la segreteria provinciale attribuendole le responsabilità della sconfitta in un momento in cui si paga lo scotto di errori fatti da alcuni dirigenti a livello federale. Il quadro della situazione lo ha già prontamente espresso Andrea Stella in una sua intervista al Gazzettino. Un consiglio – conclude Zorzato –  Gianpaolo, sei stato un grande capogruppo in regione, è venuta l’ora di ritirarsi seguendo l’esempio di Menenio Agrippa oppure in gran stile come Cincinnato e lasciare spazio ai giovani e alla militanza”.

La replica di Gianpaolo Bottacin 

Giampaolo Bottacin

“Le lotte di Bottacin hanno fatto venire alla luce collegamenti, interessi precostituiti, scenari impensabili per una Provincia come la nostra. Sono sicuro che non si farà fermare dalle minacce, dagli intrallazzi, dalle lotte per il potere che non devono più far parte delle dinamiche della nostra terra. Sicuramente è un politico giovane, fuori dagli schemi ma soprattutto incorruttibile e fermo nell’idea di fare il bene per Belluno e non per le sue tasche”.

“Sembrerà strano – dice l’ex presidente della provincia Gianpaolo Bottacin – , ma queste parole non sono mie o di un mio carissimo amico, ma di un politico bellunese, di Angelo Levis dell’Italia dei Valori, pronunciate e riprese dalla stampa quando ci fu la caduta Provincia. Levis è stato un avversario politico e credo che non ci sia miglior riconoscimento se non quello di un avversario politico per dimostrare il proprio operato. Il marcio, caro Alessandro Zorzato sta da un’altra parte. Tu forse non lo hai ancora capito e ti invito a pesare bene le parole che scrivi, ma la gente bellunese lo ha capito benissimo. Ho dimostrato con i fatti di essere per la trasparenza sempre e comunque, non a corrente alternata. Non mi sarei mai permesso di tenere nascosto ai militanti l’utilizzo dei soldi del movimento. Lo dico dopo essermi già ritirato, da più di sei mesi, a vita privata – conclude Gianpaolo Bottacin – . Ma il fatto di ritirarsi a vita privata, non impedisce di esprimere opinioni. Almeno in questo paese”.

Share
- Advertisment -

Popolari

Campagna vaccinale Ulss Dolomiti: vaccinati il 92% degli ultraottantenni in Provincia

Belluno, 19 aprile 2021 - Si è conclusa nel pomeriggio l'ultima giornata di accesso libero per gli over 80 a Tai di Cadore, con...

Sopralluogo alla frana di Valle di Cadore. Bortoluzzi: «Studiamo la situazione geologica per ipotizzare gli interventi più funzionali»

I tecnici incaricati dalla Provincia di Belluno hanno effettuato una serie di sopralluoghi a Valle di Cadore, lungo il versante sotto l'abitato di Costa...

Karrycar, il primo servizio on line per il trasporto auto in tutta Italia realizzato dalla startup bellunese Droop srl.

Belluno, 19 aprile 2021 - Spedire o ritirare un’auto da un punto all’altro dell’Italia non è mai stato così facile, veloce e conveniente. E’...

Superbonus 110%. Veneto in testa per numero di pratiche

Secondo i dati ENEA, nel Nordest, i crediti ceduti sono pari a 128 milioni di euro e il Veneto con 853 interventi asseverati è...
Share