13.9 C
Belluno
domenica, Novembre 1, 2020
Home Arte, Cultura, Spettacoli Appuntamenti La continuità delle Cure nella Malattia di Parkinson: venerdì il corso all'Hotel...

La continuità delle Cure nella Malattia di Parkinson: venerdì il corso all’Hotel Villa Carpenada

Prosegue negli anni l’interesse dell’ ULSS 1 e della U.O. di Neurologia sui problemi assistenziali relativi alla Malattia di Parkinson . Lo scorso anno tale interesse si era concretizzato in un convegno che aveva esplorato i più moderni approcci terapeutici, che seppure complessi e costosi, sono disponibili a Belluno. Quest’anno il 20 Maggio si terrà presso l’Hotel Villa Carpenada un corso residenziale dedicato agli specialisti del settore sul problema della continuità delle cure intesa come interazione tra Centri Specialistici dell’Ospedale e le Strutture Territoriali. Titolo del corso è infatti: “La gestione del paziente con malattia di Parkinson. La continuità delle cure dall’ambiente specialistico all’assistenza territoriale. Il problema è complesso perché sia in Ospedale che sul Territorio devono essere condivise tutte le sofisticate competenze tecnico-sanitarie. E’ necessario pertanto costruire dei percorsi assistenziali che permettano un agevole flusso di informazioni e integrazione terapeutica. Occorre cioè che i reparti coinvolti in Ospedale (Neurologia, Neurochirurgia, Fisiatria) possano in qualche modo “uscire dalle mura” anche con modalità informatica per interagire con il personale presente nel territorio e viceversa. Il risultato sarà una migliore qualità di vita dell’assistito nell’ambito familiare e sociale in cui vive riservando all’ospedale per acuti solo i momenti più critici e per il minor tempo possibile. Oltre ai più noti esperti italiani della materia, sarà presente il Professor Bastian Bloem dell’Università Olandese di Nijmegen che ha formulato le linee guida assistenziali relative alla Malattia di Parkinson nella sua nazione. Dal dibattito scaturiranno utili indicazioni basate sull’esperienza olandese che potranno essere il punto di partenza di un analogo processo in Italia, visto che oggi sul tema specifico quello di Belluno è il primo convegno sul territorio nazionale. Ci si attende pertanto il suggerimenti di progetti ad ampio respiro, esportabili a altri territori.

Si ricorda che sono già attivi presso l’Ospedale San Martino di Belluno gli ambulatori dedicati alla Malattia di Parkinson, in particolare per la UO di Neurologia (Dott. Corrado Marchini direttore, dottor Sandro Zambito Marsala e Franco Ferracci), presso l’Unità Operativa di Fisiatria (dott.ssa Bloccari Laura,direttrice e dott.ssa Claudia del Vesco) e la Neurochirurgia (dott. Mario Moro) ma comunque sono direttamente o indirettamente coinvolte tutte le strutture ospedaliere di Belluno e Treviso, essendo la Neurochirurgia di Belluno in convenzione con la Neurochirurgia di Treviso (Direttore Prof. Longatti e coordinatore dell’equipe afferente a Belluno dottor Vittorio Baratto).

Share
- Advertisment -


Popolari

Escursionista in gravi condizioni, ruzzolato per 200 metri

Taibon Agordino (BL), 31 - 10 - 20   Attorno alle 14 la Centrale del Suem è stata allertata da due escursionisti che avevano perso...

Nasce Gusto in Scena, il periodico di Lucia e Marcello

Dove tutto è alta qualità, sono le idee e i valori storico-culturali delle scelte a creare la differenza. Nasce su queste basi "Gusto in...

Artigiani preoccupati dallo spettro di un nuovo lockdown. Scarzanella: «Garantiamo la prosecuzione delle attività alle imprese che rispettano le regole»

«Gli artigiani, a questo punto, tremano. Abbiamo paura di un nuovo lockdown e siamo in balia dell'incertezza che ne deriverà. Più di qualcuno potrebbe...

Sovracanoni idrici. De Menech: “Belluno rischia di perdere milioni di euro a causa di una proposta di legge di Forza Italia a favore dei...

Roma, 31 ottobre 2020   «Un danno enorme per le amministrazioni locali. La Provincia di Belluno rischia di perdere milioni di euro». Il deputato bellunese...
Share