13.9 C
Belluno
sabato, Ottobre 31, 2020
Home Arte, Cultura, Spettacoli Oltre le Vette a Sass Muss * intervento di Gianluca D'Incà...

Oltre le Vette a Sass Muss * intervento di Gianluca D’Incà Levis

Martedì 4 settembre il liquido cantiere mercuriale di Sass Muss ha smosso un’altra pietra, ospitando uno degli appuntamenti del programma di Oltre le Vette dal titolo “L’arte come display sulla natura”.

Dolomiti Contemporanee è un progetto, fin dal suo concept originario, imperniato sull’idea di mettere in rete spazi, territorio, cultura e identità dolomitici con l’arte contemporanea, in modo tale da contribuire a costruire, ad esportare, immagini nuove di questi luoghi.

In generale tutto il progetto Dolomiti Contemporanee nasce e si fonda sull’idea di aprire nuovi canali e operare attivamente alla costruzione di una rete di soggetti eterogenei e collaborativi. Questo modello sinergico, crediamo noi, può consentire di rafforzare, cementare e amplificare la portata di una proposta culturale rinnovativa e forte che abbia a tema lo sviluppo e l’incentivazione di risorse ancora pressoché intonse.

Nel corso della presentazione sono intervenuti Gianluca D’Incà Levis, ideatore e curatore di  Dolomiti Contemporanee, Maria Grazia Passuello, assessore alla cultura del comune di Belluno, Flavio Faoro, per molti anni anima e motore di Oltre le Vette, Francesco Franchi noto storico ed intellettuale bellunese e Daniele Capra, curatore.

Tra I temi toccati dai diversi relatori: il rapporto tra arte e natura; l’importanza di realizzare progetti artistico-culturali non settari e specifici ma impostati sulla multiprospetticità e su una visione produttiva in senso lato; la novità di Dolomiti Contemporanee, cantiere linfatico ed estroverso; la necessità di una interdisciplinarietà e iterazione fra diversi ambiti culturali, spesso segregati; la consapevolezza che le Dolomiti e la montagna non siano temi finiti e conchiusi da trattare come mausolei o memoriali ma che esse abbiano, al contrario, un grande potenziale che deve e può essere espresso attraverso iniziative nuove che progettano il futuro.

In seguito al dibattito la serata di Sass Muss è proseguita con una visita guidata e dialogata alle mostre. Nei padiglioni ci si è soffermati su alcune opere particolarmente significative per il legame stretto tra il lavoro ideativo dell’artista e il contesto naturale ed ambientale che le ha generate.

Dolomiti Contemporanee prosegue nella la sua azione di valicamento (oltre – le – vette).

E forse, a breve, andremo davvero a piantare queste nostre crode nel cuore di Napoli, e altrove, molto altrove. Perché, se siamo qui non è per stare, ma per andare. Saldi vogliamo essere, non certo fermi.

Gianluca D’Incà Levis

 

Share
- Advertisment -


Popolari

Nasce Gusto in Scena, il periodico di Lucia e Marcello

Dove tutto è alta qualità, sono le idee e i valori storico-culturali delle scelte a creare la differenza. Nasce su queste basi "Gusto in...

Artigiani preoccupati dallo spettro di un nuovo lockdown. Scarzanella: «Garantiamo la prosecuzione delle attività alle imprese che rispettano le regole»

«Gli artigiani, a questo punto, tremano. Abbiamo paura di un nuovo lockdown e siamo in balia dell'incertezza che ne deriverà. Più di qualcuno potrebbe...

Sovracanoni idrici. De Menech: “Belluno rischia di perdere milioni di euro a causa di una proposta di legge di Forza Italia a favore dei...

Roma, 31 ottobre 2020   «Un danno enorme per le amministrazioni locali. La Provincia di Belluno rischia di perdere milioni di euro». Il deputato bellunese...

Incidente mortale a Trichiana

Borgo Valbelluna, 31 ottobre 2020 - Non ce l'ha fatta David Bernard, 48enne di Pialdier di Trichiana che stamattina intorno alle 9 in sella...
Share