13.9 C
Belluno
lunedì, Ottobre 26, 2020
Home Pausa Caffè “Estatemente”, il progetto del Comune di Trichiana per avvicinare i giovani al...

“Estatemente”, il progetto del Comune di Trichiana per avvicinare i giovani al volontariato e impegnare la loro estate. Per giovani dai 16 ai 20 anni

Iscrizioni presso l’Ufficio Servizi Sociali “Estatemente è l’avverbio che vorremmo diventasse proprio dei giovani di Trichiana, per connotare il loro modo di vivere l’estate, all’insegna del divertimento, dell’impegno, della responsabilità e dell’amicizia”. Così l’assessore ai Servizi alla Persona del Comune di Trichiana, Raffaella Da Ros, commenta il progetto lanciato per coinvolgere i ragazzi dai 16 ai 20 anni in attività varie, organizzate nel territorio: dall’assistenza ai bambini nei Centri Estivi, all’affiancamento degli anziani della Casa di Soggiorno, alla collaborazione con vari uffici del Comune (Polizia Locale, Servizi Sociali, Ufficio Tecnico, Ufficio Segreteria …). “Si tratta di un progetto molto importante per noi,- prosegue l’assessore Da Ros – un progetto che sperimentiamo per il primo anno, come risposta al bisogno evidente dei ragazzi, e delle loro famiglie, di essere coinvolti e impegnati, senza i ritmi serrati dati dalla scuola, ma con occupazioni che permettano loro di esprimersi, di mettersi alla prova e di regalare alla Comunità le loro capacità. I posti sono limitati, quindi invito gli interessati a non perdere tempo e a iscriversi, rivolgendosi all’Ufficio Servizi Sociali, cui si potranno anche chiedere maggiori informazioni, aperto lunedì, mercoledì e venerdì, dalle 8.30 alle 10.30, e martedì e giovedì, dalle 15 alle 17 (telefono 0437 556241 email: servizisociali.trichiana@valbelluna.bl.it). Ringrazio fin d’ora il personale comunale, senza la cui disponibilità ad accogliere e seguire i ragazzi, non si sarebbe potuto proporre il progetto”. “Mi auguro che i ragazzi aderiscano in tanti – conclude il Sindaco, Giorgio Cavallet – anche perché è intenzione dell’Amministrazione comunale partire da chi aderirà a questa proposta per gettare le basi della costruzione non tanto di un progetto giovani, ipotesi piuttosto ambiziosa per le nostre risorse, quanto, almeno, di uno spazio di incontro per promuovere concretamente il dialogo e la collaborazione tra giovani e Comune, con questi e con gli altri giovani che in diversi modi ruotano attorno alla sfera delle attività comunali (come, per esempio, i volontari del Progetto PuntoCOM per l’accessibilità a Internet, o i ragazzi del Campo scuola della Protezione civile dello scorso anno e altro)”. Il progetto si svolgerà in vari turni da luglio al 31 agosto 2011, a seconda dell’attività prescelta, ed è svolto in collaborazione con la Società Villanova Servizi SRl e con il Gruppo Volontari di Assistenza. Al termine dell’esperienza sono previsti un riconoscimento e un attestato di partecipazione all’iniziativa.

Share
- Advertisment -


Popolari

Quattro furti in abitazione ad Alano di Piave

Alano di Piave, 25 ottobre 2020  - Quattro furti in appartamento ad Alano di Piave nella serata di ieri. Ignoti, previa effrazione degli infissi,...

Tre interventi di soccorso in montagna

Belluno, 25 - 10 - 20    Alle 11 circa la Centrale del 118 è stata allertata dagli amici di un ragazzo colto da...

Auto e Moto d’Epoca. Bilancio positivo a Padova per la 37ma edizione della rassegna

Il patron Mario Carlo Baccaglini: “Siamo molto soddisfatti. La decisione di fare la fiera nonostante il grande momento di difficoltà ed incertezza del settore...

50 nuovi volontari della Protezione Civile. Padrin e Bortoluzzi: «Le tute fluo sono sempre più indispensabili per il nostro territorio»

Si è concluso oggi, domenica 25 ottobre, l'ultimo corso di Protezione Civile organizzato e curato dalla Provincia di Belluno. Hanno partecipato 50 persone, soprattutto...
Share