13.9 C
Belluno
lunedì, Ottobre 26, 2020
Home Cronaca/Politica Sviluppo rurale. Reolon all'assessore Manzato: "la misura è colma! Bisogna rifare il...

Sviluppo rurale. Reolon all’assessore Manzato: “la misura è colma! Bisogna rifare il bando”

Sergio Reolon

“Agli allevatori di alta montagna, che sono degli eroi perché tengono in vita intere aree altrimenti abbandonate a loro stesse, andrebbero dati i soldi senza alcun bando. Invece l’assessore Manzato non solo non muove un dito per rifare quello che, per sua responsabilità, penalizzò ed escluse dai finanziamenti una decina di giovani allevatori, ma addirittura si toglie il lusso di dire che non ne sa nulla di quando, se e come, questi operatori riceveranno le risorse”.
La posizione critica nei confronti dell’assessore veneto all’agricoltura è del consigliere regionale del PD, Sergio Reolon. Tema del contendere la partita dei finanziamenti da erogare attraverso il bando di sviluppo rurale.
“Da mesi chiediamo a Manzato che sblocchi la situazione e che si investa con decisione sulle produzioni tipiche della montagna. Tutto invece è fermo al palo e le parole dell’assessore non fanno ora che aumentare l’incertezza per questo settore la cui importanza non si limita all’agricoltura ma si estende alla tutela del territorio e alla sua valorizzazione turistica”.
L’esponente democratico bellunese parla di “atteggiamento davvero beffardo, dopo che la commissione agricolotura aveva accolto all’unanimità la proposta del PD nel riconoscere ai giovani allevatori la possibilità di ricevere sovvenzioni fino al 70% delle spese ammesse, e dopo le rassicurazioni dei tecnici sul fatto che, con i punteggi stabiliti, le aziende di alta montagna sarebbe state sicuramente finanziate.
“Adesso – conclude Reolon – lo stesso assessore fa marcia indietro e nel frattempo, essendo passati tre anni dal primo bando, quegli stessi giovani operatori hanno superato la soglia d’età per ottenere maggiori benefici. Mi sembra che la misura sia colma: la Regione rifaccia subito il bando e metta fine a questa palese ingiustizia”.

Share
- Advertisment -


Popolari

Quattro furti in abitazione ad Alano di Piave

Alano di Piave, 25 ottobre 2020  - Quattro furti in appartamento ad Alano di Piave nella serata di ieri. Ignoti, previa effrazione degli infissi,...

Tre interventi di soccorso in montagna

Belluno, 25 - 10 - 20    Alle 11 circa la Centrale del 118 è stata allertata dagli amici di un ragazzo colto da...

Auto e Moto d’Epoca. Bilancio positivo a Padova per la 37ma edizione della rassegna

Il patron Mario Carlo Baccaglini: “Siamo molto soddisfatti. La decisione di fare la fiera nonostante il grande momento di difficoltà ed incertezza del settore...

50 nuovi volontari della Protezione Civile. Padrin e Bortoluzzi: «Le tute fluo sono sempre più indispensabili per il nostro territorio»

Si è concluso oggi, domenica 25 ottobre, l'ultimo corso di Protezione Civile organizzato e curato dalla Provincia di Belluno. Hanno partecipato 50 persone, soprattutto...
Share