13.9 C
Belluno
martedì, Ottobre 20, 2020
Home Cronaca/Politica Fabrica 2010. Primo Torresin: "Vaccari dimissionario non doveva più avere una maggioranza"

Fabrica 2010. Primo Torresin: “Vaccari dimissionario non doveva più avere una maggioranza”

“Al fine di evitare disgustosi equivoci e una sempre possibile strumentalizzazione, soprattutto ora che ci stiamo avvicinando alle nuove elezioni comunali, desidero evidenziare il nostro parere in merito alla vicenda FAMILA, non tanto per il suo trasferimento quanto per la (ri)nuova maggioranza creatasi in quest’occasione in Consiglio Comunale”. Lo afferma Primo Torresin coordinatore del movimento, che precisa “FABRICA2010 ha l’ambizione di rappresentare e interpretare il pensiero della gente comune e come la gente comune pensa che sul problema FAMILA due sono le questioni:

1- se non era possibile il trasloco non si capisce perché si sia consentito di costruire una struttura adeguata al suo trasferimento attuale e al suo ampliamento futuro

2- se era legittimo quanto costruito nell’ex area D’Amico non si capisce il turbinio di posizioni e contro posizioni espresse in questo mese.

Detto questo – prosegue Torresin – , e non consentendo a chicchessia di interpretare in modo arbitrario il nostro pensiero, FABRICA2010 pensa, come peraltro sistematicamente evidenziato, che il Sindaco Vaccari dovesse e debba rassegnare le dimissioni perché inadeguato e soprattutto perché non gode più della fiducia e tanto meno della stima della maggioranza dei Feltrini, forse ha solo quella – a intermittenza – del Consiglio Comunale. Poiché spesso si accomunano i Consiglieri Piolo e Vettorel al nostro gruppo, e quindi al nostro pensiero, devo precisare che il Consigliere Vettorel già da tempo ha scelto di non farne più parte e che insieme al Consigliere Piolo in Consiglio Comunale rappresentano in totale autonomia e legittimità il gruppo Consiliare “Feltre verso l’Europa” che nulla ha a che vedere con il pensiero di FABRICA2010, che anche nel partecipatissimo incontro svoltosi ieri sera ha unanimemente ribadito che alle prossime elezioni presenterà una propria lista civica di riferimento con un proprio candidato Sindaco. Con grande umiltà noi pensiamo che in questo Comune serva una ventata di novità, ma soprattutto di trasparenza che faccia rinascere nei Feltrini tutti l’entusiasmo per l’interesse alla vita amministrativa e sociale del nostro piccolo Comune. Per questo siamo e saremo aperti a quanti vogliano condividere con noi l’avvio di una nuova primavera Feltrina, che riporti al centro della discussione le esigenze “vere” della gente e la loro volontà, la visione del “bene comune” come via maestra per assumere decisioni condivise. Siamo certamente contrari a quanto abbiamo assistito in questi ultimi cinque anni – conclude Torresin –  una ricorrente attività ginnica per rimanere in sella svolta da chi non ha né un fisico né un’età adeguati per praticarla”.

Share
- Advertisment -


Popolari

Confcooperative Belluno e Treviso: i prodotti delle coop agroalimentari aiutano le famiglie bellunesi in difficoltà

L’associazione di categoria ha sposato il progetto “La povertà a casa nostra”, promosso da Insieme si può, in occasione di Scoop!: durante la festa...

Treviso nega il patrocinio al convegno di Crisanti. Zanoni: “Nello Zaiastan è vietato criticare il Doge”

Treviso, 20 ottobre 2020   "È vergognoso che la Giunta di Treviso ritiri il patrocinio a un convegno dell'Ateneo di Treviso sulla pandemia perché la...

Olimpiadi invernali 2026. Fondazione Milano Cortina, Confindustria Lombardia e Confindustria Veneto siglano due protocolli d’intesa

Con Assolombarda, Confindustria Lecco e Sondrio e Confindustria Belluno Dolomiti, coinvolte le eccellenze dei territori che ospiteranno gli eventi sportivi. Fare sinergia e attivare...

La Lega perde un consigliere in consiglio comunale di Belluno, Andrea Stella va con Fratelli d’Italia

Andrea Stella, figura di spicco della Lega di Belluno nella quale milita dal 2007 e all'interno della quale ha ricoperto vari ruoli, lascia il...
Share