13.9 C
Belluno
martedì, Aprile 20, 2021
Home Cronaca/Politica “Croce d’Onore” alla memoria al Primo Caporal Maggiore Matteo Miotto del 7mo...

“Croce d’Onore” alla memoria al Primo Caporal Maggiore Matteo Miotto del 7mo Alpini, che perse la vita in Afghanistan

Il militare originario di Thiene (Vicenza), effettivo al 7° reggimento alpini di Belluno, perse la vita in un attentato in Afghanistan il 31 dicembre 2010 mentre era in servizio in Gulistan nella Forward Operational Base (FOB) “Ice”. 

Roma, 4 maggio 2012 – Si è svolta questa mattina, alla presenza del Presidente della Repubblica, presso l’Ippodromo Militare “Generale Pietro Giannattasio”, la cerimonia militare per il 151° Anniversario della Costituzione dell’Esercito Italiano.

Il Generale Graziano dopo aver ringraziato il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, il Ministro della Difesa, Giampaolo Di Paola, e le numerose autorità civili e militari intervenute alla cerimonia, ha sottolineato l’importanza di tale partecipazione, quale segno tangibile della fiducia che il Paese continua ad accordare all’Esercito e in generale alle proprie Forze Armate. Il generale Graziano ha poi rivolto “un pensiero riverente e commosso ai caduti che con coraggio hanno tenuto fede al loro giuramento fino all’estremo sacrificio, alle loro famiglie che hanno conosciuto la tragedia della scomparsa di un congiunto e ai numerosi feriti in operazione, auspicando il loro pronto rientro nella Forza Armata”.

“L’Esercito Italiano”, ha continuato il Generale Graziano, “è simbolo di unità nazionale e insostituibile risorsa al servizio del Paese”. Al termine del suo discorso, il Capo di stato Maggiore dell’Esercito, rivolgendosi al Presidente della Repubblica, ha ribadito che “l’Esercito guarda con grande fiducia alle sfide che lo attendono” –– “sfide che l’Esercito affronterà con la consapevolezza di essere un’Istituzione ricca di valori che cercherà sempre di fare il meglio con le risorse che l’Italia pone e porrà a sua disposizione”.

Nel corso della cerimonia, il Presidente della Repubblica, alla presenza del ministro della Difesa Giampaolo Di Paola e del Capo di Stato Maggiore dell’Esercito, Generale Claudio Graziano, ha conferito le seguenti onorificenze:

– Croce di Cavaliere dell’Ordine Militare d’Italia alla Bandiera di Guerra dell’Esercito Italiano per l’impiego, dal 2003 al 2011, per il mantenimento della pace, la stabilizzazione e ricostruzione di aree di crisi e la salvaguardia della libertà nei teatri operativi dell’Iraq, dell’Afghanistan, del Sudan e del Libano;

– “Medaglia d’Oro al Valor Militare”, alla memoria, al Sottotenente Mauro Gigli, caduto in Afghanistan il 28 luglio 2010. Ha ritirato l’onorificenza la moglie, Sig.ra Vita Maria Biasco;

– “Medaglia d’Oro al Valor Militare”, alla memoria, al Caporal Maggiore Capo Scelto Pierdavide De Cillis, caduto in Afghanistan il 28 luglio 2010. Ha ritirato l’onorificenza la moglie, Sig.ra Caterina De Lucia;

– “Croce d’Onore”, alla memoria, al Capitano Massimo Ranzani, caduto in Afghanistan il 28 febbraio 2011. Ha ritirato l’onorificenza la madre, Sig.ra Gabriella Bruschetta;

– “Croce d’ Onore”, alla memoria, al Caporal Maggiore Capo Luca Sanna, caduto in Afghanistan il 18 gennaio 2011. Ha ritirato l’onorificenza la moglie, Sig.ra Daniela Mura;

– “Croce d’ Onore”, alla memoria, al Caporal Maggiore Capo Gaetano Tuccillo, caduto in Afghanistan il 2 luglio 2011. Ha ritirato l’onorificenza la moglie, Sig.ra Evelien Dwars;

– “Croce d’ Onore”, alla memoria, al Caporal Maggiore Scelto Roberto Marchini, caduto in Afghanistan il 12 luglio 2011. Ha ritirato l’onorificenza il padre, Sig. Francesco;

– “Croce d’Onore”, alla memoria, al Caporal Maggiore Scelto David Tobini, caduto in Afghanista il 25 luglio 2011. Ha ritirato l’onorificenza la madre, Sig.ra Annarita Lo Mastro;

– “Croce d’Onore”, alla memoria, al Primo Caporal Maggiore Matteo Miotto, caduto in Afghanistan il 31 dicembre 2010. Ha ritirato l’onorificenza la madre, Sig.ra Anna dal Ferro;

– “Croce d’Onore” al Primo Caporal Maggiore Simone Careddu;

– “Croce d’Onore” al Caporal Maggiore Luca Barisonzi.

L’Esercito celebra la ricorrenza del 4 maggio 1861, data in cui Manfredo Fanti, in qualità di Ministro della Guerra, decretò che il Regio Esercito, prima denominato Armata Sarda, avrebbe preso il nome di Esercito  Italiano.

Per ricordare l’avvenimento è stata schierata una Unità di formazione con gli uomini e le donne dei Reparti Operativi e degli Istituti di formazione che hanno indossato le uniformi storiche e gli equipaggiamenti di specialità.

 

 

 

Share
- Advertisment -

Popolari

Lavoratori artigiani: se la cassa integrazione è pagata dal Fondo FSBA tramite Ebav, va scaricato il CU per fare la dichiarazione dei redditi

Cassa integrazione pagata dal Fondo FSBA tramite Ebav, i lavoratori e le lavoratrici si attrezzino per scaricare la Certificazione Unica necessaria per presentare la...

Dubbi sulle Olimpiadi invernali Milano-Cortina 2026

Dopo le fanfare bipartisan che a Milano e Cortina hanno salutato la vittoria, per abbandono delle città concorrenti, per le Olimpiadi invernali del 2026,...

A marzo i consumi elettrici ritornano ai livelli pre-covid. Terna: Fabbisogno mensile in crescita: +2,5% sul 2019 e +15% rispetto al 2020

Roma, 20 aprile 2021 – A marzo, secondo i dati di Terna, la società che gestisce la rete elettrica nazionale ad alta e altissima...

Cultura del cibo e del vino. Ais Veneto partner di Ca’ Foscari nel master

Ventuno studenti affronteranno gli scenari del food and wine dopo la pandemia. Obiettivo: far diventare la guida Vinetia uno strumento turistico L'Associazione Italiana Sommelier Veneto...
Share