13.9 C
Belluno
sabato, Aprile 17, 2021
Home Cronaca/Politica Stragi del sabato sera: l'attività della Polizia stradale di Belluno nei due...

Stragi del sabato sera: l’attività della Polizia stradale di Belluno nei due ultimi week-end

Nei due ultimi weekend, la costante attività di prevenzione ha consentito l’accertamento e la contestazione di alcune significative infrazioni alle norme del Codice della Strada. Lo comunica la Polizia stradale di Belluno, che ha visto impegnate le proprie pattuglie nel delicato settore della guida in stato di ebbrezza, connesso al cosiddetto fenomeno delle “Stragi del sabato sera”.

A fronte di oltre 500 controlli, sono stati 5 i conducenti sorpresi a circolare con concentrazioni di etanolo superiori ai limiti previsti dalla legge. Per gli intestatari, oltre al ritiro della patente di guida è stata contestata, a seconda dei casi, una sanzione amministrativa o la denuncia alla competente Autorità giudiziaria. In particolare, nella notte tra il 22 ed il 23 aprile, il personale della Polizia stradale e della Questura ha dovuto gestire una delicata e complessa vicenda che ha visto come protagonista C. J., nato a Belluno nel 1985, il quale, fermo su Ponte degli Alpini, oltre che evidenziare i sintomi tipici dell’ebbrezza, esternava propositi suicidi. Il giovane, alla vista della pattuglia della Polizia stradale, repentinamente si dava alla fuga venendo, poco dopo, raggiunto e fermato dagli operatori. Nel corso del successivo, concitato intervento, al quale partecipava anche altra pattuglia della Questura, durante il quale C. J. veniva immobilizzato e, per quanto possibile, calmato, emergeva la necessità di trasportare il predetto presso l’Ospedale “San Martino” di Belluno per gli interventi sanitari del caso, soprattutto sotto l’aspetto psichiatrico.

Altri controlli hanno consentito il ritiro di ulteriori 6 patenti di guida per motivazioni diverse (validità scaduta, sorpasso in prossimità e corrispondenza di intersezione stradale, etc. etc.)

Nella settimana dal 16 al 22 aprile 2012, anche in provincia di Belluno sono stati effettuati i controlli previsti, a livello europeo, dall’organismo “Tispol”, denominati “Speed” perché, appunto, riguardanti il rispetto dei limiti di velocità.

L’impiego costante delle apparecchiature speciali (Autovelox e Telelaser) a ciò preposte, ha consentito la contestazione di 53 infrazioni nei confronti di altrettanti conducenti che circolavano mantenendo una velocità, detratta la prevista tolleranza, superiore ai limiti imposti dagli Enti proprietari delle strade.

Share
- Advertisment -

Popolari

Accordo Confartigianato-Feinar-Volksbank per il Superbonus 110%. D’Incà: «Una risposta ai nostri associati e al territorio bellunese

Confartigianato Belluno ha sottoscritto ieri (venerdì 16 aprile) un importante accordo con Feinar e Volksbank per semplificare l'accesso al Superbonus 110%. La convenzione prevede...

Sopralluogo al lago di Centro Cadore. La Provincia studia un intervento di pulizia simile a quello avviato a Santa Croce. Bortoluzzi: «Fondamentale per la...

La Provincia di Belluno sta studiando un intervento di pulizia del lago di Centro Cadore, simile a quello avviato qualche settimana fa a Santa...

Restaurate tre cornici dell’Ottocento del patrimonio artistico del San Martino, grazie al Centro Consorzi di Sedico

Belluno, 16 aprile 2021 - Sono state riportate al loro splendore tre cornici storiche, che racchiudono dipinti dell’ottocento del patrimonio artistico dell'ospedale "San Martino"...

La storia di 4 partigiane. Berton (Confindustria): “Donne e libertà, esempi per non dimenticare”

Una iniziativa di Confindustria Belluno e Isbrec a 76 anni dalla Liberazione. Lunedì 19 aprile la presentazione del libro "La casa in montagna" con...
Share