13.9 C
Belluno
domenica, Ottobre 25, 2020
Home Arte, Cultura, Spettacoli Non c'è arte in Cattelan e i suoi 2mila colombi ammazzati. Blitz...

Non c’è arte in Cattelan e i suoi 2mila colombi ammazzati. Blitz degli animalisti oggi alla Biennale di Venezia

“Le performance di Maurizio Cattelan con l’uso di animali appositamente ammazzati e imbalsamati non hanno nulla di artistico. Sono solo esternazioni di pessimo gusto per le le quali vengono sacrificati esseri viventi e senzienti”. Lo afferma l’associazione Centopercento Animalisti che questa mattina (domenica 6 maggio) ha manifestato con una decina di attivisti dinanzi ai cancelli dei giardini della Biennale, armati di cartelli e striscioni di condanna nei confronti della vergognosa esposizione di Cattelan. Molto esplicita l’opera alternativa degli animalisti, realizzata con “oggetti di recupero” dal titolo “Cattelan el mona dea biennal” .  Ambienti vicini all’artista, hanno fatto sapere  che i duemila colombi sono stati comperati in Spagna e in Belgio, e provengono da “uccisioni legali eseguite in un normale piano di eliminazione”.
Nemmeno il ministro Galan, sembra brillare in questa disputa, tant’è che non ha trovato nulla di meglio che affermare il suo odio per i piccioni e di trovare intelligente l’esibizione dei loro cadaveri!
“In questo squallore – conclude la nota dell’Associazione 100% animalisti – non c’è arte, non c’è cultura, non c’è intelligenza. Assistiamo a una regressione senza precedenti”.

Share
- Advertisment -


Popolari

Dpcm del 25 ottobre 2020, ecco le nuove restrizioni in vigore da lunedì 26 ottobre al 24 novembre

E' stato diffuso il testo definitivo del nuovo Decreto del presidente del Consiglio dei ministri del 25 ottobre 2020 che sarà in vigore dal...

Nasce a Ponte nelle Alpi il nuovo ambulatorio di Medicina generale che riunirà 5 medici

Un'unica sede per riunire tutti i medici di Ponte nelle Alpi: sta per nascere il nuovo ambulatorio di Medicina generale, finalizzato a offrire alla...

Rispettiamo le regole. L’appello del presidente della Provincia Roberto Padrin

In questo momento dobbiamo essere tutti responsabili. I numeri dei contagi e l'aumento dei ricoveri ospedalieri ci obbligano a comportamenti rispettosi delle regole. Dobbiamo...

Findomestic addebita a un omonimo la rata del finanziamento. Brumurelli (Associazione Io mi tutelo): “In 15 giorni abbiamo chiarito il caso con la banca...

Vedersi addebitare ogni mese delle rate di una cinquantina di euro senza sapere il perché non dev’essere piacevole. E’ successo in un Comune della Valbelluna...
Share