13.9 C
Belluno
giovedì, Ottobre 29, 2020
Home Arte, Cultura, Spettacoli Successo in Comelico per il cartellone estivo del Museo Algudnei

Successo in Comelico per il cartellone estivo del Museo Algudnei

Palazzo della Regola di Dosoledo, sede museo

Il Museo Algudnei ha chiuso venerdì scorso la stagione estiva con un totale di 28 incontri nei quali la media è stata di circa 50 persone, con un picco di oltre 100 alla conferenza tenuta da Italo Zandonella Callegher sul libro “La valanga di Selvapiana”.
Inaugurato il 20 marzo 2011, il Museo Algudnei si è subito distinto per le numerose iniziative a carattere culturale. Ogni venerdì sera, e ad agosto anche tre volte alla settimana per l’interesse dei turisti, questo piccolo gioiello nel cuore del Comelico ha dato prova di essere un esempio di eccellenza nell’ambiente culturale della valle. Nelle molteplici serate si sono susseguiti incontri di varia natura: dai concerti degli allievi della scuola La Sorgente e del Coro Peralba; alle conferenze sulla nostra cultura: “Le node e i segni di casa” di Gianni Pais Becher, “I tabià del Comelico” a cura degli architetti Viviana Ferrario e Andrea Turato, solo per citarne alcuni.
Oltre alla cultura ladina, tema cardine del Museo, sono stati proiettati filmati di Rete Tele Comelico, il documentario Tèrä mèiä dli Dolomiti dell’Istituto Ladin de la Dolomites fino all’incontro su “dolomitichannel su YouTube” tenuto da Stefano Vietina, fondatore e curatore dell’omonimo canale di You Tube.
Le tematiche religiose non sono mancate: dall’amato Papa Giovanni Paolo II al pellegrinaggio verso Santa Maria di Luggau. Anche le realtà locali e le associazioni hanno usufruito di questo spazio con la Prima Giornata dell’Antiquariato, il workshop del Sunplan, l’Assemblea dei Cacciatori, gli Archeologi del Veneto e l’assemblea sulle Prospettive Turistiche per la Stagione Invernale.
Per gli sportivi il campione olimpico Roberto Zandonella ha raccontato la sua esperienza con il bob a quatto ed il sindaco di Dobbiaco, Guido Bocher, ci ha tenuto una lezione su Massimiliano I, confidando di essere rimasto molto colpito dalla realtà del Museo Algudnei.

Arrigo De Martin Mattiò

“Un occhio di riguardo – spiega l’animatore dell’iniziativa Arrigo De Martin Mattiò – vogliamo dedicarlo anche alle giovanissime generazioni che, grazie alla collaborazione con gli istituti scolatici, potranno visitare questo spazio e apprendere così “algu d nei” ovvero “qualcosa di noi”: la nostra missione infatti è di tramandare le radici culturali ai posteri.”
Ma lo sguardo è già rivolto al futuro. “Dopo appena sei mesi di attività già si pensa all’ampliamento: entro la fine dell’anno – prosegue De Martin Mattò – il Museo sarà dotato di nuovi spazi espositivi e per consentire i lavori del caso le attività del venerdì verranno momentaneamente sospese, anche se non escludiamo qualche grande sorpresa”. Il Museo sarà comunque visitabile negli orari stabiliti, mentre lo staff è già al lavoro per organizzare incontri e conferenze di alto livello, sempre con un occhio di riguardo alle tematiche legate alla Val Comelico e non solo.
Nell’attesa di scoprire quali saranno gli ospiti che onoreranno Algudnei nella prossima stagione invernale, il Gruppo di Ricerche Culturali di Comelico Superiore, la Regola di Dosoledo e lo staff organizzativo invitano a visitare lo spazio espositivo.
“Teneteci d’occhio – conclude De Martin Mattiò – non sarà il solito inverno!”

Share
- Advertisment -


Popolari

L’Alto Adige si adegua. Sabato scatta il coprifuoco anche per loro

Chi aveva programmato la cena sabato sera dai vicini in Alto Adige, dovrà rinviare. Il governatore Kompatscher ha stabilito che dal 31 ottobre anche...

Ancora i ladri d’oro in azione, tre furti nel Feltrino

Tre furti denunciati ai carabinieri nella giornata odierna nel Feltrino. Tutti e tre gli episodi sono successi ieri sera con le consuete modalità (effrazioni...

Nuovo sfregio ai fiocchi rosa dell’Ados in piazza dei Martiri

Ancora vandali in azione in Piazza dei Martiri a Belluno. E' la seconda volta da quando sono stati installati per le celebrazioni dell'Ottobre in...

Le “Puttane” di Maria Giovanna Maglie in libreria, per conoscere il sesso a pagamento senza ipocrisie. Dai bordelli sumeri, a Santa Teodora, da internet,...

In Italia mediamente 16 milioni di uomini ogni anno pagano per il sesso e il 70% ha famiglia ed è sposato. Tra questi 1.596.992...
Share